ATP Montecarlo: Lorenzi fuori al primo turno

1 settimana ago Redazione Commenti disabilitati su ATP Montecarlo: Lorenzi fuori al primo turno

Paolo Lorenzi è stato eliminato al primo turno del Masters di Montecarlo, terzo 1000 della stagione, in corso sulla terra rossa del Country Club del Principato di Monaco. Dopo lo slittamento del match di domenica (avrebbe dovuto inaugurare il programma sul Centrale affrontando Filip Krajinovic, numero 27 ATP, ma il serbo però si è ritirato), il 36enne senese, numero 63 del ranking mondiale e reduce da un lungo stop per un guaio al piede, ha ceduto 7-6(7), 6-4 al francese Pierre-Hugues Herbert, numero 82 del mondo e proveniente dalle qualificazioni. Decisivi la cattiva gestione del tie-break al termine del primo set e un break subito nel secondo parziale, che hanno portato all’eliminazione di Lorenzi. Al via nel tabellone principale ci sono altri tre azzurri. Fabio Fognini, numero 20 del ranking mondiale e 13^ testa di serie, giocherà martedì al primo turno contro il bielorusso Ilya Ivashka, numero 122 ATP, anche lui qualificato (sfida inedita tra i due). Per quanto riguarda i due azzurri promossi dalle qualificazioni, Andreas Seppi (numero 62 del ranking mondiale), dovrà vedersela con il britannico Kyle Edmund, 23 ATP e reduce dalla finale di Marrakech (il britannico si è aggiudicato entrambe le sfide precedenti, sempre sul veloce), mentre Marco Cecchinato, 100 del ranking mondiale, troverà dall’altra parte della rete il bosniaco Damir Dzumhur, numero 31 ATP, con il 25enne di Sarajevo in vantaggio per 2-1 nei confronti diretti.

Avanti Nishikori e Raonic, fuori Haase

Finalmente Kei Nishikori. Il giapponese, attualmente numero 36 ATP, ha fatto suo il match di primo turno più interessante del Masters di Montecarlo battendo in un’ora e tre quarti di gioco 4-6, 6-2, 6-1, Tomas Berdych, numero 18 del ranking mondiale e dodicesima testa di serie, finalista a Monaco nel 2015. Dopo un 2017 passato più in infermeria che sul campo, il giapponese è riuscito a centrare il primo successo su un top-20 dal gennaio 2017 quando aveva superato Stan Wawrinka (allora numero 4 del mondo) in semifinale a Brisbane. Il tutto nonostante la richiesta di intervento medico nel secondo set per dei dolori al polso destro, lo stesso che lo ha fermato sei mesi lo scorso anno. Nishikori affronterà al secondo turno il russo Daniil Medvevev, numero 49 ATP, che all’esordio ha faticato per avere ragione 7-5 al terzo dell’ungherese Marton Fucsovics, numero 59 della classifica mondiale. Ha faticato oltre due ore e mezza Andrey Rublev, numero 33 del ranking, vincente contro l’olandese Robin Haase, numero 44 ATP, con i parziali di 7-6(7), 2-6, 7-5. Per il 20enne di Mosca arriva adesso un secondo turno da brividi contro Dominic Thiem, numero 7 ATP e quinta testa di serie del seeding, l’unico capace lo scorso anno di battere sulla terra un certo Rafa Nadal (nei quarti degli Internazionali d’Italia al Foro Italico), ma al rientro proprio a Montecarlo dopo l’infortunio alla caviglia patito a Indian Wells. L’austriaco ha vinto l’unico precedente con Medvevev, lo scorso anno a Vienna. Della nutrita truppa spagnola, passano il finalista del 2017 Ramos-Vinolas (11) e Bautista Agut (15), mentre soffre tre set Milos Raonic, quattordicesima testa di serie del tabellone, che si impone 3-6, 6-2, 6-3 la wild-card monegasca Lucas Catarina (365 ATP). Rafa Nadal conosce il suo avversario del secondo turno: si tratta dello sloveno Bedene, che ha avuto la meglio del bosniaco Basic. Va a Tsitsipas il derby del talento con Shapovalov: per il greco il prossimo ostacolo sarà il rientrante belga David Goffin.