Chieri: la regia non cambia, De Lellis confermata anche in Serie A1

Di Redazione

La conferma che tutti aspettavano in casa piemonese.

Il primo punto fermo del nuovo Fenera Chieri ’76 per il 2018-2019 è Sara De Lellis.

La palleggiatrice pontina, 32 anni a novembre, difenderà i colori biancoblù anche in A1, categoria che in carriera aveva già conosciuto una volta, quasi dieci anni fa.

Sara, hai disfatto la valigia da poche settimane (http://www.chieri76.it/il-2017-2018-del-fenera-chieri-76-in-un-barattolo-di-ricordi/) e fra poco sarà già ora di rifarla. Cosa metterai dentro in vista del tuo secondo anno a Chieri?

«Non mancheranno sicuramente i play-off e la vittoria campionato, che mi hanno regalato delle forti emozioni. Aggiungerò anche la telefonata in cui mi è stata comunicata una proposta importante, quella di giocare in A1 con il Fenera Chieri ’76».

Cosa provi in questo momento?

«Per esperienza passata sono consapevole che l’A1 è una categoria impegnativa, in cui ci si confronta con atlete di altissimo livello, ma sono anche cosciente che grazie alla mia determinazione, alla mia costanza e al mio spirito di sacrificio sarò in grado di ottenere il massimo sia da me stessa, sia dalla squadra tutta.

Fare questa esperienza in una società disponibile e presente come il Fenera Chieri ’76 sarà un onore per me».

Accennavi alla tua precedente stagione in A1. Era il 2009-2010, giocavi a Pavia ed eri la riserva di Rossana Spinato. Come ti senti cambiata da allora?

«A Pavia ho avuto la fortuna di trovare in squadra giocatrici forti e umili allo stesso tempo, che fin da subito sono state convinte delle mie potenzialità e da cui ho potuto apprendere molto.

Da allora ho scelto di voler giocare sempre e a seguito di tanti campionati ritengo che ogni giocatore non viva appieno la pallavolo se non in questo modo. Essere protagonista, soprattutto per un palleggiatore, è alla basa della sua maturazione tecnica, tattica, agonistica e caratteriale».

Per concludere, un saluto alla famiglia biancoblù.

«Saluto la città di Chieri, in modo particolare tutti i tifosi e i volontari che non vedo l’ora di abbracciare nuovamente!».

(Fonte: comunicato stampa)


Fonte: http://www.volleynews.it/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta