Snav Folgore Massa ko (1-3) in amichevole contro la corazzata Gis Ottaviano

Ufficio Stampa Massa

Di Redazione

Ancora un test di lusso per la Snav Folgore Massa, in visita ad Ottaviano sul parquet di una compagine costruita per recitare un ruolo da protagonista nel prossimo campionato di Serie B puntando senza mezzi termini alla vittoria finale.

Il risultato finale non sorride al roster guidato da coach Nicola Esposito, ma amichevoli simili permettono di valutare in maniera più approfondita la solidità mentale e tecnica del gruppo a poco più di una settimana dall’inizio del campionato.

Nei primi due set la squadra massese non riesce a scrollarsi di dosso una sorta di timore reverenziale nei confronti della corazzata vesuviana, che trova subito un break importante conservato in scioltezza fino alla fine.

Il terzo parziale è molto più equilibrato, punto a punto fino alla fine con la Folgore che non riesce a sfruttare ben 4 set-point: i padroni di casa ne approfittano e con un servizio vincente piazzano il definitivo 33-31. Nell’ultimo set i massesi mostrano grande grinta e carattere recuperando uno svantaggio di 6 punti per poi chiudere sul 27-25.

L’opposto Nicolò Casaro è in giornata di grazia, autentico trascinatore nel terzo set con ben 13 punti in cassaforte, per un totale di 20 complessivi che ne fanno il top-scorer della gara. Seguono Ferenciac (11), Fantauzzo (8) e Della Mura (8).

Il sestetto iniziale del coach Esposito vede il capitano Gianpio Aprea in cabina di regia, Nicolò Casaro opposto, Paul Ferenciac e Leonardo Fantauzzo in banda, Marco Della Mura e Michele Deserio centrali, Luigi Denza libero.

Fantauzzo e Ferenciac provano a farsi valere in attacco, ma la Gis Ottaviano recupera palle impossibili ed in un amen si porta sul 7-13. Buone trame di gioco si alternano a qualche errore di troppo: ne approfittano i vesuviani che volano sul 16-21. La Folgore prova a rientrare sfruttando la poca incisività degli avversari al servizio ed un muro imponente di Deserio (18-21), ma è costretta ad arrendersi davanti alla maggiore precisione in attacco della Gis che chiude con un ace (18-25).

L’avvio di secondo set è equilibrato con Fantauzzo e Ferenciac che sparano botte pesanti sul parquet (5-5), ma poi i padroni di casa piazzano un break pesante (6-10) che aumenta grazie a percentuali importanti in attacco (12-18). La schiacciata di Ferenciac seguita dal muro di Della Mura permettono di accorciare, ma la Gis nel finale alza il livello raggiungendo il massimo vantaggio (16-23) e chiudendo poi sul 17-25.

Spettacolare e non adatto ai deboli di cuore il terzo parziale.  Il primo punto è di Fantauzzo, poi Casaro si accende e con 4 punti consecutivi (2 ace, muro fuori ed attacco diagonale) porta la Folgore avanti (5-2).

Ferenciac trova una traiettoria strettissima impossibile per il 7-4, quindi il primo tempo targato Della Mura e la bordata di Ferenciac permettono ai biancoverdi di conservare un margine importante (+5). I vesuviani accorciano, ma Deserio alza la saracinesca sotto rete e gli attacchi ben piazzati da Fantauzzo, Ferenciac e Casaro valgono il 16-14. La Gis non ci sta, piazza un parziale di 0-3 e rimette tutto in discussione regalando un finale al cardiopalma. Altro primo tempo vincente di Della Mura, poi sale ancora in cattedra Casaro che replica puntualmente ad ogni punto della compagine vesuviana con un braccio caldissimo: 4 punti consecutivi compreso il muro fuori che annulla il primo set point per la Gis (24-24). Il servizio in rete e l’attacco vincente in parallela di Fantauzzo allungano la contesa (26-26), poi Casaro buca il muro a 3 vesuviano guadagnando la prima opportunità di portarsi a casa il parziale (27-26). La Gis Ottaviano non regala nulla, Casaro è in trance agonistica e sfoggia tutto il proprio repertorio mettendo il pallone a terra sia centralmente (28-27) che diagonale (29-28). La Folgore non riesce a chiudere, Casaro schiaccia per il 31-30, ma gli avversari resistono e dopo aver tirato un profondo sospiro su un attacco di un soffio oltre la riga di fondo passano a condurre (32-31) per poi chiudere con un servizio vincente (33-31).

Nel quarto set il coach Esposito mischia un po’ le carte. Di Elio Cormio il primo punto, poi l’attacco in parallela di Eposito ed il muro di Casaro portano la Folgore avanti (4-3). Il parziale prosegue lungo il filo dell’equilibrio con Casaro che incrocia alla perfezione, trovando poi l’ace per il 6-5. La Gis prova a piazzare il break, ma un doppio Cormio mantiene le distanze (9-10). La bilancia sembra pendere definitivamente dalla parte dei vesuviano quando si portano in un attimo sul 12-18, ma la Folgore non è mai doma e con grande carattere rientra sfruttando i tempi giusti di Deserio sotto rete. Il muro di Della Mura vale il 20-22, si procede punto a punto fino al 22-24 che porta i vesuviani a servire per il set. Quando tutto sembra perso Elio Cormio si prende tutta la scena: muro fuori, e due ace consecutivi portano la Folgore sul 25-24. La Gis pareggia, Casaro mette il pallone a terra per il 26-25 ed un’invasione dei vesuviani permette ai biancoverdi di conquistare il set.

GIS PALLAVOLO OTTAVIANO – SNAV FOLGORE MASSA 3-1 (25-18, 25-17, 33-31, 25-27)

SNAV FOLGORE MASSA: Aprea, Casaro 20, Ferenciac 11, Fantauzzo 10, Della Mura 8, Deserio 5. Libero: Denza. Cambi: Cormio 8, Esposito 2, Miccio. N.e.: Pontecorvo, Gargiulo.
All: Esposito

L’opposto Nicolò Casaro, top-scorer della gara con 20 punti a referto: “La Gis Ottaviano è sicuramente una squadra importante, con un organico di primissimo livello composto da tanti ragazzi che negli anni scorsi hanno militato in A2. Ha tutte le carte in regola per vincere il campionato, ma proveremo comunque a mettergli i bastoni tra le ruote. Siamo un diesel, andiamo man mano carburando, riscontriamo ancora qualche difficoltà nel trovare i palloni soprattutto con i ragazzi nuovi. I progressi sono evidenti, nel terzo set meritavamo qualcosa di più, per cui ci son tante cose positive da valutare. Nei primi due parziali ho avuto un rendimento altalenante, ma dal terzo in poi i numeri sono cresciuti. L’obiettivo è quello di trovare maggiore continuità lungo tutto l’arco della gara. Mi è piaciuto molto il carattere, perché siamo riusciti a riprendere in mano gli ultimi due set pur partendo da una situazione iniziale di svantaggio. Allo stesso tempo dobbiamo migliorare alcuni aspetti tecnici, e ne parleremo nei prossimi giorni con il nostro coach”

Le parole del centrale Marco Della Mura: “È stato un test impegnativo contro una squadra che annovera tra le proprie fila atleti che non sfigurerebbero in categorie superiori. Sono contento per la mia prestazione, venivo da un infortunio ed ho fatto il possibile per mettermi al servizio della squadra. Si tratta di amichevoli che aumentano l’unità del gruppo, ed allo stesso tempo ci aiutano a correggere alcuni errori. Siamo ancora nella fase cruciale della preparazione, per cui non siamo riusciti ad entrare subito in partita.

Il nostro livello è salito man mano, abbiamo reagito con personalità e dobbiamo continuare lungo la strada tracciata. Con una buona ricezione vengono di conseguenza anche i primi tempi, il coach insiste tanto su questo aspetto perché in questo modo possiamo creare più difficoltà ai nostri avversari proponendo diverse uscite d’attacco.

La pipe sta dando ottimi risultati, la stiamo facendo bene sia con Ferenciac che con Fantauzzo. Stiamo lavorando tanto, e sono certo che ci scioglieremo in vista dell’imminente inizio del campionato. Nei primi due set siamo andati poche volte a terra in recupero, poi siamo cresciuti riuscendo a mettere in pratica le indicazioni del mister che ci aveva chiesto di andare sempre con grinta e cattiveria su tutti i palloni”

(Fonte: comunicato stampa)


Fonte: http://www.volleynews.it/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta