Tour, straordinario Gaviria Sagan e Greipel battuti

Fernando Gaviria e la sua Quick Step volevano vincere la quarta tappa del Tour, quella con arrivo a Sarzeau, paese della Bretagna di cui David Lappartient, presidente Uci, è sindaco. Volevano e ci credevano fortemente, tanto che mentre gli altri team dei velocisti facevano “i furbi� a ruota (la Dimension Data di Cavendish s’è fatta vedere solo ai -9, la Bora di Sagan ai -7 ma per apparizione estemporanee), lo squadrone belga ha gestito alla perfezione la corsa. Per la volata bisognava riprendere il quartetto composto da Anthony Perez e Dimitri Clayes (Cofidis), Jerome Cousin (Direct Energie) e Guillaume Van Keirsbulck (Wanty Gobert) e la cosa a un certo punto non sembrava affatto scontata. Missione compiuta giusto al triangolo rosso dell’ultimo chilometro. Gaviria festeggia così il 9° successo stagionale, il 34° in carriera. La sua Colombia una doppietta che non si gustava dal 2002 quando l’impresa riuscì a Botero. A questo punto diventa anche molto interessante la lotta per la maglia verde per ora sulle spalle di Sagan che guida con 4 punti di vantaggio su Fernando: 143 a 139.

BRAVO MAX — Grande merito della vittoria di Gaviria è di Maximiliano Richeze, bravissimo a lanciarlo allo sprint. Sagan, invece, non ha un compagno come l’argentino e questo gli costa la vittoria. Terzo posto per il tedesco Greipel partito forse troppo lungo.

kittel a cav giù — Molto male la Katusha: la squadra non è in grado di supportare allo sprint Marcel Kittel. Ma anche lui dorme, così quando Sagan prende la ruota di Gaviria e parte la volata lui sembra non accorgersene e perde posizioni preziose: chiude 5° giusto davanti ad Andrea Pasqualon. Il punto, però, è che la squadra non è stata capace neppure di aiutare l’uomo di classifica, Ilnur Zakarin, coinvolto nella caduta ai -6 che perde 59�. A terra era finito anche Rigoberto Uran, ma la sua EF è stata fantastica nell’accorgersi dell’accaduto e nel riportarlo in gruppo nel giro di 3 km. Al Tour c’è anche Cavendish che ha 30 successi nel palmares ma sogna di raggiungere Eddy Merckx a quota 34 successi. Impresa molto ma molto difficile. Anche oggi Cav praticamente non s’è visto e ha chiuso con un anonimo 21° posto.

classifica — Classifica praticamente invariata, in maglia gialla resta il belga Van Avermaet a pari tempo con il suo compagno Van Garderen. Terzo è Thomas a 3�.


Fonte: http://www.gazzetta.it/

Potrebbero interessarti

I commenti sono chiusi.