Carlsberg sceglie il Full Hybrid Electric di Toyota

A tutta birra!!! – ma anche – Chi beve birra campa cent’anni!!!” Così si diceva una volta, slogan popolari non solo pubblicitari… Ma il detto di alcune generazioni fa è ancora più che valido e contemporaneo. Toyota infatti ha sposato la causa dell’elettrico con l’innovativa (e pulita) soluzione legata alla tecnologia Full Hybrid Electric Toyota e questa forma di… alimentazione spumeggiante ha trovato attenzione anche in chi se ne intende di birra! Il comune denominatore è il rinnovamento nel segno della tradizione, dunque il patrimonio e il successo della propria storia aziendale abbinato all’evoluzione. Carlsberg ha abbracciato l’idea del trasporto più rispettoso dell’ambiente e ha deciso di rinnovare il proprio parco auto inserendo 34 Toyota Auris Touring Sports Hybrid nella flotta aziendale.


LEADER NEL SETTORE Toyota con oltre 12 milioni di automobili elettrificate vendute al mondo dal 1997 è un brand leader del settore. Un impegno concreto verso la mobilità sostenibile grazie all’abbattimento dei climalteranti (CO2) e dei NOx fattori inquinanti nocivi per la salute dell’uomo. Rispetto ai livelli di omologazione, le emissioni di NOx sono inferiori di oltre il 90%: bastano alcuni dati, su Auris Hybrid le emissioni degli ossidi di azoto sono basse (3.3 mg/km) rispetto al limite di 60 (benzina) e 80 (diesel) attualmente previsto dalla disciplina Euro6. Auris Hybrid, come tutta la gamma Full Hybrid Electric Toyota, è già attinente alle nuove normative di omologazione WLTP in vigore dal 1°settembre 2018. L’innovazione e il rispetto dell’ambiente sono infatti per Toyota alla base del proprio modo di concepire la mobilità sostenibile e la salvaguardia del nostro pianeta.


CARUCCIO: FIDUCIA E IMPEGNO «Carlsberg Italia è per Toyota un partner molto importante – spiega Mauro Caruccio, ad Toyota Motor Italia – e la fiducia accordataci, scegliendo la nostra tecnologia Full Hybrid Electric, conferma l’impegno verso la mobilità sostenibile, nella piena condivisione della mission che entrambe le aziende perseguono. In questa direzione, l’industria automobilistica deve affrontare sfide impegnative, come quella per la diffusione di carburanti alternativi, indispensabili per risolvere le problematiche legate alla mobilità. In questa direzione, Toyota venti anni fa ha iniziato un percorso che ha portato alla progressiva elettrificazione dei suoi modelli».


MENO 43,5 TONNELLATE DI CO2 ANNUE «Questo accordo è un ulteriore passo verso la totale riconversione del nostro parco macchine in ottica sostenibile –  spiega Alberto Frausin, ad Carlsberg Italia – e ridurre le nostre emissioni di anidride carbonica in atmosfera è un preciso obiettivo della nostra strategia di sviluppo sostenibile Together Towards Zero e che si estende ad ogni ambito della nostra attività aziendale, da quello produttivo, con la scelta di utilizzare energia da fonti rinnovabili, al trasporto della nostra birra, arrivando fino agli spostamenti dei nostri collaboratori. Considerando una percorrenza media a vettura di circa 50.000 km all’anno, l’accordo con Toyota ci permetterà di risparmiare circa 43,5 tonnellate di CO2 all’anno»


Fonte: http://www.tuttosport.com/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta