Lamborghini Huracán Evo, il restyling è di potenza

Il conto alla rovescia verso l’ibrido e l’elettrico è ancora lungo, e comunque non c’è fretta, Questo il messaggio della nuova Lamborghini Huracán Evo, versione 2019 che è naturalmente riduttivo classificare come un restyling. Piuttosto si tratta di un riallineamento di questo modello agli standard tecnologici introdotti da Huracán per formante e in parte da Urus. Più potenza certo, 30 cv supplementari dal motore V10 aspirato da 5.2 litri, ma anche l’arrivo del sistema a quattro ruote sterzanti e di una nuova interfaccia uomo macchina con un appeal tecnologico che corrisponde al nuovo standard Lamborghini introdotto dal primo Suv della sua storia.

Conta naturalmente l’estetica, con affinamenti non troppo ridondanti ma puntuali dal punto di vista aerodinamico. Si comincia con l’anteriore maggiorato con prese d’aria a Y abbinati ai flap ad inclinazione variabile, uno strumento quest’ultimo che coniuga minore resistenza a maggiori qualità di raffreddamento degli organi meccanici. Modifiche più evidenti al posteriore con un nuovo spoiler che modifica del tutto il profilo della coda e sotto il quale vengono ridisegnati la griglia a motivi esagonali, il paraurti e il diffusore più imponente, maggiorati come lo scarico che resta in posizione centrale.

Gli interni che già stupiscono per design incassano una nuova interfaccia di controllo basata su touchscreen da 8,4” e che raccorda le funzioni di infotainment con quelle di connettività, attraverso Apple CarPlay o Android Auto, ma anche con la dinamica di marcia. Su Huracán Evo arriva anche il sistema Lamborghini Dinamica Veicolo Integrata (LDVI) con una gestione digitale delle condizioni di marcia in tempo reale e le modalità di guida Strada, Sport e Corsa. Il tutto arricchito dalle sospensioni magnetoreologiche, ovvero con un sistema di ammortizzatori basato sulle proprietà di un fluido che reagisce all’energia elettrica e che permette quindi un irrigidimento istantaneo dell’assetto.

Pezzo forte, l’innalzamento delle performance del motore V10 aspirato da 5.2 litri, portato fino a di 640 cv di potenza a 8.000 giri/min e 600 Nm di coppia a 6.500 giri/min. Il risultato, con una vettura a trazione integrale mantenuta comunque ad un peso di 1.422 Kg, è straordinario: 0-100 km/h in 2,9 secondi e velocità massima di 325 km/h. Prezzo a quota 184.034 euro, con le prime consegne in primavera.


Fonte: http://www.tuttosport.com/

Potrebbero interessarti

I commenti sono chiusi.