Range Rover Velar SVAutobiography Dynamic, edizione limitata da 550 cavalli

L’eleganza senza eguali abbinata alla massima sportività possibile in casa Jaguar-Land Rover. Dalle cure del reparto SVO nasce Range Rover Velar SVAutobiography Dynamic Edition. Sigla articolata che riassume l’essenza 4×4, la massima vetta di stile ed eleganza formato suv, l’appartenenza alla gamma di Special Vehicle attenti al lusso e comfort a bordo, fino al “Dynamic” che segnala un plus prestazionale, per un progetto da oltre 2,1 tonnellate.

Sarà in vendita per soli 12 mesi, in Italia il listino parte dai 112.660 euro. È la cifra richiesta per guidare Velar con motore V8 5 litri sovralimentato, da 550 cavalli e 680 Nm, primo e immediato intervento dei tecnici nel trasformare il suv in oggetto ad alte prestazioni. Modifiche che si riflettono in una differente configurazione stilistica, paraurti anteriore con ampie aperture per alimentare le masse radianti del V8.

La cura del dettaglio è la cifra di Velar, per pulizia estetica e attenzione aerodinamica, a partire dalle maniglie a filo con la carrozzeria. Il sottoscocca riceve pari attenzioni, con un tunnel centrale carenato, a migliorare il fluire dell’aria verso la coda, dove spiccano i terminali di scarico di una linea sportiva, a controllo attivo, alleggerita di 7,1 kg rispetto alle proposte con motorizzazioni meno spinte.

L’incremento delle prestazioni velocistiche – 0-100 orari in 4,5 secondi, velocità massima di 274 km/h – ha richiesto l’adeguamento dell’impianto frenante e l’installazione di dischi dal diametro maggiorato, 395 millimetri davanti e 396 millimetri al retrotreno, dischi realizzati in due pezzi. A smaltire il calore contribuiranno le ampie aperture dei cerchi in lega da 21 pollici, forgiati, di serie (a richiesta il set da 22 pollici, diamantato), pari nel peso alla specifica da 20 pollici non forgiata.

Non solo motore a giustificare il Dynamic Edition che accompagna Velar SVAutobiography. I tecnici hanno rivisto i parametri di funzionamento del servosterzo elettrico, delle sospensioni adattive (molle ad aria dalla taratura più rigida e barre antirollio maggiorate), del differenziale a controllo elettronico (trasferisce fino al 100% della coppia al retrotreno, se necessario), del controllo di stabilità. Non resta estraneo a parametri di funzionamento più sportivi il cambio automatico 8 marce Quickshift.

Performance da esibire senza alcun sacrificio sul lusso e comfort offerti a bordo. Interni con pelle Windsor traforata e in quattro accostamenti di colore, a scelta, mentre la tinta carrozzeria ha un’esclusiva colorazione Satin Byron Blue dedicata ai prodotti del reparto SVO. I sedili a regolazione elettrica con memoria, funzione massaggio e climatizzati fanno parte della dotazione di serie come la grafica della strumentazione virtuale da 12,3 pollici, che replica sui quadranti le zigrinature del selettore del cambio in plancia, cambio con palette in alluminio dietro il volante. 


Fonte: http://www.tuttosport.com/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta