Shanghai: Federer agli ottavi, ma che fatica

Roger Federer vola agli ottavi di finale del Masters di Shanghai, penultimo 1000 del 2018, ma che sofferenza per il Re, che tornava in campo dopo l’inaspettato ko nel quarto turno agli US Open del 4 settembre. Lo svizzero, a caccia del terzo titolo dopo quelli del 2014 e del 2017, ha battuto nel secondo turno contro il russo Daniil Medvedev, numero 22 Atp, vincitore a Tokyo pochi giorni fa, con i parziali di 6-4, 4-6, 6-4

Federer-Medvedev, la cronaca del match

Roger parte forte e strappa il servizio all’avversario nel game di apertura, sfruttando i tanti errori di Medvedev. Il russo però non perde la bussola e già al quarto gioco piazza il contro-break, riportando le cose in parità. Roger decide di scendere più a rete e raccoglie i frutti nel nono gioco, quando con un paio di magie delle sue in volèe piazza il break che lo porta a vincere il primo set 6-4 in 35′ di gioco. Decisivo l’82% di punti con la prima di servizio (che sopperisce a un misero 14% con la seconda), con 35 punti a 26 in suo favore. Nel secondo parziale si vive sul filo dell’equilibrio fino al decimo gioco, quando Federer si trova sotto 0-30, rimedia con un paio di prime, ma cede 6-4 a causa di un pessimo 3/15 con la seconda di servizio che la dice tutta sulla imprecisione nello scambio dello svizzero. Pur con un gioco molto attendista e con l’unica variante del serve&volley, RF riesce a sfruttare una palla break nel nono game che gli consente di salire 5-4 e andare a servire per il match. Il braccio dell’elvetico non tremae, spinto dai tifosi cinesi, chiude 6-4 in poco meno di due ore di gioco un incontro sofferto e complicato.

Federer-Bautista Agut agli ottavi di finale

Federer, che in carriera ha vinto 24 dei suoi 98 titoli Atp sul cemento indoor, vuole riscattare una seconda parte di stagione piuttosto anonima, con l’eliminazione ai quarti di Wimbledon e quella cocente al 4° turno degli US Open per mano dell’australiano Millman. Nel frattempo, ha comunque raggiunto Nadal, Djokovic e Del Potro alle ATP Finals di Londra e portato il suo Record stagionale a 37-6. Agli ottavi, Roger affronterà ora lo spagnolo Roberto Bautista Agut, numero 28 del mondo, che si è liberato nel terzo turno in tre set dello statunitense McDonalds, proveniente dalle qualificazioni. 


Fonte: https://sport.sky.it/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta