in

Bergamo soffre ma non molla: il tie break garantisce due punti giusti e pesanti

Di Redazione

Un altro tie break per il pubblico del Pala Agnelli: Zanetti e Perugia se la giocano fino al quinto set. Con Bergamo che va sotto per due set a zero, rimonta, si rialza e si regala la vittoria.

Il sestetto rossoblù è quello collaudato: Mirkovic al palleggio, Smarzek, Samara e Mitchem all’attacco, Melandri e Olivotto al centro con il ritorno del libero Imma Sirressi. Con la maglia Perugia si rivede a Bergamo la centrale corata Ema Strunjak con la compagna di reparto Casillo, l’alzatrice è Demichelis, le schiacciatrici Bidias, Montibeller e Angeloni, il libero è Cecchetto.

L’avvio delle umbre è travolgente e la Zanetti si trova sotto 9-15. Samara lascia il campo a Loda, ma le ospiti continuano a tenere il ritmo e si spingono fino a 11-19. Il set prende la strada di Perugia sotto i colpi di Montibeller (9) e Strunjak (6).

Quando nel secondo parziale Perugia si trova nuovamente avanti (4-7), coach Abbondanza cambia regia e inserisce Prandi. La parità arriva dopo un muro di Melandri e un ace di Olivotto (10-10). Perugia spinge di nuovo (10-13) e allora spazio a Loda, questa volta per Mitchem. Alla Zanetti però non riesce il colpo del sorpasso, impatta di nuovo sul 18-18 e di nuovo le ospiti staccano e vanno avanti fino a chiudere 22-25.

Avanti due set a zero, Perugia prova ad affondare il colpo. Bergamo recupera, con il muro di Melandri sorpassa (8-7), Loda fa il break del 11-9 e la Zanetti inizia a volare e torna in partita con Smarzek (7) e Loda (6): 25-18.

La Zanetti è decisa ad allungare il match, Perugia prova a chiudere la partita: ne esce un parziale a strappi e a rincorrersi, con scambi lunghi e grandi difese. L’ago della bilancia è Mali Smarzek (5 attacchi e 1 muro), insieme a Loda (4) e ai tocchi di Mirkovic (3). Perugia annulla una palla set, ma Smarzek chiude alla seconda occasione: 25-22.

Il tie break è un match nel match. L’equilibrio si spezza prima del cambio di campo con un doppio colpo messo a segno da Samara: 8-6. Perugia non molla, si tiene a -2, ma Bergamo allunga con Olivotto (12-9). Risponde Bidias, Loda fa 13, Melandri 14 e Loda 15. E’ vittoria.

HANNO DETTO. Laura Melandri“Siamo partite ancora male, però poi abbiamo reagito e abbiamo iniziato a giocare serenamente e abbiamo trovato un bel gioco. Peccato perché potevamo portare a casa tre punti, però è un campionato strano, bisogna giocarsela con tutti, ma siamo contenti di aver strappato la vittoria alla fine”

(Fonte: comunicato stampa)


Fonte: http://www.volleynews.it/feed/


Tagcloud:

Lega A – Cantù, Pancotto “Pagata la poca lucidità in alcune scelte”

Kioene, vittoria di squadra e primi punti in trasferta