Volkswagen Passat 2019, svolta verso l'ibrido e la guida autonoma

Volkswagen Passat ottava generazione, ovvero come trasformare una vettura di successo mondiale, quasi sulla soglia dei 30 milioni di esemplari venduti, in una anteprima marciante della nuova piattaforma IQ.Drive, quella che porterà la guida assistita a convergere con quella autonoma. Il debutto formale avverrà in occasione del prossimo Salone di Ginevra, con le vendite al via da maggio, ma il menù tecnologico si annuncia ricco fin da ora.

Tutto naturalmente ruota attorno alla sigla IQ.DRIVE comprenderà le tecnologie presenti e future fino alle soluzioni di guida autonoma, e su Passat il protagonista è il sistema Travel Assist. Utilizzato per la prima volta su una Volkswagen, consente di guidare in modalità parzialmente automatizzata in quasi tutto il range di velocità fino a 210 km/h, un traguardo fondamentale sulla strada verso la guida autonoma. Una parte integrante del Travel Assist è inoltre l’ACC predittivo. Il sistema di regolazione automatica della velocità reagisce a limiti di velocità, centri urbani, curve, rotatorie e incroci adeguando appositamente la velocità.

Il Travel Assist si attiva in pochi istanti premendo un solo tasto sulla razza sinistra del volante multifunzione. Se attivo permette la guida parzialmente automatizzata al livello 2 della scala ufficiale di livelli di automazione che va da 0 a 5. Per motivi legali e di sicurezza, in questo livello 2 il guidatore deve monitorare costantemente il sistema, e per garantire questa situazione, il Travel Assist controlla se chi guida ha le mani sul volante. L’ operazione avviene in modo estremamente comodo, ovvero attraverso il primo volante capacitivo della Volkswagen. È sufficiente, quindi, che il guidatore tocchi il volante e la superficie capacitiva “riconosce” tramite una Hands-off Detection che egli continua a controllare la vettura. In precedenza era necessario produrre un leggero movimento di sterzata. Inoltre, se il guidatore stacca le mani dal volante per oltre 10 secondi, il sistema emette una serie di segnali di avvertimento (visivi, acustici, una breve frenata).

Berlina, Variant o Alltrack a quattro ruote motrici, nuova Passat si distingue certo per modifiche alla linea dei paraurti e per l’ingresso di moderni fari a Led, ma ancora una volta è quello tecnologico l’orizzonte più avanzato. Volkswagen ha digitalizzato i comandi e Passat sarà il primo modello del marchio a essere commercializzato con la terza generazione del sistema modulare di infotainment (MIB3). Inoltre, nella Passat viene impiegato un nuovo livello di sviluppo del Digital Cockpit, dove la strumentazione digitale e i sistemi di infotainment del MIB3 si fondono a formare una nuova unità di elementi informativi e di comando. Nella Passat i sistemi del MIB3 sono inoltre always on, poiché dotati di una propria scheda SIM.

Novità consistenti anche per quanto riguarda l’innovazione motoristica. Volkswagen lancerà sul mercato la nuova Passat GTE in versione berlina e Variant con una trazione ibrida plug-in evoluta.La combinazione di propulsore elettrico ed turbo benzina, con una potenza complessiva di 218 cv/160 kW, è abbinata ora ad una batteria più grande del 31%, passando da 9,9 kWh a 13,0 kWh. Di conseguenza è stato possibile incrementare l’autonomia esclusivamente elettrica. Nel nuovo ciclo WLTP orientato all’uso pratico può arrivare fino a 55 km, mentre nel ciclo NEDC raggiunge i 70 km circa, 20 km in più rispetto al modello precedente.

Tutti i motori, benzina e diesel, sono omologati Euro 6d-Temp ed equipaggiati con un filtro antiparticolato, mentre le varianti a gasolio montano anche un catalizzatore Scr con iniezione di AdBlue. La gamma parte con la versione 1.6 TDI da 120 cv, per salire a quelle 2.0 TDI Evo da 150 o 190 cv, oppure 2.0 BiTDI da 240 cv, mentre a benzina si comincia con la 1.5 TSI da 150 cv, proseguendo con la 2.0 TSI da 190 e 272 cv. Passat Alltrack sarà disponibile soltanto con motorizzazione 2.0 TSI da 272 cv o 2.0 TDI da 190 oppure 240 cv.


Fonte: http://www.tuttosport.com/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta