NBA, James Harden ancora sopra i 40 punti. Tutto facile per i Golden State Warriors

STATI UNITI D’AMERICA – Gli Houston Rockets hanno un fenomeno: James Harden. I Cleveland Cavaliers vengono spazzati via dal Barba, che al Toyota Center supera Kobe Bryant nella classifica all-time per tiri da tre punti mandati a segno (quattordicesimo posto). Nel secondo quarto Houston è già sopra di oltre 20 punti, ma nella ripresa Harden continua nella sua serata magica e chiude con l’ennesima tripla doppia: 43 punti, 10 rimbalzi e 12 assist.

CAMPIONI NBA – I Chicago Bulls non possono fare nulla per fermare i Golden State Warriors. I campioni in carica passano con facilità alla Oracle Arena, guidati dagli Splash Brothers: Steph Curry segna 28 punti e Klay Thompson ne mette a referto 30. La squadra di Steve Kerr chiude il primo quarto 43-17 e domina tutto l’incontro. Partecipa al 146-109 finale anche Kevin Durant, con 22 punti. 

NO LEBRONDonovan Mitchell firma 33 punti nella vittoria degli Utah Jazz sui Los Angeles Lakers, ancora privi di LeBron James. Il numero 45 è protagonista dell’incontro. Serata da dimenticare per i californiani, che non portano nessun giocatore a quota 20 punti: Michael Beasley è il miglior marcatore con a 17.

ANCORA DONCIC – Non sono sufficienti 30 punti e 11 rimbalzi di Karl-Anthony Towns per fermare Luka Doncic e i Dallas Mavericks: il rookie sloveno mette a referto 29 punti, ai quali si aggiungono 12 assist, ma soprattutto la tripla del sorpasso nel finale. Tranquillità, freddezza ed esperienza sembrano per l’ex Real Madrid, vera guida dei texani. E ha solo 19 anni.

LE ALTRE SFIDE – Contro gli Washington Wizards, i Milwaukee Bucks si presentano senza Giannis Antetokounmpo, ma non bastano i  25 punti di Middleton a fermare la squadra della Capitale. Bradley Beal comanda la partita con 32 punti, Trevor Ariza e Jeff Green ne firmano altri 20. I Philadelphia 76ers buttano al vento una partita e perdono in casa contro gli Atlanta Hawks. Ben Simmons protagonista con una tripla doppia (23 punti, 10 rimbalzi, 15 assist) e Jimmy Butler da 30 punti non bastano: a 2” dalla sirena l’ex Minnesota sbaglia entrambi i tiri liberi per pareggiare l’incontro. Atlanta vince 123-121. I Brooklyn Nets si fermano davanti ai Toronto Raptors di Kawhi Leonard. L’ex San Antonio Spurs mette 20 punti e prende 11 rimbalzi, permette così ai Raptors di raccogliere la quarta vittoria consecutiva. Tutto facile per Portland contro gli Charlotte Hornets. C.J. McCollum e Damian Lillard mettono insieme 50 punti (30 il primo, 20 il secondo) e i padroni di casa hanno la partita in tasca già alla fine del primo tempo. Quando suona la sirena sono 31 i punti che diviono le due squadre: finisce 127-96. Gli Indiana Pacers battono i New York Knicks: Domantas Sabonis firma una doppia doppia da 22 punti e 15 rimbalzi. I gialloblu controllano la partita dal primo quarto e vincono 121-106. 


Fonte: http://www.tuttosport.com/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta