in

A Busto Arsizio l’Europa è sempre di casa: comodo 3-0 su Olomouc

Foto UYBA Volley

Di Eugenio Peralta

La Unet E-Work Busto Arsizio non cambia abitudini rispetto alla scorsa stagione: la CEV Cup è ancora una volta terreno di caccia per la squadra biancorossa, detentrice del titolo. All’esordio europeo le farfalle battono con un netto 3-0 le ceche del VK Up Olomouc, mettendo in luce un divario davvero significativo con le avversarie e prenotando un posto negli ottavi di finale: la gara di ritorno è in programma giovedì 19 dicembre.

Davvero pochi gli spunti di cronaca in un match a senso unico, se si eccettuano le variazioni apportate da Lavarini al sestetto titolare: Francesca Villani e Beatrice Berti giocano titolari, ed è soprattutto la schiacciatrice ex Brescia a convincere (16 punti con il 50%). Da metà secondo set entrano poi Cumino, Orro e persino Wang nell’inconsueta veste di battitrice. Chi non esce mai dal campo è invece Britt Herbots, ancora monumentale con 17 punti, il 54% in attacco e 3 muri vincenti.

Proprio il servizio è il fondamentale che fa la differenza per Busto, lasciando al 14% di ricezione perfetta le avversarie. La protagonista è sempre Villani con 3 ace, ma brillano anche Orro, Berti e la stessa Herbots. Da parte ceca si fa notare soltanto la giovane opposta Gabriela Orvosova, classe 2001, già nel giro della nazionale maggiore. Ma per la UYBA il cammino europeo è appena iniziato.

1° SET – L’affluenza al PalaYamamay non è certo spettacolare, ma meno peggio del previsto. Tra i circa 1300 presenti c’è anche una vecchia conoscenza del pubblico bustocco come Carlo Parisi. Due novità nel sestetto di Busto, che lascia a riposo Bonifacio e Gennari in favore di Berti e Villani. Il servizio di Orro mette subito in crisi le ceche (2-0), poi sono Herbots e Lowe ad allungare (6-1). Orro fa una magia per Washington e poi di prima intenzione inventa il 9-3; la battuta di Villani frutta un ulteriore allungo (12-4). L’Olomouc limita i danni grazie a qualche errore della UYBA, che però rimane saldamente avanti con Villani (16-10). I muri di Bezhanolska e Hodanova consentono alle ospiti di riportarsi sotto 18-14 e convincono Lavarini a fermare il gioco. Busto riprende rapidamente il timone (20-14), va al set point con Herbots e lo trasforma subito con Berti (25-18).

2° SET – Come nel set precedente, la UYBA piazza subito il break sul servizio di Orro (3-0) e poi fa il vuoto: 5-1 con il muro di Berti e addirittura 12-2 sul turno di battuta della stessa centrale. Le distanze restano sostanzialmente invariate (17-7) grazie alla netta superiorità delle bustocche, che poi provano il doppio cambio con Cumino e Bici. L’accoppiata Villani-Washington costruisce un altro allungo (23-10), ancora Villani si guadagna il set point ed è sempre lei a chiudere al primo tentativo (25-11).

3° SET – Un errore nel sestetto iniziale costringe l’Olomouc a giocarsi subito la prima sostituzione. I cambi di Busto sono invece volontari: in campo dall’inizio la diagonale Cumino-Bici. Orvosova regala alle ospiti il primo break della partita (1-3), ma le farfalle ribaltano quasi subito la situazione con i muri di Washington e Herbots (6-5). L’equilibrio prosegue (7-8, 10-9) grazie ai punti di Orvosova e a qualche imprecisione delle biancorosse. Un contrasto a muro vinto da Washington spezza di nuovo l’equilibrio a favore della Unet E-Work, che dal 12-12 vola sul 15-12 e costringe le rivali al time out; al rientro Villani firma l’ace del più 4. Hodanova non molla (16-14) ma il destino della gara è ormai segnato: Bici propizia un’invasione e Herbots con una bomba dai nove metri realizza il 21-16. Sul 23-18 c’è spazio anche per Wang in battuta: la cinese fa bene il suo lavoro e Villani ne approfitta per prendersi 6 match point. Orvosova ne annulla due, poi è Washington a mettere fine all’incontro (25-20).

Maria Luisa Cumino:Ottimo esordio, era importante centrare il risultato e i tre punti. Siamo detentrici del titolo ed effettivamente la differenza tecnica si è vista, nonostante nel terzo set loro abbiano alzato il livello di gioco“.

Stefano Lavarini:Siamo stati attenti e lucidi; abbiamo cominciato con un po’ troppi errori nel primo set, abbiamo poi disputato un ottimo secondo parziale; nel terzo abbiamo abbassato un po’ la concentrazione, ma ne siamo venuti fuori bene. Attenzione alla gara di ritorno: negli ultimi scambi le ceche ci hanno fatto vedere cosa ci aspetta il 19 dicembre. Ho dato spazio da subito a Villani e Berti per dare un po’ di riposo a Gennari e Bonifacio che stanno bene, ma è giusto che rifiatino un attimo, così come trovo giusto far giocare il più possibile tutti gli elementi della rosa“.

Unet E-Work Busto Arsizio-VK UP Olomouc 3-0 (25-18, 25-11, 25-20)
Busto Arsizio: Washington 10, Bici 3, Herbots 17, Wang, Gennari ne, Cumino 1, Orro 3, Leonardi (L), Villani 16, Lowe 3, Bonifacio ne, Berti 4. All. Lavarini.
Olomouc: Kulova (L) ne, Michalikova 2, Trnkova 4, Handley 1, Ambrozova ne, Bezhandolska 2, Dudova, Burbelyuk 2, Kazachenka, Hodanova 10, Struskova ne, Stavinohova (L), Orvosova 12. All. Zapletal.
Arbitri: Kolehmainen (Finlandia) e Enkerli (Svizzera).
Note: Spettatori 1311. Busto A.: battute vincenti 7, battute sbagliate 9, attacco 51%, ricezione 43%-24%, muri 7, errori 16. Olomouc: battute vincenti 1, battute sbagliate 8, attacco 38%, ricezione 37%-14%, muri 5, errori 18.


Fonte: http://www.volleynews.it/feed/


Tagcloud:

Serie B Old Wild West – Provvedimenti disciplinari FIP 11^ giornata: SQUALIFICA CAMPO NARDO' 3 GARE

Polonia: Aluron Virtu CMC Zawiercie – Trefl Gdansk 0-3