Leo Di Renzo per un altro anno a Spoleto

Ufficio Stampa Spoleto

Di Redazione

La seconda linea rimane blindata da lui.

Si è meritato la conferma a suon di prestazioni convincenti nel momento più caldo della stagione.

Leonardo Di Renzo sarà un giocatore della Monini Marconi anche nel campionato 2018/2019, primo importantissimo tassello nel reparto dei liberi.

Gran professionista e lavoratore instancabile – spesso termina gli allenamenti più tardi dei suoi compagni per dedicarsi alla tecnica di ricezione – Leonardo è un atleta che pretende sempre il massimo da sé stesso e dà il massimo per la squadra.

Nei playoff della stagione appena conclusa è stato uno degli uomini in più della Monini Marconi. Grandi prestazioni soprattutto nella semifinale stravinta contro Bergamo ma anche nella finalissima contro Siena, nonostante le sconfitte.

Si è distinto particolarmente nella fase di difesa recuperando tanti palloni che sembravano destinati a toccare terra e propiziando così tanti break point, ma anche in ricezione il suo rendimento è salito progressivamente.

Per la società nessun dubbio sull’opportunità di confermarlo per la stagione 2018/19. Leonardo morde già il freno e pansa con un po’ di rammarico a quel sogno svanito in finale: “Non vedo l’ora di ricominciare a lavorare perché finire la stagione con la sconfitta in finale ci ha lasciato un po’ di amaro in bocca.

Mi sembra che la società stia allestendo una squadra molto competitiva, senza fare proclami penso che il prossimo campionato potrà essere ancora più divertente di quello trascorso. Ci vediamo ad agosto più carichi che mai”.

Per lui sarà la seconda stagione in Serie A2 dopo gli anni delle giovanili passati tra Foligno (sua città natale) e Spoleto, il campionato di B2 vinto con la maglia della Monini, le due stagioni consecutive da titolare in Serie B con la maglia di Ferrara e il ritorno all’ovile nella stagione 2017/2018, quella che lo ha definitivamente consacrato a livello nazionale.

(Fonte: comunicato stampa)


Fonte: http://www.volleynews.it/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta