in

Fenice pallavolo, non si sblocca la serie B. Primo posto in classifica per la C femminile

Foto Ufficio stampa Fenice Pallavolo

Di Redazione

Serie BF > Fenice Pallavolo – Orte 0-3 (23-25, 17-25, 20-25)

Fenice Pallavolo: Sanchirico 1, Bucchi 8, Sarcina F. 1, Pomponi 2, Diociaiuti (L), Piedepalumbo 2, Catinelli, Bondini 11, Barone (L), Gennamari, Guidi 8, Danese, Sturvi 3, Tocci. All Massimiliano Giordani; all 2 Luca Cianci

Battute sbagliate: 6 Ace: / Muri: 4

Orte: Marziali (L), Martorelli 3, Pasquini,  Di Muzio 8, Bonifazi, Verducci, Gomiero 1, Coluccia 15, Crocoli, Giordani 7, Iaccarino, Ottaviani, Renzetti 18. All: Gian Paolo Di Marco

Battute sbagliate: 11 Ace: 5 Muri: 8

Arbitri: Montilii Simone, La Torre Luigi

Continua l’altalena per la serie B Maschile della Fenice che, dopo una vittoria stratosferica contro Roma 7, incappa ina una giornata storta che la porta a perdere in casa contro Orte. Una sconfitta cocente per gli uomini di Giordani, sulla quale molto ha pesato l’assenza di Daniele Sablone (fuori a causa di un infortunio alla caviglia rimediato in allenamento), un ko casalingo frutto di un’incostanza mentale ancor prima che tecnica.

La gara parte abbastanza bene per i blackorange, almeno dal punto di vista del punteggio; nonostante le tante disattenzioni infatti, i padroni di casa restano sempre attaccati agli avversari (16-15) con i quali ingaggiano degli scambi avvincenti. La Fenice però non riesce a trovare la continuità di gioco e fa da sola il buono e il cattivo tempo, regalando troppo agli avversari nei momenti cruciali del set; disattenzioni che si pagano carissime con una squadra come Orte, che invece capitalizza ogni pallone e chiude il parziale a proprio favore alla prima opportunità. Nella seconda e poi nella terza frazione di gioco le incertezze della Fenice si fanno sempre più evidenti; i differenti atteggiamenti in campo delle due formazioni sono sempre più palesi e purtroppo la Fenice non si mostra mai in grado di poter arginare il gap che Orte segna già dai primi scambi.

La Fenice resta così ferma a 11 punti, in settima posizione. “Noi abbiamo giocato pensando all’assenza di Sablone e questo non è possibile – afferma deciso a fine gara il mister Massimiliano Giordanie i più esperti, anziché essere trainanti, sono stati preoccupati per tutta la durata del match per questa assenza. Diventa difficile giocare in questo modo , soprattutto quando dall’altra parte c’è un avversario esperto che si appoggia sulle nostre incertezze. Poi ovviamente tutto si traduce in un aspetto tecnico, chi è più nervoso in attacco, chi in palleggio, ma il problema è che l’euforia che speso aiuta un gruppo così si trasforma in caos completo. Non abbiamo espresso il nostro gioco ed è un peccato pensando al primo set durante il quale gli abbiamo regalato talmente tanti palloni che se li avessimo messi a terra probabilmente avremmo vinto 25-20. Peccato anche se ripenso alla partita contro Roma 7, vinta tra l’altro in un campo ‘emotivamente difficile’. Questo identifica il livello prestazionale, nel bene e nel male. Non si è creato un ambiente facilitante ai fini della prestazione dei più giovani, che comunque hanno fatto il loro. Bisogna reagire”.

Prossima avversaria dei blackorange sarà Volley Anguillara (7 dicembre, ore 16.00 presso il PalaSport Fagiani di Anguillara Sabazia), vincente al tie break sabato contro l’Armundia Virtus e che con la Fenice condivide la posizione in classifica.

Serie CF Girone B > Giò Volley Aprilia – Fenice 0-3 (13-25, 15-25, 15-25)

Giornata da ricordare per la serie C di Lorenzo De Gregoriis che non solo batte nettamente la Giò Volley Aprilia, ma raggiunge la vetta della classifica del girone B! Un successo indiscutibile per le blackorange che non hanno nessun tipo di problema contro la squadra fanalino del girone e che possono festeggiare la prima posizione in classifica anche grazie allo scontro diretto tra due contendenti, Italo Svevo e Mentana; è quest’ultima ad aggiudicarsi la sfida, con 3 punti (3-1), anche grazie al fattore campo. Al termine della 7° giornata di campionato dunque la Fenice è sola in vetta alla classifica con 18 punti, seguono Italo Svevo e Virtus Latina con 17, seguono ancora Spes Mentana e Roma 7 con 16.

“Sono molto contento di questo risultato – ammette orgoglioso il tecnico Lorenzo De Gregoriisci godiamo questo momento ma restiamo con i piedi per terra. Mi aspettavo questi risultati, avevo detto a inizio campionato che i giochi si sarebbero fatti tra 5 squadre e attualmente i fatti dicono esattamente questo: andrà avanti chi sbaglia meno. Attualmente siamo noi la squadra da battere e siamo consapevoli che chiunque giochi contro di noi giochi al massimo delle proprie possibilità. Questo non fa che gasarci, e questo vale sia per me che per le ragazze, assolutamente consapevoli che ci sarà da sudare e da lottare, partita dopo partita, allenamento dopo allenamento”. Mister De Gregoriis svela un piccolo aneddoto: “Già a inizio gara arrivavano i risultati dal campo di Mentana e questo ha dato ancora più forza alle ragazze che hanno giocato galvanizzate dal fatto che la vittoria le avrebbe portate in vetta al girone”.

Per l’8° giornata di campionato la Fenice Pallavolo ospiterà San Paolo Ostiense, una squadra che attualmente occupa la sesta posizione: “E’ una di quelle squadre contro le quali occorre essere concentrati – conclude il tecnico – perché basta sbagliare qualcosina che te la fanno pagare. Sarà certamente una sfida più impegnativa rispetto alle ultime e che ci prepara ad un finale di 2019 impegnativo”.

(Fonte: comunicato stampa)


Fonte: http://www.volleynews.it/feed/


Tagcloud:

Mock NBA Draft di ESPN: Nico Mannion alla #7

Serie C: La Dinamo Br interromope la striscia vincente a Corato