Tennis: China Open, Fognini vola in semifinale e fa record

PECHINO (Cina)  – Fabio Fognini vola in questo finale di stagione. L’azzurro si è qualificato per le semifinali anche al “China Open”, torneo Atp 500 dotato di un montepremi di 3.401.860 dollari in corso sul cemento di Pechino, in Cina (combined con un Wta Premiere Mandatory). Il 31enne di Arma di Taggia, numero 13 Atp e quarto favorito del seeding, reduce dalla finale a Chengdu, nei quarti ha sconfitto per 6-4 6-4, in un’ora e 38 minuti di partita, l’ungherese Marton Fucsovics, che nel torneo aveva rispedito a casa sia Andreas Seppi che Marco Cecchinato.

Per Fognini è l’ottava semifinale stagionale, la sesta sul cemento e la 37esima complessiva in carriera e l’azzurro ha anche fatto un record personale: quello di oggi infatti è il 43esimo match vinto nel 2018, il suo massimo erano stati i 42 incontri vinti nel 2013.

Sarà quindi Juan Martin Del Potro a sfidare Fognini in semifinale. L’argentino, primo favorito del seeding e finalista agli ultimi Us Open, ha liquidato per 6-3 6-0, in appena 62 minuti, il serbo Filip Krajinovic, numero 36 Atp. Il 30enne di Tandil è avanti per 3-2 nel bilancio dei confronti diretti con il numero uno azzurro, ma Fognini ha vinto l’ultima sfida, giocata in finale a Los Cabos ad agosto.

IL MATCH – Dopo qualche problema al servizio per entrambi, Fognini non si lascia sfuggire l’opportunità di brekkare il suo avversario nel quinto game allungando poi sul 4-2. Il ligure, molto mobile e reattivo, ha difeso il vantaggio fino al decimo gioco quando, dopo aver cancellato – grazie soprattutto al servizio – due pericolose chance consecutive per il contro-break, ha incamerato il primo parziale.

Nella seconda frazione l’ungherese ha annullato una palla-break nel terzo game, ma nel quinto, alla terza opportunità, l’azzurro gli ha strappato di nuovo la battuta allungando poi sul 4-2 come nel primo set. Fognini si è poi portato sul 5-2, fallendo due match-point nell’ottavo gioco.

DONNE, OSAKA A FATICA IN SEMIFINALE – La regina di New York, Naomi Osaka ha faticato molto per raggiungere la semifinale del torneo Wta di Pechino. La giapponese, numero 6 del ranking ed ottava testa di serie, ha impiegato oltre due ore e mezza prima di riuscire ad avere ragione per 3-6, 6-4, 7-5 della cinese Shiai Zhang, numero 45 Wta, dopo aver dovuto recuperare dall’1-4 e soprattutto dal 3-5 nel set decisivo.

Sabato in semifinale la 20enne di Osaka, che ha vinto 14 degli ultimi 15 match giocati (ha perso la finale di Tokyo contro la Pliskova), dovrà vedersela con la vincente del match tra la lettone Anastasija Sevastova, numero 20 Wta, e la slovacca Dominika Cibulkova.


Fonte: http://www.repubblica.it/sport

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta