Egonu: “Ko Mondiale? Mi ha salvato la mia ragazza”

Un Mondiale chiuso da straordinaria protagonista: 324 punti – miglior realizzatrice del torneo – e medaglia d’argento. Paola Egonu, però, non si accontenta e ripensa con rammarico all’edizione da poco conclusa: “Sono stata male, potevamo fare meglio”. A delusioni così grandi, in attesa di future rivincite, solo l’amore può porre rimedio. “Mi sono rialzata grazie alla mia fidanzata – racconta al Corriere della Sera -. Dopo la finale sono tornata in albergo e l’ho chiamata. Io piangevo, lei mi ha consolata e mi ha detto che le sconfitte fanno male, ma sono lezioni che vanno imparate. La mia sofferenza era normale ma, col tempo, l’avrei superata”. La pallavolista svela poi qual è stato il segreto che ha permesso all’Italvolley di approdare fino all’ultimo atto: “Dopo il primo allenamento non vedevo quello che volevo – spiega -. Poi, però, abbiamo iniziato a crederci sempre di più e siamo cresciute”. Una passione che ha coinvolto anche numerosi appassionati azzurri: “Mi sono accorta dell’affetto dei tifosi una volta arrivati in Italia, all’aeroporto. Noi ragazze terribili? Personalmente posso sembrare scontrosa al primo impatto, ma quando riesco ad aprirmi non sono così terribile”.


Fonte: https://sport.sky.it/

Potrebbero interessarti

I commenti sono chiusi.