Lampioni e incroci connessi, le nuove proposte Continental

Un traffico sempre più connesso e sotto controllo, un dialogo tra le auto e le infrastrutture. Modelli della nuova mobilità per arrivare a Città più smart e sicure. E’ uno degli obiettivi di Continental che ha presentato al CES di Las Vegas una serie di proposte innovative per una mobilità più efficiente e connessa. Soluzioni a 360 gradi, incroci e lampioni stradali in grado di migliorare la qualità della circolazione e di conseguenza della vita, veicoli driverless e robot postini. Per cambiare la mobilità, bisogna innovare città e infrastrutture, non soltanto le auto che già sono molto avanti. Continental è un brand conosciuto in tutto il mondo per la sicurezza e la qualità dei pneumatici e della componentistica automotive, da tempo mette a disposizione le sua esperienza spingendosi oltre i confini delle tecnologie dei veicoli autonomi per esplorare quotidianamente nuove soluzioni d’impiego e tecniche d’avanguardia, con l’obiettivo di rendere le città più intelligenti e sicure, e al tempo stesso contribuire a ridurre traffico, consumi ed emissioni, dunque inquinamento, ma anche il numero degli incidenti.

ILLUMINAZIONE E AMBIENTE E’ un sistema in grado di gestire al meglio l’illuminazione e al tempo stesso di monitorare e analizzare le info su ambiente (livelli d’inquinamento, aria e rumore), traffico e parcheggi. Non solo: il suo funzionamento può essere gestito da remoto anche per la manutenzione e il controllo dell’illuminazione, adattandolo al contesto stradale e alla situazione del traffico circostante. 

SOTTO CONTROLLO Continental illustra anche il primo progetto pilota globale di incrocio intelligente (Intelligent Intersection) sviluppato e testato in California a Walnut Creek. Grazie ad algoritmi Sensor Fusion impostati su potenti sensori, in grado di riprodurre un modello ambientale globale e una Dedicated Short-Range Communication (DSRC) per trasferire info e situazioni importanti tra l’incrocio e i veicoli connessi. Un sistema che ravvisa anche cambi di segnaletica, è in grado di cambiare il traffico e ridurre emissioni e tempi di attesa agli incroci. L’Intelligent Intersection di Continental raccoglie inoltre informazioni e statistiche dagli incroci da utilizzare per migliorare i contesti ambientali, la sicurezza e i flussi di traffico. Chi visita lo stand Continental può avere una percezione diretta di quest’innovazione tramite una vista tridimensionale dell’incrocio, visualizzata grazie alla realtà aumentata.

ROBOT POSTINI Altro aspetto fondamentale della new mobility è quello delle consegne automatizzate, vista la crescente necessità di trasporto di merci e persone nelle aree densamente popolate. I veicoli driverless Continental Urban Mobility Experience (CUbE), saranno l’elemento chiave della mobilità del futuro per risolvere le sfide della urbanizzazione e Continental diventa prezioso supporto delle aziende produttrici di robot nello sviluppo di un progetto complementare a questi, attraverso lo sviluppo di robot postini autonomi in grado di arrivare fino alla soglia di casa per la consegna.


Fonte: http://www.tuttosport.com/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta