Ford Focus wagon, sicurezza totale anche per i cani

Viaggiare in auto in sicurezza vale per tutti gli occupanti. Dal conducente ai passeggeri passando, perché no, ai fedeli amici a quattro zampe che diventano sempre più parte integrante delle famiglie. Uno studio condotto da Ford dimostra che il 32% degli automobilisti possessori di cani, ammette di non ospitarli in modo sicuro, all’interno dell’auto. Per questo motivo, nello sviluppo della nuova Focus wagon, l’ingegnere Ford Rene Berns ha utilizzato, come fonte di ispirazione, Emil, il suo cane da pastore australiano di tre anni, per progettare un’auto che permettesse agli animali di viaggiare in modo più sicuro.

Durante i test, Rene ha arruolato proprio Emil per assicurarsi che il box, da posizionare nel bagagliaio della nuova Focus wagon, fosse il più grande possibile e, quindi, potesse trasportare comodamente, persino un Wolfhound irlandese, la razza di cane più alta del mondo. Tra i proprietari di cani intervistati che affermano di non aver sempre protetto i loro animali domestici, il 32% ha dichiarato di non averlo fatto perché non piaceva ai loro animali. il 31% ha affermato che non era necessario per intraprendere viaggi brevi e il 14% ha dichiarato di non avere spazio a sufficienza per un box per cani.

Più di 1 su 4 tra coloro che portavano in auto il cane senza protezione, ha ammesso che il loro animale domestico avesse anche messo la testa fuori dal finestrino (26%). Alcuni di questi sono sbalzati fuori, provocando, in alcuni casi, la morte o il ferimento del cane. I proprietari hanno anche ammesso di essere stati coinvolti in incidenti, dopo essere stati distratti dai loro animali domestici, e raccontato di cani che hanno acceso gli indicatori di direzione, oscurato la visibilità anteriore e procurato morsi agli occupanti.

Insieme al suo team, con sede a Colonia, in Germania, Rene ha contribuito a massimizzare lo spazio all’interno del portabagagli della nuova Focus wagon, comprimendo lo strato di schiuma del rivestimento del tetto, modificando la lunghezza delle viti e rimodellandone l’apertura del bagagliaio.

 

 


Fonte: http://www.tuttosport.com/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta