in

Egor Kliuka: “Mi alleno e aspetto. Usciremo da tutto questo ancora più forti”

Foto: CEV

Di Redazione

È tornato a casa, in Bielorussia (anche se il suo passaporto è russo a tutti gli effetti), ha è convinto che difficilmente il campionato russo riprenderà.

Egor Kliuka, opposto del Fakel Novy Urengoy, squadra allenata da Carmelo Placì, è riuscito a lasciare la Russia poco dopo che la federazione sospendesse il campionato. “Ho raggiunto la mia famiglia e cerco di mantenermi in forma in palestra, giocare è praticamente impossibile. Il momento è questo e dobbiamo accettarlo”.

Kliuka è stato uno dei protagonisti della qualificazione della Russia alle Olimpiadi, il rinvio lo trova d’accordo: È una decisione sensata perché persone di tutto il mondo si sarebbero riunite a Tokyo, e questo ora è troppo pericoloso. Sono comunque felice che il CIO non abbia cancellato le Olimpiadi e che i Giochi avranno luogo, anche se non quest’anno. La considero comunque un’opportunità, in modo che possiamo prepararci ancora meglio e dimenticare le vecchie ferite” continua Egor.
Anche Kliuka ha un messaggio per i fan: “Sono certo che presto le cose andranno meglio, quindi non stiamo tranquilli. Invito tutti a curare eventuali infortuni e a riposare, a rilassarsi anche da un punto di vista psicologico. Spero che presto torneremo al nostro lavoro e alle nostre routine quotidiane. Sono sicuro che dopo questa pausa il nostro gioco sarà solo migliore e ancora più bello”.

(Fonte: CEV)


Fonte: http://www.volleynews.it/feed/


Tagcloud:

LBA – Gandini: “I danni dello stop si riverberano su tutti”

Volley, Ortolani dopo il divorzio con Monza: “Non potevo continuare ad allenarmi”