Masters 1000 Roma: troppo Gojowczyk per Sonego, l’azzurro ko in due set

1 settimana ago Redazione Commenti disabilitati su Masters 1000 Roma: troppo Gojowczyk per Sonego, l’azzurro ko in due set

Lorenzo Sonego, classe 1995

È una giornata negativa per i colori italiani agli Internazionali BNL d’Italia 2018.
Dopo Errani, Seppi, Baldi e Cecchinato, anche Lorenzo Sonego esce di scena: l’azzurro, in tabellone con una wild card che si è guadagnato sul campo dopo aver vinto il torneo di prequalificazione, è stato sconfitto al secondo turno del torneo Masters 1000 dal tedesco Peter Gojowczyk, numero 53 del ranking mondiale, col punteggio di 6-3 6-4 in un’ora e sedici minuti di gioco.

Il tennista di Monaco di Baviera, classe 1989, vince il trentottesimo match in carriera nel circuito ATP, il secondo sulla terra battuta dopo quello vinto con Querrey al primo turno. Una partita interpretata nel migliore dei modi dal giocatore tedesco che si è mostrato molto solido, specialmente al servizio.
Al prossimo ostacolo se la vedrà con il vincente della sfida tra Fabio Fognini e Dominic Thiem.

PRIMO SET – Tanto equilibrio, e scambi piuttosto brevi, nelle fasi iniziali del match. E’ Gojowczyk a fare la partita, aiutato da un servizio piuttosto solido con il quale non si trova quasi mai in difficoltà, ad eccezione del nono game. Sonego, dal canto suo, sente la pressione e, probabilmente, anche la mancanza di tifo: viste le temperature rigide, infatti, sono stati davvero pochi gli spettatori che hanno “resistito” a questo fattore e seguito le gesta del torinese sulla Next Gen Arena.
L’azzurro perde il servizio nel sesto game e non riesce più a recuperare lo svantaggio; il tedesco chiude sul 6-3 dopo aver cancellato una palla del controbreak.

SECONDO SET – Lotta serrata in apertura di secondo parziale con Sonego che annulla tre palle break e vince un game infinito da quattordici punti. Gojowczyk ristabilisce la parità (1-1) e passa immediatamente in vantaggio: Sonego recupera da 0-30, ma perde i due punti successivi e si vede costretto a cominciare l’inseguimento con un avversario che concede davvero poco al servizio.
Il tedesco tiene la battuta a zero per due volte consecutive e poi non concretizza un’occasione del doppio break nel settimo game. Sonego prova a rimanere in scia, ma Gojowczyk si presenta al servizio sul 5-4 e non ha alcun problema a chiudere i conti.

Lorenzo Carini