Wimbledon: Camila Giorgi “In campo non penso molto, lo sapete, sono molto istintiva e non guardavo troppo al punteggio. Cercavo piuttosto di esprimere il mio tennis�

“In campo non penso molto, lo sapete, sono molto istintiva e non guardavo troppo al punteggio. Cercavo piuttosto di esprimere il mio tennis, di giocare al massimo della velocità e potenza. Ho servito molto bene, ma probabilmente non ho risposto altrettanto bene. Forse restavo troppo avanti nel campo perché volevo essere aggressiva dal primo colpo. In questo ho sbagliato.�

“Ho giocato delle belle partite, ma è dall’inizio dell’anno che sto esprimendo un buon tennis. Non mi sorprende essere a questo punto, sono anni che lavoro per raggiungere questi risultati e ci dovevo arrivare. Ho sempre detto che con la continuità le vittorie sarebbero arrivate. Non a caso quest’anno non mi sono mai fermata per infortunio e si vede. Se stai ferma per parecchie settimane poi è difficile riprendere il ritmo. Ora sono più consistente, più convinta, vado anche a rete per chiudere il punto. Ho il famoso piano B. La consapevolezza di poter giocare così l’ho sempre avuta, ma non avevo mai avuto l’occasione di dimostrarlo.
Sarebbe importante essere testa di serie agli Us Open, comincerò da Washington e giocherò tutti i tornei che precedono gli US Open�.


Fonte: http://www.livetennis.it/

Potrebbero interessarti

I commenti sono chiusi.