Toyota già oltre Supra: ritorna anche la sportiva MR2

Akio Toyoda non è un manager qualsiasi, questo si può dire. Il nipote di Kiichiro Toyoda, il leggendario fondatore di Toyota Motor Corporation è laureato in legge, ha studiato negli States e soprattutto ha una cultura automobilistica totale. Fatti di business e affari, certo, ma quella conoscenza pratica di chi ha frequentato autodromi, e non da ospite d’onore. E’ lui il master driver che ha testato la nuova sportiva Toyota Supra al Nürburgring per dare il consenso finale alla produzione, ed è ancora lui a rilanciare la sfida, all’anima profonda del marchio nipponico. “Supra è stato il segreto peggio tenuto nell’industria dall’auto. C’è un perché. I SUV sono dei buoni veicoli, ma non credo che ci sia qualcosa di meglio che tornare a casa dal lavoro e divertirsi con la propria sportiva a trazione posteriore. Credo che la Supra non sarà l’ultimo veicolo ad alte prestazioni che produrremo nel prossimo futuro“, ha sentenziato all’ultimo Salone di Detroit. Indiscrezioni di stampa confermano che non era uno slogan, ma un piano d’azione piuttosto circostanziato.

I tecnici della divisione sportiva Gazoo Racing sarebbero già al lavoro su una versione elaborata di nuova Corolla, ma soprattutto su un secondo ritorno dopo quello di Supra, ovvero la MR2. L’iconica spider due posti a motore centrale e trazione posteriore uscita ormai di produzione nel 2005. Oggi sarebbe la vettura migliore per esercitare ancora una volta la collaborazione con Subaru già vista con la GT86.


Fonte: http://www.tuttosport.com/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta