Subaru WRX STi S209, prima “S” in USA

Un bisturi da portare a Laguna Seca, affilato come una katana e riservato agli USA. Subaru WRX STi S209 è il “regalo” della divisione sportiva agli appassionati statunitensi, 200 esemplari per celebrare la WRX, la prima STi S a essere offerta in Nord America. E per l’occasione non poteva che presentarsi con la scheda tecnica migliore, il motore boxer 2.5 litri da 341 cavalli e pressione di sovralimentazione portata a 1,24 bar rispetto al valore di 1,13 della WRX “normale”, come un’altra differenza tra le due unità motrici è nella presenza di pistoni forgiati su WRX STi S209. 

Esteriormente spicca la nuova aerodinamica, ispirata alla WRX STi da corsa, impegnata (e vincente di Classe) alla 24 Ore del Nurburgring 2018, i cerchi BBS forgiati da 19 pollici, l’ala posteriore fissa e le carreggiate ampliate, su una larghezza complessiva ben 43 mm superiore.

Quanto si cela alla vista è la sostanza in grado di offrire prestazioni da vera sportiva. Accorgimenti come gli ammortizzatori Bilstein irrigiditi, la barra antirollio posteriore da 20 mm di diametro, le strutture di irrigidimento applicate al sottoscocca in corrispondenza degli assi, la barra duomi flessibile, accorgimento voluto per abbinare un’elevata rigidità trasversale a una relativa, maggiore, flessibilità longitudinale.

Fanno la loro parte anche le gomme, nell’incrementare le prestazioni. Le Dunlop SP Sport Maxx contribuiscono a raggiungere il valore di 1G di accelerazione laterale, supportato dalla trazione integrale simmetrica.

Parla italiano, come spessissimo accade, il comparto freni: Brembo firma le pinze anteriori a 6 pistoncini e i dischi forati, morsi da pastiglie con migliore resistenza al fading nell’impegno più gravoso e ripetuto.

Nel corso del 2019 arriverà la commercializzazione dei 200 esemplari destinati esclusivamente agli USA, tutti prodotti in Giappone.


Fonte: http://www.tuttosport.com/

Potrebbero interessarti

I commenti sono chiusi.