Suzuki, una nuova DR Big entro il 2020?

Pescare nel proprio passato più glorioso, per rilanciare succose ipotesi di futuro. Un processo sempre più frequente, che vede i maggiori players sul mercato impegnati a ridare forma, e vita, a modelli leggendari di grande fascino. Moto che, in qualche caso, hanno fatto la storia della produzione, o i cui nomi sono legati indissolubilmente ad alcune competizioni leggendare. Come nel caso della Suzuki DR 750 Big / DR 800 Big, regina del deserto e modello di successo negli Anni ‘80 e ‘90.

SECONDO I COLLEGHI di TrailRiders Magazine, la Casa giapponese sarebbe al lavoro su una riedizione moderna del progetto che, abbandonata l’architettura monocilindrica, potrebbe tornare sul mercato sfruttando parte della solida base tecnica offerta dall’attuale V-Strom 1000, come il motore bicilindrico a V di 90° da 1.037 cc e 101 CV di potenza massima, e il telaio a doppio trave in alluminio. Le sospensioni, invece, andrebbero probabilmente aggiornate con componentistica in grado di offrire maggiore escursione, e comunque, globalmente, più adatta ad affrontare con disinvoltura percorsi accidentati.

STILISTICAMENTE, impossibile pensare ad una nuova DR Big priva dell’inconfondibile becco, mentre le linee, fedeli al modello originale, dovrebbero rimandare al mondo dei rally e dell’avventura senza compromessi. Facile ipotizzare una ruota da 21’’ davanti, cerchi a raggi, tanta luce a terra e poi… per favore, fatela gialla con i particolari – sella, soffietti forcella e telaio – in blu. Proprio come quella mitica, di Rahier, alla Dakar dell’89.


Fonte: http://www.tuttosport.com/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta