Nissan Juke Eco GPL, il risparmio si fa comodo

Spaziosa come un Suv, maneggevole nel traffico urbano e, allo stesso tempo parca nei consumi, grazie alla doppia alimentazione benzina-Gpl che consente di viaggiare, quando possibile, ad una media di 0,69 euro al litro: in pratica con 4,8 euro circa è possibile percorrere fino a 100 km. La Nissan Juke 1.6 Eco Gpl da 116 cv (117 in modalità benzina) vanta un consumo medio di 12,8 km/l, 9,1 quello rilevato durante i test di prova. Numeri che consentono a quest’auto di rappresentare un buon compromesso per chi ha necessità di spostarsi all’interno delle città, concedendosi – in tutta tranquillità – una gita fuori porta. Lunga 4,13 metri, larga 1,76 e alta 1,56, Nissan Juke mantiene tutte le caratteristiche dei Suv compatti urbani. Il design distintivo è in pieno stile Nissan con la griglia V-Shape all’anteriore e i gruppi ottici disposti su tre livelli.

All’interno sono disponibili numerosi vani portaoggetti e porta vivande che danno la sensazione di poter riporre davvero di tutto all’interno della Juke. Una volta saliti a bordo, ci si trova di fronte ad una grande consolle, posizionata al centro ella plancia che ospita uno schermo multifunzione touch screen da 5” con pulsanti per telefono, autoradio e navigatore (pulsanti per la radio sono disponibili, nella versione Acenta in prova, anche al volante). La Nissan Juke è spaziosa e confortevole per i passeggeri che si trovano sui sedili anteriori, con il bagagliaio che ha una capacità di carico compresa tra 290 litri e 733 Litri con sedili posteriori ripiegati.

Tre gli allestimenti disponibili: Visia, Acenta e Bose Personal Edition. Tutti sono dotati di aria condizionata, specchietti retrovisori regolabili elettricamente, alzacristalli elettrici anteriori e posteriori, unità CD con porta Aux e luci diurne a Led di serie. In aggiunta la versione Acenta prevede Nissan Dynamic Control System, fari fendinebbia Led, Cruise Control con limitatore di velocità, aria condizionata automatica, vetri posteriori oscurati, porta USB e Bluetooth con comandi al volante. Per quanto riguarda la versione a doppia alimentazione con motore 1.6 da 117 cv è meglio non avere pretese di sportività.

La guida è fluida ma lontana da quel dinamismo scattante che magari è possibile ritrovare su altre versioni di Juke. Qui quello che conta è il risparmio, mantenendo comunque una potenza di tutto rispetto (nella versione Gpl le emissioni scendono a quota118 g/kmei consumi di 7,8 l/100kmnel ciclo combinato). Ma come detto, il risparmio è assicurato: rispetto al benzina, i gas di scarico producono ridottissime emissioni di ossidi di azoto e di particolato. Per il particolato, rispetto al benzina, siamo al -90%; sulla CO2 siamo intorno al -20%. I costi, sempre rispetto ad una propulsione a benzina sono inferiori nell’ordine del 50% (un po’ più bassa la percentuale se si fa riferimento al Diesel). 

 

 


Fonte: http://www.tuttosport.com/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta