Federer a Parigi nel 2019? “Mi sento bene”

Roger Federer potrebbe tornare a giocare sulla terra battuta nel 2019. Lo svizzero, che chiuderà l’anno al numero 3 del ranking mondiale dietro a Novak Djokovic e a Rafa Nadal, ha lasciato aperta la possibilità parlando alla televisione pubblica svizzera ‘SFR’: “Alla mia età non puoi lasciare niente al caso – ha spiegato Roger -. Voglio sapere il prima possibile i miei programmi per potermi preparare al meglio”. Federer al momento è Dubai per allenarsi, mentre a fine mese si sposterà a Perth, dove sarà l’attrazione numero 1 della Hopman Cup. Nei prossimi giorni terrà una riunione con tutto il suo staff, in cui pianificherà il 2019: l’idea è quella che imporsi ancora una volta un lungo stop da marzo a giugno, ovvero quando si giocano i tornei sulla terra battuta, possa essere deleterio in vista di Wimbledon e US Open, i due grandi obiettivi di fine stagione del Maestro. Lo svizzero ha saltato totalmente le ultime due stagioni sulla terra battuta e non gioca il Roland Garros dal 2015, quando venne eliminato ai quarti di finale da Stan Wawrinka. L’unico trionfo nella capitale francese risale ormai al lontano 2009.

“Sto bene fisicamente e mentalmente”

Federer è pronto per il 2019: “Ho già in mente come potrebbe essere la mia prossima stagione, ma la pianificazione è come un puzzle e dobbiamo discutere ancora di tante questioni”, ha spiegato King Roger, reduce da una rilassante vacanza a Londra. “Ho trascorso una fantastica vacanza e sono stato in grado di allenarmi bene. Sono ancora innamorato di questo sport. Finché è così, va bene – ha detto -. I miei 37 anni? Viaggiare non è un problema, mi sento fisicamente e mentalmente uguale a qualche anno fa“. Federer anche quest’anno ha deciso di preparare gli Australian Open solo con un torneo/esibizione, anche se di spessore come la Hopman Cup. Si conosce già il giorno del ritorno in campo del fuoriclasse di Basilea e anche il suo avversario: domenica 30 dicembre contro Cameron Norrie per la sfida tra la Svizzera, campione in carica, e la Gran Bretagna sul veloce outdoor di Perth.


Fonte: https://sport.sky.it/

Potrebbero interessarti

I commenti sono chiusi.