More stories

  • in

    Techfind Serie A1 – Il programma della ventiseiesima giornata che chiuderà la regular season

    Alama San Martino di Lupari contro Dinamo Banco di Sardegna Sassari (sabato, ore 20.30, diretta LBF TV). Per non compromettere del tutto il loro cammino, le venete dovranno vincere obbligatoriamente questa partita che le farebbe salire all’ottavo posto grazie proprio al vantaggio negli scontri diretti; inoltre una contemporanea sconfitta di Roma consentirebbe alle ‘lupe’ di chiudere al settimo posto. L’unico risultato a cui dovranno aspirare le sarde è la vittoria, perché un arrivo a pari punti con Roma e San Martino le condannerebbe al nono posto in classifica; gli scontri non premiano la squadra di coach Restivo, per questo motivo l’unico modo per accedere ai play-off sarebbe con un successo in trasferta.Repower Sanga Milano contro Famila Wuber Schio (sabato, ore 20.30, diretta LBF TV). Per non chiudere all’ultimo posto, le lombarde dovranno uscire dal Bocconi Sport Center con una vittoria oppure sperare nella sconfitta di Battipaglia nell’impegno casalingo, questo grazie al 2-0 ottenuto nei due scontri diretti durante la regular season. Le scledensi, dopo la vittoria nel recupero con Roma, sono matematicamente certe del loro secondo posto, traguardo che potrebbe migliorare nel weekend solo ed esclusivamente con una sconfitta di Venezia nella sfida proprio contro le capitoline; in caso di arrivo a pari punti con le orogranata e Bologna, la classifica rimarrebbe invariata.RMB Brixia Basket contro Allianz Geas Sesto San Giovanni (sabato, ore 20.30, diretta LBF TV). Le bresciane sono già certe del loro decimo posto, ma andranno sul parquet di fronte ai propri tifosi per onorare anche l’ultimo impegno casalingo stagionale provando a vincere il derby contro una delle squadre più attrezzate del campionato. Le ospiti, oltre a dover ottenere la vittoria nell’ultima giornata, dovranno attendere il risultato di Campobasso – sperando in una sconfitta sul campo di Bologna – e chiedere aiuto alla matematica per conquistare il tanto agognato fattore campo al termine della regular season; in caso di vittoria o sconfitta da parte di entrambe, la classifica non subirebbe mutamenti.Umana Reyer Venezia contro Oxygen Roma Basket (sabato, ore 20.30, diretta LBF TV). Per certificare il primo posto matematico al termine della regular season e il fattore campo in tutte le serie dei play-off, le orogranata dovranno comunque difendere il proprio palazzetto conquistando la vittoria o nella peggiore delle ipotesi, sperare nella contemporanea sconfitta di Schio. La compagine capitolina, già qualificata per la post-season, può solo peggiorare la propria posizione in classifica, poiché una sconfitta e la vittoria di San Martino contro Sassari la condannerebbe all’ottavo posto; in caso di vittoria o di sconfitta delle ‘lupe’, verrebbe confermato il settimo posto in campionato.O.ME.P.S. Battipaglia contro Passalacqua Ragusa (sabato, ore 20.30, diretta LBF TV). Gli scontri diretti contro Milano premiano proprio queste ultime, perciò le campane per evitare di chiudere la regular season al tredicesimo posto saranno obbligate ad uscire dal PalaZauli con una vittoria. Le siciliane sono già matematicamente al sesto posto e non potranno né migliorare né peggiorare la loro condizione, per questo motivo la trasferta di Battipaglia potrà essere già un banco di prova per sperimentare nuovi schemi in vista dei play-off.Virtus Segafredo Bologna contro La Molisana Magnolia Campobasso (sabato, ore 20.30, diretta LBF TV). Le bianconere, sicure del proprio posto sul podio, non possono ambire alla vetta della classifica, ma potranno sperare ancora nel secondo posto se Venezia uscisse sconfitta dalla propria sfida, Schio riuscisse a conquistare la vittoria e chiaramente anche la squadra di coach Vincent portasse a casa i due punti. Per le molisane saranno la vittoria in trasferta o la matematica a premiarle con il quarto posto, tutto questo se la Geas uscisse con un successo dal parquet di Brescia, poiché in caso contrario le gerarchie rimarrebbero immutate; ai play-off è già sicuro il duello proprio con le lombarde, perciò sarà il fattore campo il premio in palio in questa ultima giornata. LEGGI TUTTO

  • in

    Da LeBron James a Curry e Durant: ecco il nuovo Dream Team per le Olimpiadi!

    Chiudi menuTuttosport.comTuttosport.comNaviga le sezioniabbonatiLeggi il giornaleSegui le DiretteLiveI nostri socialFacebookInstagramTwitterTelegramContinua ad esplorareContattaciFaqRSSMappa del SitoLa RedazioneEdizione DigitaleAbbonamentiFaqCookie PolicyPrivacy PolicyNote legaliCondizioni generaliPubblicitàChiudi menuTuttosport.comTuttosport.comLoginregistratiabbonatiLeggi il giornaleTuttosport.comTuttosport.comTuttosport.com LEGGI TUTTO

  • in

    A2 Girone B – Cinque prestazioni da segnalare della venticinquesima giornata

    Vicenza si è messa nella situazione di poter sperare ancora grazie alla vittoria contro Pallacanestro Vigarano, arrivata grazie alla buona prova di Giorgia Assentato. La numero 13 ha chiuso con 16 punti, 5 rimbalzi e 3 palle rubate, in quella che è la sua terza miglior prestazione stagionale dopo i 20 punti fatti registrare contro Abano Terme e i 19 di Trieste. In termini di steals, si tratta della seconda miglior prova del 2023/2024 per Assentato, che ha rubato altrettanti palloni in altre due occasioni, ovvero nei match contro Udine e contro Abano Terme.
    La top scorer di questa giornata della Serie A2 è stata invece Giulia Cecili, che ha chiuso il match contro Basket Girls Ancona con 26 punti, 5 rimbalzi, 3 assist e 3 palle rubate. Per la numero 11 di ARAN Cucine Panthers Roseto si tratta non solo del season high, ma anche del career high, dato che non aveva mai segnato così tanto: il 33 di valutazione che ha ottenuto è nettamente il dato più alto di questo suo 2023/2024 e ottima è stata la sua percentuale al tiro da due punti (88%), dove ha sbagliato solo una volta (8/9). Per la capitana di Roseto è la seconda doppia cifra consecutiva, nonché la nona della sua stagione e anche il dato delle palle recuperate è uno dei migliori della sua annata. Solo in due casi, infatti, Cecili aveva rubato quattro palloni – contro Rovigo e contro Bolzano – mentre questa è stata la terza volta in cui ha messo a referto tre steals.
    A insidiare il secondo posto di Roseto c’è Ecodem Alpo, vittoriosa nel match contro Solmec Rovigo grazie alla grande prova di Anna Turel. La numero 5 ha chiuso con 19 punti e 5 palle rubate, risultando la top scorer della sua squadra e di tutto il match. Per la classe 2002 si tratta della quinta miglior prestazione stagionale in termini di punti, ed è l’ottava doppia cifra consecutiva nei match in cui ha giocato (non è entrata nella sfida contro Vigarano). Il dato delle palle recuperate è però ancora più interessante: per Turel le cinque steals sono il massimo dato in carriera, che aveva già raggiunto solo in un’occasione, ovvero nel match contro Ponzano quando nel 2021/2022 indossava ancora la maglia di Udine.
    Ai piani alti della classifica, la vittoria dell’Halley Thunder Matelica su Martina Treviso ha consentito alla squadra marchigiana di andare a +2 sulla formazione veneta e su Futurosa iVision Trieste. Erica Sanchez ha chiuso con 18 punti, 9 rimbalzi e 0 palle perse in uscita dalla panchina, risultando decisiva nei soli 22 minuti in cui è rimasta in campo. Al pari di Chelsea D’Angelo, Sanchez è stata la miglior realizzatrice del match e ha trovato la sua seconda miglior prestazione stagionale in termini di punti, dopo i 22 segnati nel match contro Trieste. I 9 rimbalzi raccolti rappresentano invece il miglior dato della sua stagione, già raggiunto nel match contro Abano Terme: la combinazione di questi due fattori ha permesso alla classe 1976 di trovare il suo season high per valutazione, con 26.
    In chiusura, da segnalare anche la prova di un’altra giocatrice argentina, ovvero Celia Fiorotto, che nella vittoria di Posaclima Ponzano contro Alperia Basket Club Bolzano ha chiuso con una doppia doppia da 12 punti  e 10 rimbalzi, oltre a 3 palle recuperate e 2 stoppate. Per Fiorotto si tratta della quinta doppia doppia stagionale, la prima delle ultime dieci giornate. Dopo un buon inizio di stagione Fiorotto era infatti un po’ scesa di livello, ma la prestazione di sabato fa ben sperare Ponzano in vista dei playoff. È la settima volta in stagione che Fiorotto va in doppia cifra nei rimbalzi, nonché la nona che ci va per punti ed è anche la terza volta in stagione che chiude con due stoppate. Per quanto riguarda le steals, le tre di sabato sono il suo career high in Serie A2, dato che è il massimo che ha raggiunto in questa stagione, la sua prima in Italia.  

    A2 Femminile – Girone B12^ Giornata di RitornoRISULTATI:13/04/2024Futurosa Trieste iVision – Wave Thermal Abano Terme 58 – 69Basket Girls Ancona – ARAN Cucine Panthers Roseto 60 – 80Martina Treviso – Halley Thunder Matelica 63 – 64Posaclima Ponzano – Alperia Basket Club Bolzano 57 – 52Solmec Rhodigium Basket – Ecodem Alpo 67 – 7714/04/2024W.APU Delser Crich Udine – PF Umbertide 64 – 53Velcofin Interlocks Vicenza – Pallacanestro Vigarano 67 – 60CLASSIFICA:W.APU Delser Crich Udine 46, Ecodem Alpo 38, ARAN Cucine Panthers Roseto 38, Halley Thunder Matelica 32, Martina Treviso 30, Futurosa Trieste iVision 30, Posaclima Ponzano 28, Alperia Basket Club Bolzano 24, PF Umbertide 22, Velcofin Interlocks Vicenza 20, Solmec Rhodigium Basket 14, Basket Girls Ancona 12, Pallacanestro Vigarano 8, Wave Thermal Abano Terme 8CLASSIFICA MARCATRICI:Siciliano A. (Pallacanestro Vigarano) 560 (24,3)Miccoli C. (Futurosa Trieste iVision) 383 (15,3)Degiovanni E. (Wave Thermal Abano Terme) 366 (14,6)Kotnis A. (Alperia Basket Club Bolzano) 355 (14,2)Cutrupi A. (Pallacanestro Vigarano) 345 (13,8)Baldi B. (PF Umbertide) 340 (13,6)Turel A. (Ecodem Alpo) 330 (14,3)Gramaccioni B. (Halley Thunder Matelica) 330 (13,8)Katshitshi K. (W.APU Delser Crich Udine) 328 (13,1)Zanetti S. (Solmec Rhodigium Basket) 319 (12,8)Sorrentino G. (ARAN Cucine Panthers Roseto) 313 (13)Schwienbacher L. (Alperia Basket Club Bolzano) 312 (12,5)D’Angelo C. (Martina Treviso) 299 (14,2)Nori A. (Ecodem Alpo) 293 (11,7)Sammartini G. (Futurosa Trieste iVision) 292 (11,7)Parmesani F. (Ecodem Alpo) 290 (11,6)Bacchini C. (W.APU Delser Crich Udine) 287 (11,5)Poggio A. (Halley Thunder Matelica) 283 (11,3)Obouh Fegue A. (ARAN Cucine Panthers Roseto) 280 (14)Rosset M. (Futurosa Trieste iVision) 279 (17,4) LEGGI TUTTO

  • in

    A2 Girone A – Cinque prestazioni da segnalare della venticinquesima giornata

    La top scorer di questa giornata nel Girone A è stata Sara Giangrasso, autrice di una prova da 22 punti, 3 rimbalzi e 3 assist nella vittoria di Torino Teen Basket contro Dimensione Bagno Carugate, che ha permesso alla squadra piemontese di tenere vive le speranze di evitare i playout. In termini di punti, per la classe 2000 si tratta della seconda miglior prestazione stagionale, dopo i 25 punti segnati nella sfida contro Basket Roma e per la quinta volta in stagione Giangrasso ha mandato a bersaglio ben tre canestri da oltre l’arco, stavolta realizzando con il 50%. È la seconda miglior prestazione anche in termini di valutazione, e il 20 che ha ottenuto sabato era già stato raggiunto nel match contro Selargius. Giangrasso è stata la top scorer del match e ha segnato 22 punti restando in campo per 28 minuti.
    Tra le prove più sorprendenti c’è sicuramente quella di Martina Guzzoni, che nella vittoria che ha permesso a Cestistica Spezzina di assicurarsi i playoff ha chiuso con 15 punti, 4 rimbalzi e 4 assist. Per la classe 2006 questa è stata la miglior stagione in carriera, come dimostrato anche dal fatto che quella di ieri è stata la seconda miglior prestazione stagionale. Guzzoni aveva infatti già segnato 18 punti nel match del girone di andata contro Broni e ne aveva trovati 15 anche contro Empoli la giornata precedente. Per Guzzoni si tratta della terza doppia cifra nelle ultime quattro gare, nonché il secondo match consecutivo con 4 assist messi a referto, che rappresentano a loro volta la seconda miglior prestazione stagionale.
    Tra le migliori assistwoman del campionato non si può inoltre non annoverare Beatrice Attura, che nella vittoria che ha dato all’Autosped BCC Derthona il primo posto ha chiuso con 20 punti e 8 assist. La capitana delle giraffe, fresca di rinnovo con la squadra fino al 2026, ha trovato il suo massimo stagionale negli assist: per tornare all’ultima volta in cui aveva fatto registrare un dato più alto bisogna risalire alla stagione 2020/2021, quando con la maglia di Venezia ne aveva messi a referto 9 nel quarti di finale contro Costa Masnaga. I 20 punti rappresentano invece solo la settima miglior prestazione stagionale e il settimo ventello della stagione: con 16.2 punti di media Attura è la top scorer del girone e nelle 25 partite disputate in questa stagione è scesa sotto la doppia cifra solo in cinque casi.
    Subito dietro l’Autosped BCC Derthona, CLV-Limonta Costa Masnaga si è assicurata il secondo posto grazie alla super vittoria nel derby contro Logiman Broni. In caso di arrivo a pari punti con Polisportiva Galli San Giovanni Valdarno la formazione lombarda avrà infatti dalla sua gli scontri diretti, per cui il suo secondo posto è ormai definitivo. Ashley Ravelli è stata decisiva nel match contro Broni: Costa ha svoltato la partita nel terzo quarto con un parziale di 5-25 e la sua numero 00 ha messo a referto 8 punti in quei dieci minuti, con due pesantissime triple che hanno indirizzato la partita all’inizio e alla fine del quarto. Ravelli ha chiuso con 13 rimbalzi e 4 rimbalzi e ha messo a referto ben 3 tre triple sulle otto tentate: è la dodicesima volta in stagione che ne manda a bersaglio almeno tre e solo in quattro casi, quando Ravelli ha segnato così tanto, Costa Masnaga non è tornata a casa con i due punti.
    In chiusura, impossibile non menzionare la prestazione di Silvia Ceccarelli, che ha chiuso con 19 punti, 5 rimbalzi e 2 assist il match contro la Stella Azzurra Roma. Per Ceccarelli si tratta della quinta miglior prestazione stagionale, nonché l’ottava doppia cifra nelle ultime nove partite. In questa stagione Ceccarelli ha raggiunto la doppia cifra in quattordici partite su 25 e stavolta ha fatto bene anche a rimbalzo. I cinque rimbalzi raccolti sono la seconda miglior prestazione stagionale, dopo i sette raccolti contro Mantova e i sei contro Torino: è l’ottava volta in stagione che Ceccarelli chiude con 5 rimbalzi.

    A2 Femminile – Girone A12^ Giornata di RitornoRISULTATI:13/04/2024Techfind San Salvatore Selargius – Stella Azzurra Roma 68 – 54Autosped BCC Derthona Basket – USE Rosa Scotti Empoli 73 – 58San Giorgio MantovAgricoltura – Tecnoengineering Moncalieri 75 – 46Dimensione Bagno Carugate – Torino Teen Basket 51 – 7214/04/2024Cestistica Spezzina – Basket Foxes Giussano 60 – 47Basket Roma – Polisportiva A. Galli San Giovanni Valdarno 38 – 75Logiman Broni – CLV-Limonta Costa Masnaga 50 – 66CLASSIFICA:Autosped BCC Derthona Basket 46, CLV-Limonta Costa Masnaga 42, Polisportiva A. Galli San Giovanni Valdarno 40, San Giorgio MantovAgricoltura 34, Logiman Broni 32, Techfind San Salvatore Selargius 28, USE Rosa Scotti Empoli 26, Cestistica Spezzina 26, Basket Foxes Giussano 22, Torino Teen Basket 22, Basket Roma 12, Dimensione Bagno Carugate 8, Tecnoengineering Moncalieri 8, Stella Azzurra Roma 4
    CLASSIFICA MARCATRICI:Attura B. (Autosped BCC Derthona Basket) 406 (16,2)Favre L. (Cestistica Spezzina) 391 (15,6)Niedzwiedzka K. (Basket Foxes Giussano) 355 (15,4)Orazzo M. (San Giorgio MantovAgricoltura) 343 (13,7)Colli C. (Torino Teen Basket) 338 (14,1)Nasraoui M. (Polisportiva A. Galli San Giovanni Valdarno) 323 (16,2)Rulli G. (Dimensione Bagno Carugate) 317 (13,8)Ceccarelli S. (Techfind San Salvatore Selargius) 314 (12,6)Allievi V. (CLV-Limonta Costa Masnaga) 303 (12,1)Rossini M. (Polisportiva A. Galli San Giovanni Valdarno) 300 (12)Moroni G. (Logiman Broni) 297 (11,9)Templari E. (Cestistica Spezzina) 279 (11,2)Colognesi S. (Cestistica Spezzina) 278 (11,1)Fantini M. (Basket Roma) 273 (11,4)Castellani A. (USE Rosa Scotti Empoli) 272 (10,9)Policari E. (Logiman Broni) 258 (13,6)Aghilarre B. (Basket Roma) 258 (10,8)Gatti V. (Basket Foxes Giussano) 256 (10,7)Giangrasso S. (Torino Teen Basket) 251 (10,9)Lucantoni L. (Basket Roma) 250 (10,9) LEGGI TUTTO

  • in

    Techfind Serie A1: tutto pronto per il rush finale, le interviste in “mixed zone”

    Avvicina la post-season la Dinamo Banco di Sardegna Sassari, anche se la svolta decisiva sarà il match della settimana prossima a San Martino: nel frattempo le sarde vincono in rimonta 68-63 sull’E-Work Faenza dopo esser state sotto ben oltre la doppia cifra. Così Debora Carangelo per le sarde: “Partite molli, contratte, non abbiamo giocato benissimo nei primi tre quarti ma abbiamo voluto fortemente il successo, i canestri di Mya sono stati fondamentali, brave a crederci e ad arrivare all’ultima con San Martino per giocarci i playoff. Dobbiamo andare là come nell’ultimo quarto oggi”. Patricia Brossman commenta così un incredibile epilogo per Faenza: “Incredibile è la giusta parola per descrivere questa partita, penso che non abbiamo difeso nella seconda metà e specie nell’ultimo quarto, da tre punti. Questo non attenerci al nostro piano partita ci è costato il risultato”.
    Contestualmente, San Martino scende al nono posto e sarà ora costretta a vincere con Sassari, eliminandola. L’Alama perde 82-61 in casa de La Molisana Magnolia Campobasso, che sale al quarto posto. Martina Kacerik in casa Campobasso: “San Martino è una squadra che mette molta intensità e siamo state brave a sfruttare ciò a nostro favore. Siamo partite bene, non siamo mai calate: abbiamo fatto un ottimo lavoro, era importante vincere e farlo con un grande scarto”. Taylor Soule per San Martino: “Complimenti a Campobasso, penso semplicemente siano state più brave, hanno giocato con più intensità e intelligenza. La prossima partita è la più importante per noi, dobbiamo imparare dalla sconfitta e trovare la vittoria sabato”.
    Campobasso approfitta proprio della sconfitta dell’Allianz Geas contro la Virtus Segafredo Bologna (prossimo avversario proprio delle molisane), 49-60. Lauren Cox per la Virtus: “Siamo sempre contente di vincere, che sia una brutta o una bella partita. E’ stata una partita combattuta e la prossima partita, l’ultima di regular season contro Campobasso, lo sarà altrettanto. Lavoriamo ogni giorno e ci prepariamo per giocare al meglio in questo finale di stagione. Moore è un’ottima giocatrice, è forte e lavora bene. Sapevamo che sarebbe stato un duello sotto canestro e che avrebbe potuto segnare e prendere i rimbalzi. Abbiamo fatto un buonissimo lavoro in difesa”. Prima della partita bella cerimonia in casa Geas per Giulia Arturi, che ci ha tenuto a ringraziare il pubblico: “Mi faceva piacere radunare tante persone oggi, tra quelle che hanno condiviso con me emozioni e dolori. Mi sembrava una cosa molto bella. Il campionato comunque va avanti, ora arrivano i Playoff, intanto però volevo condividere un bel momento, emozionante per tutti”.
    Tutto facile per il Famila Wuber Schio che liquida 101-51 l’O.ME.P.S. Battipaglia. Giorgia Sottana col suo commento al match per Schio: “Queste partite sono un po’ difficili da interpretare, bisogna arrivare sempre seri e fare un match serio, le più esperte hanno dimostrato di poterlo fare. Sono contenta che siano stati rispettati i pronostici”. Giovanna Elena Smorto per Battipaglia: “Quando si gioca contro Schio si cerca di concentrarsi sul proprio percorso e non su quello dell’altra squadra. Per noi questa partita ci è servita ad amalgamarci, tutte queste partite sono servite a cercare di capire e sviluppare gli equilibri”.
    In una gara che non sposta in classifica, la Passalacqua Ragusa vince 73-54 sul Repower Sanga Milano. Molto bene per Ragusa Matea Nikolic, sette punti: “Oggi ci mancavano Chidom e Spreafico, ho avuto tanto tempo in campo in più e credo che siamo state bravissime a entrare con energia, è stata una buona preparazione verso un periodo importante come quello dei Playoff”. Benedetta Bonomi in casa Sanga: “Stiamo mettendo a frutto tutto il lavoro che facciamo dall’inizio dell’anno, ovviamente rispetto a Ragusa c’è un divario fisico e tecnico importante, però da questa partita possiamo portare a casa il fatto di non aver mollato”.A1 Femminile25ª GiornataRISULTATI:14/04/2024Dinamo Banco di Sardegna Sassari – E-Work Faenza 68 – 63Passalacqua Ragusa – Repower Sanga Milano 73 – 54La Molisana Magnolia Campobasso – Alama San Martino di Lupari 82 – 61Allianz Geas Sesto San Giovanni – Virtus Segafredo Bologna 49 – 60Famila Wuber Schio – O.ME.P.S. Battipaglia 101 – 51Oxygen Roma Basket – RMB Brixia Basket 76 – 73Riposa: Umana Reyer VeneziaCLASSIFICA:Umana Reyer Venezia 40, Famila Wuber Schio 38, Virtus Segafredo Bologna 38, La Molisana Magnolia Campobasso 34, Allianz Geas Sesto San Giovanni 32, Passalacqua Ragusa 27, Oxygen Roma Basket 20, Dinamo Banco di Sardegna Sassari 20, Alama San Martino di Lupari 18, RMB Brixia Basket 14, E-Work Faenza 8, Repower Sanga Milano 4, O.ME.P.S. Battipaglia 4Dinamo Banco di Sardegna Sassari – E-Work Faenza 68 – 63 (17-13, 29-32, 37-54, 68-63)DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Raca* 12 (0/9, 3/5), Carangelo* 12 (2/7, 1/5), Toffolo 2 (1/4, 0/2), Crudo 7 (2/4, 1/2), Kaczmarczyk*, Hollingshed* 17 (1/1, 5/8), Joens* 18 (3/6, 2/9), Spiga NE, Bebbu NE, Fara NE, ToglianiAllenatore: Restivo A.Tiri da 2: 9/33 – Tiri da 3: 12/33 – Tiri Liberi: 14/15 – Rimbalzi: 33 11+22 (Raca 7) – Assist: 15 (Carangelo 8) – Palle Recuperate: 8 (Carangelo 4) – Palle Perse: 12 (Hollingshed 5)E-WORK FAENZA: Franceschelli* 9 (3/3, 1/3), Edokpaigbe* 8 (4/6, 0/1), Niemojewska* 2 (1/3, 0/1), Cvijanovic 4 (2/5 da 2), Tagliamento* 10 (4/9, 0/3), Peresson 3 (1/2 da 3), Spinelli 6 (3/3, 0/1), Grande NE, Dixon 8 (3/5 da 2), Brossmann* 13 (3/8, 1/2)Allenatore: Seletti P.Tiri da 2: 23/42 – Tiri da 3: 3/13 – Tiri Liberi: 8/8 – Rimbalzi: 41 7+34 (Brossmann 9) – Assist: 16 (Tagliamento 5) – Palle Recuperate: 3 (Niemojewska 2) – Palle Perse: 18 (Peresson 4)Arbitri: Foti D., Tallon U., Castellaneta A.Passalacqua Ragusa – Repower Sanga Milano 73 – 54 (21-13, 38-25, 56-42, 73-54)PASSALACQUA RAGUSA: Thomas* 8 (1/5, 2/5), Spreafico NE, Di Fine NE, Chessari, Milazzo 23 (3/7, 4/5), Jakubcova* 9 (2/7, 1/6), Pastrello* 9 (3/5, 1/2), Juskaite* 12 (3/9, 1/5), Miccoli* 5 (1/4, 1/4), Chidom NE, Nikolic 7 (1/1, 1/3)Allenatore: Lardo L.Tiri da 2: 14/38 – Tiri da 3: 11/30 – Tiri Liberi: 12/14 – Rimbalzi: 47 15+32 (Juskaite 8) – Assist: 15 (Pastrello 4) – Palle Recuperate: 12 (Milazzo 3) – Palle Perse: 10 (Miccoli 3)REPOWER SANGA MILANO: Toffali* 7 (1/6, 1/3), Guarneri 1 (0/0, 0/0), Beretta 3 (0/1, 1/2), Vintsilaiou* 3 (0/2, 0/1), Penz, Turmel* 13 (6/11, 0/3), Bonomi 7 (2/3, 1/4), Urbaniak Dornstauder* 8 (4/7 da 2), Tulonen 4 (2/5, 0/3), Madonna* 8 (1/2, 2/4)Allenatore: Pinotti U.Tiri da 2: 16/37 – Tiri da 3: 5/21 – Tiri Liberi: 7/14 – Rimbalzi: 37 8+29 (Urbaniak Dornstauder 10) – Assist: 15 (Toffali 4) – Palle Recuperate: 5 (Urbaniak Dornstauder 2) – Palle Perse: 14 (Madonna 5)Arbitri: Attard L., Tarascio S., Frosolini I.La Molisana Magnolia Campobasso – Alama San Martino di Lupari 82 – 61 (13-12, 43-31, 61-49, 82-61)LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO: Rizzo NE, Kunaiyi-Akpanah* 17 (6/8 da 2), Narviciute NE, Kacerik 3 (0/1, 1/3), Trimboli* 13 (2/3, 3/6), Giacchetti 6 (1/1, 1/3), Quinonez Mina 17 (6/9, 1/3), Dedic* 13 (4/8, 0/1), Morrison* 4 (2/5 da 2), Mistinova* 9 (3/4, 1/2)Allenatore: Sabatelli D.Tiri da 2: 24/39 – Tiri da 3: 7/18 – Tiri Liberi: 13/16 – Rimbalzi: 36 9+27 (Kunaiyi-Akpanah 9) – Assist: 20 (Trimboli 8) – Palle Recuperate: 11 (Quinonez Mina 4) – Palle Perse: 15 (Trimboli 4)ALAMA SAN MARTINO DI LUPARI: D’Alie* 5 (1/5, 1/6), Guarise 2 (1/1, 0/1), Conte* 13 (3/6, 2/5), Turcinovic* 5 (1/2, 1/1), Soule* 22 (8/12 da 2), Russo 9 (1/3, 2/4), Varaldi NE, Arado* 2 (0/0, 0/0), Vente 3 (1/3 da 2), Kostowicz NEAllenatore: Piazza G.Tiri da 2: 16/32 – Tiri da 3: 6/17 – Tiri Liberi: 11/17 – Rimbalzi: 18 3+15 (Soule 5) – Assist: 15 (D’alie 6) – Palle Recuperate: 7 (D’alie 2) – Palle Perse: 17 (D’alie 7)Arbitri: Gagliardi G., Morassutti A., Coraggio A.Allianz Geas Sesto San Giovanni – Virtus Segafredo Bologna 49 – 60 (16-24, 29-33, 43-46, 49-60)ALLIANZ GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Dotto C. 6 (0/6, 2/4), Moore* 13 (3/11, 0/1), Conti*, Begic 2 (0/5, 0/2), Arturi, Wadoux 10 (2/3, 2/4), Tava NE, Trucco* 6 (0/2, 2/6), Panzera* 2 (1/7, 0/1), Gwathmey* 10 (2/5, 0/2)Allenatore: Zanotti C.Tiri da 2: 8/40 – Tiri da 3: 6/23 – Tiri Liberi: 15/18 – Rimbalzi: 42 16+26 (Moore 10) – Assist: 12 (Dotto 3) – Palle Recuperate: 13 (Gwathmey 5) – Palle Perse: 12 (Conti 3)VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Del Pero 3 (1/1 da 3), Pasa* 12 (4/5, 1/2), Peters 12 (3/4, 2/4), Cox 7 (2/4, 1/5), Rupert* 10 (2/4, 2/6), Barberis, Dojkic* 5 (1/5, 0/3), Andre’* 4 (2/2 da 2), Zandalasini* 5 (1/7, 1/4), Orsili 2 (1/1 da 2), ConsoliniAllenatore: Vincent P.Tiri da 2: 16/33 – Tiri da 3: 8/25 – Tiri Liberi: 4/6 – Rimbalzi: 44 10+34 (Cox 12) – Assist: 20 (Pasa 4) – Palle Recuperate: 6 (Del Pero 1) – Palle Perse: 16 (Zandalasini 4)Arbitri: De Biase S., Giovannetti G., D’Amato A.Famila Wuber Schio – O.ME.P.S. Battipaglia 101 – 51 (24-8, 56-30, 81-40, 101-51)FAMILA WUBER SCHIO: Juhasz 11 (5/7, 0/1), Bestagno 8 (3/5 da 2), Sottana* 20 (3/6, 4/7), Verona M. 18 (4/5, 2/5), Guirantes NE, Crippa* 9 (3/4, 1/2), Parks* 6 (2/6, 0/2), Keys* 9 (2/5, 1/2), Penna 12 (3/4, 0/3), Reisingerova* 8 (4/8 da 2)Allenatore: Dikaioulakos G.Tiri da 2: 29/50 – Tiri da 3: 8/22 – Tiri Liberi: 19/23 – Rimbalzi: 49 15+34 (Juhasz 9) – Assist: 27 (Sottana 5) – Palle Recuperate: 11 (Crippa 3) – Palle Perse: 9 (Verona 3)O.ME.P.S. BATTIPAGLIA: Seka* 13 (3/5, 1/1), Potolicchio 7 (2/4, 1/3), Prete NE, Yurkevichus 10 (5/6, 0/1), Policari*, Smorto 10 (5/8, 0/2), Johnson* 2 (1/8, 0/2), Milani* 2 (1/3 da 2), Domenger 5 (0/4, 1/4), Ferrari Calabro* 2 (1/4, 0/7)Allenatore: Conte M.Tiri da 2: 18/44 – Tiri da 3: 3/21 – Tiri Liberi: 6/9 – Rimbalzi: 33 11+22 (Yurkevichus 9) – Assist: 11 (Ferrari Calabro 6) – Palle Recuperate: 3 (Seka 1) – Palle Perse: 19 (Ferrari Calabro 6)Arbitri: Chersicla A., Berlangieri C., Forni M.Oxygen Roma Basket – RMB Brixia Basket 76 – 73 (22-21, 49-34, 70-48, 76-73)OXYGEN ROMA BASKET: Diop NE, Mbaye NE, Romeo* 18 (3/6, 3/5), Dongue* 12 (3/8, 0/1), Cupido* 8 (1/2, 1/2), Natali 7 (2/5, 1/2), Bongiorno, Scarsi NE, Czukor* 8 (1/3, 2/5), Sventoraite 4 (2/2 da 2), Gilli 6 (2/5 da 2), Kalu* 13 (3/6, 0/2)Allenatore: Di Meglio V.Tiri da 2: 17/37 – Tiri da 3: 7/17 – Tiri Liberi: 21/25 – Rimbalzi: 32 6+26 (Dongue 9) – Assist: 10 (Cupido 3) – Palle Recuperate: 7 (Kalu 3) – Palle Perse: 14 (Cupido 4)RMB BRIXIA BASKET: Bordiga NE, Landi, Zanardi* 20 (3/6, 4/6), Tomasoni R.*, Pinardi, Louka* 13 (5/10, 1/3), Boothe 10 (3/5, 1/3), Garrick* 16 (2/4, 2/7), Skoric 9 (2/3, 1/2), Tassinari* 5 (1/4, 1/3)Allenatore: Cesaro S.Tiri da 2: 16/34 – Tiri da 3: 10/27 – Tiri Liberi: 11/12 – Rimbalzi: 33 9+24 (Zanardi 8) – Assist: 12 (Garrick 3) – Palle Recuperate: 8 (Landi 3) – Palle Perse: 15 (Zanardi 3)Arbitri: Masi A., Lupelli L., Corrias C.CLASSIFICA MARCATRICI:Moore T. (Allianz Geas Sesto San Giovanni) 377 (17,1)Garrick M. (RMB Brixia Basket) 368 (16)Chidom O. (Passalacqua Ragusa) 342 (15,5)Johnson C. (O.ME.P.S. Battipaglia) 337 (14,7)Raca I. (Dinamo Banco di Sardegna Sassari) 333 (15,9)Gwathmey J. (Allianz Geas Sesto San Giovanni) 320 (13,9)Tagliamento M. (E-Work Faenza) 315 (14,3)Dongue L. (Oxygen Roma Basket) 310 (15,5)Zanardi C. (RMB Brixia Basket) 307 (13,3)Dedic N. (La Molisana Magnolia Campobasso) 290 (12,6)Louka V. (RMB Brixia Basket) 279 (12,1)Dixon L. (E-Work Faenza) 277 (12,6)Joens A. (Dinamo Banco di Sardegna Sassari) 277 (12,6)Turcinovic L. (Alama San Martino di Lupari) 273 (13)Hollingshed M. (Dinamo Banco di Sardegna Sassari) 273 (12,4)Ferrari Calabro P. (O.ME.P.S. Battipaglia) 269 (12,2)Juskaite L. (Passalacqua Ragusa) 269 (11,7)Shepard J. (Umana Reyer Venezia) 268 (14,1)Kalu E. (Oxygen Roma Basket) 267 (14,1)Zandalasini C. (Virtus Segafredo Bologna) 263 (12) LEGGI TUTTO

  • in

    Techfind Serie A1, prende il via la venticinquesima giornata di campionato

    Aprirà il venticinquesimo turno la sfida tra Dinamo Banco di Sardegna Sassari e E-Work Faenza (domenica, ore 18, diretta LBF TV). La compagine isolana, dopo la sconfitta subita contro Bologna, avrà l’obbligo di portare a casa un successo di fronte al proprio pubblico, così da potersi giocare contro San Martino di Lupari all’ultima giornata un posto nelle migliori otto. Per le ospiti, ormai certe del terzultimo posto, si tratterà dell’ultima partita di regular season e per questo motivo cercheranno di onorare l’impegno cercando di espugnare il parquet avversario.Al Palaminardi andrà in scena la gara che coinvolgerà la Passalacqua Ragusa e la Repower Sanga Milano (domenica, ore 18, diretta LBF TV). Ormai certe del sesto posto, le siciliane proveranno a dare ai propri tifosi un assaggio di ciò che vedranno ai play-off affrontando la penultima forza del campionato con la massima concentrazione. Le milanesi cercheranno l’impresa in una trasferta ostica, una vittoria sarebbe importante per evitare quasi con matematica certezza di scendere nelle gerarchie, portando a casa il terzo successo stagionale.Si proseguirà con il duello tra La Molisana Magnolia Campobasso e l’Alama San Martino di Lupari (domenica, ore 18, diretta LBF TV). Le padrone di casa sono ancora alla ricerca del fattore campo per poter affrontare il primo turno di play-off con i favori del pronostico, ma come prima cosa servirà sbarazzarsi di un’avversaria in difficoltà, la quale però ha ambizione di rimanere tra le prime otto e lotterà con tutte le proprie forze. La squadra veneta sta attraversando un momento negativo e per poterne uscire dovrà necessariamente uscire da questa trasferta con due punti, un traguardo utile per avvicinarsi sempre di più alla post-season in attesa dello scontro diretto con Sassari.Il big match di giornata sarà quello tra Allianz Geas Sesto San Giovanni e Virtus Segafredo Bologna (domenica, ore 18, diretta LBF TV). Le lombarde hanno l’ultima chance per provare a salire sul podio, ma dovranno come prima cosa superare le bolognesi, perché una sconfitta potrebbe costare addirittura il fattore campo in favore di Campobasso. Alle bianconere basterà un successo per avere la certezza del terzo posto, tuttavia la volontà della squadra allenata da coach Vincent sarà quella di puntare fino all’ultimo a migliorare il proprio piazzamento in classifica.Famila Wuber Schio contro O.ME.P.S. Battipaglia (domenica, ore 18, diretta LBF TV) sarà la partita tra i fronti opposti della classifica. In attesa di recuperare la gara contro Roma, le scledensi affronteranno il fanalino di coda del campionato per proseguire il loro momento d’oro e chiudere la regular season al secondo posto, salvo passi falsi di Venezia che potrebbero dare alle ‘orange’ addirittura la vetta. Una trasferta complicata per le campane, le quali si troveranno di fronte la squadra più in forma della massima serie, ma la volontà di scalare le gerarchie e abbandonare l’ultima posizione potrebbero spingerle ad una memorabile impresa.Testa a testa in zona play-off tra Oxygen Roma Basket e RMB Brixia Basket (domenica, ore 18, diretta LBF TV) chiuderà il programma della Techfind Serie A1. Le capitoline cercheranno la quarta vittoria consecutiva in campionato per ottenere la decima vittoria stagionale, tutto questo prima di affrontare in rapida successione Schio e Venezia, due sfide che potrebbero potenzialmente compromettere una prima storica qualificazione ai play-off. Per le bresciane si tratterà dell’ultima chance a disposizione per sperare ancora di raggiungere l’ottavo posto in quello che sarà a tutti gli effetti uno scontro diretto, ma espugnare il PalaTiziano potrebbe rivelarsi un arduo compito per le ragazze di coach Cesaro. LEGGI TUTTO

  • in

    Serie A2, la venticinquesima giornata è alle porte

    GIRONE AA rompere gli indugi saranno Techfind San Salvatore Selargius e Stella Azzurra Roma (sabato, ore 17). Le isolane avranno l’occasione di qualificarsi matematicamente ai play-off difendendo le proprie mura e regalando ai tifosi locali un motivo per festeggiare; tuttavia, per ottenere la certezza del sesto posto dovranno attendere l’eventuale sconfitta di Empoli in trasferta. La compagine capitolina dovrà obbligatoriamente uscire dal palazzetto ostile con una vittoria, altrimenti sarà ufficialmente retrocessa; la discesa nella categoria inferiore arriverebbe anche in caso di successo, se Moncalieri e Carugate dovessero ottenere lo stesso risultato.Si proseguirà con la sfida tra Autosped BCC Derthona Basket e USE Rosa Scotti Empoli (sabato, ore 18). Le piemontesi potranno ipotecare il primo posto in classifica superando le avversarie di fronte al proprio pubblico, ottenendo così la quarta vittoria consecutiva dopo aver dato prova nelle precedenti tre settimane della loro qualità difensiva. Le toscane hanno ancora la possibilità di conquistare il sesto posto, nel caso in cui Selargius facesse un passo falso in casa, ma allo stesso tempo dovranno guardare con attenzione la sfida tra La Spezia e Giussano per conoscere il loro destino, perché la vittoria delle liguri le qualificherebbe ai play-off anche con una sconfitta.Al Palasport Marco Sguaitzer andrà in scena il duello tra San Giorgio MantovAgricoltura e Tecnoengineering Moncalieri (sabato, ore 20.30). L’obiettivo delle lombarde sarà quello di conquistare la quinta vittoria consecutiva che potrebbe portare loro al quarto posto e quindi al potenziale fattore campo durante i play-off, non prima però di conoscere l’esito della partita tra Broni e Costa Masnaga. Le piemontesi saranno obbligate a vincere se vorranno migliorare la loro posizione in classifica salendo al dodicesimo posto, forti anche del successo ottenuto la scorsa settimana contro Carugate che però non ha consentito loro il tempestivo sorpasso, a causa della differenza canestri.A chiudere la prima parte della venticinquesima giornata ci penseranno Dimensione Bagno Carugate e Torino Teen Basket (sabato, ore 20.30). La squadra lombarda dovrà difendere le proprie mura dall’assalto delle rivali per evitare di scivolare al penultimo posto; allo stesso tempo vincere servirà per consolidare la propria posizione in classifica, poiché gli scontri diretti con la Basket Roma non permetterebbero loro il sorpasso. La matematica non potrà venire incontro alle torinesi, perché in caso di arrivo a pari punti con La Spezia e Giussano, la classifica avulsa andrebbe a premiare le lombarde; tuttavia vincere sul parquet ostile servirà ad onorare al meglio questo finale di stagione prima dell’ultima giornata da disputare di fronte al proprio pubblico.Scontro diretto con un posto play-off in palio quello tra Cestistica Spezzina e Basket Foxes Giussano (domenica, ore 18). La sconfitta contro Torino ha parzialmente compromesso il cammino delle liguri, le quali si troveranno di fronte un vero e proprio ostacolo che le porterà ad un bivio: la vittoria sarà qualificazione matematica ai play-off, la sconfitta le taglierebbe fuori definitivamente. La compagine brianzola si aggrapperà con le unghie all’ultima possibilità rimasta per raggiungere la post-season e per riuscire a centrare questo obiettivo stagionale servirà una vittoria sul parquet avversario; in caso di sconfitta, nonostante un’eventuale differenza canestri favorevole, la squadra di coach Corno sarebbe eliminata dalla corsa.Il PalaRinaldi sarà teatro della gara tra Basket Roma e Polisportiva A.Galli San Giovanni Valdarno (domenica, ore 18). Già certe dell’undicesimo posto, le capitoline giocheranno la loro ultima gara in casa provando a dare una gioia ai propri tifosi, sebbene il weekend le porrà davanti ad una avversaria tutt’altro che facile da affrontare. Le toscane sfrutteranno l’impegno esterno di Costa Masnaga per provare a riconquistare la seconda posizione in campionato, ma per riuscirci servirà ugualmente un successo sul parquet delle romane.Il derby lombardo tra Logiman Broni e CLV-Limonta Costa Masnaga (domenica, ore 18) andrà a completare il programma del Girone A. Le pavesi dovranno vincere questa sfida regionale per mantenere il quarto posto e dunque il fattore campo ai play-off, inoltre sconfiggere le rivali vorrebbe dire potenzialmente farle slittare al terzo posto. Le ragazze di coach Andreoli avranno una grossa possibilità di puntare alla vetta della classifica, però dovranno espugnare il parquet rivale e contemporaneamente sperare nella sconfitta di Derthona, così da poterle affrontare per il primato nella settimana successiva; tuttavia, la trasferta non sarà semplice e una sconfitta potrebbe anche costare loro il secondo posto.GIRONE BAd aprire le danze saranno Futurosa iVision Trieste e Wave Thermal Abano Terme (sabato, ore 18). Per non perdere il fattore campo ai play-off, la compagine triestina dovrà difendere le proprie mura dall’assalto del fanalino di coda e ottenere un’importante successo che eviti di farla scivolare in basso nelle gerarchie. Le aponensi avranno invece l’obbligo di conquistare i due punti in palio uscendo da questa complicata trasferta, in caso contrario saranno condannate alla retrocessione con un turno di anticipo visti gli scontri diretti sfavorevoli con Vigarano.Il programma proseguirà con la sfida tra Basket Girls Ancona e ARAN Cucine Panthers Roseto (sabato, ore 18.30). Le marchigiane potranno provare a migliorare la loro posizione in classifica cercando di fare lo scalpo alla terza forza del campionato; l’undicesimo posto è ancora a portata di mano e questo renderebbe meno amaro il finale di stagione dopo le otto sconfitte consecutive. Le abruzzesi possono solo sperare di arrivare al secondo posto duellando a distanza con Alpo e per poter riuscire a mantenere la scia delle rivali dovranno tornare alla vittoria in trasferta dopo tre mesi esatti.Big match del Girone B che coinvolgerà Martina Treviso e Halley Thunder Matelica (sabato, ore 19). Le trevigiane hanno la possibilità di arrivare al quarto posto in classifica, ottenendo dunque il fattore campo durante la post-season; tuttavia, la gara del weekend le porrà di fronte ad una diretta avversaria con le stesse identiche ambizioni. La squadra di coach Sorgentone può ipotecare la quinta posizione senza però dover rinunciare ad obiettivi più importanti, per questo motivo sarà obbligatorio espugnare il parquet delle venete e sperare nella sconfitta di Trieste per effettuare il sorpasso.Scontro diretto con punti pesanti in palio tra Posaclima Ponzano e Alperia Basket Club Bolzano (sabato, ore 20). La compagine veneta dovrà sfruttare la spinta dei propri tifosi per ottenere la matematica qualificazione ai play-off in quella che sarà la sfida più calda del weekend; una sconfitta e l’eventuale successo di Umbertide sul campo di Udine potrebbe mettere ulteriore pressione alla squadra allenata da coach Giannolla. Le tre sconfitte consecutive hanno messo a dura prova il cammino delle altoatesine che saranno costrette ad uscire da questa trasferta con due punti, un risultato che garantirebbe loro anche il settimo posto; un passo falso potrebbe costare loro caro se Umbertide facesse l’impresa in Friuli, poiché scivolerebbero al nono posto.Il derby veneto del venticinquesimo turno vedrà la Solmec Rhodigium Basket affrontare la Ecodem Alpo (sabato, ore 20.30). Un successo dopo quattro sconfitte consecutive darebbe il matematico undicesimo posto alle padrone di casa, le quali però dovranno vedersela contro la seconda forza della classe determinata a mantenere la loro posizione in classifica in vista dei play-off. La squadra di coach Soave ha perso l’imbattibilità casalinga ed è reduce da due sconfitte in fila, ma la possibilità di perdere la seconda piazza darà loro la giusta verve per uscire da questa trasferta con il miglior risultato possibile.Il primo posticipo sarà la sfida tra W.APU Delser Crich Udine e PF Umbertide (domenica, ore 14.30). Quattordici vittorie di fila, imbattute nel nuovo anno e certe del primo posto nel Girone B, le friulane chiuderanno la loro regular season in casa provando a mantenere questo filotto di successi, regalando l’ennesima gioia ad un pubblico ormai abituato ad uscire soddisfatto dal ‘Primo Carnera’. La squadra umbra potrebbe essere arrivata all’ultima chiamata possibile per i play-off, poiché gli scontri diretti con Ponzano e Bolzano sono tutti sfavorevoli; tuttavia, proprio sul più bello di una grande rimonta, arriverà la sfida più probante e una vittoria di questo calibro sarà considerata decisamente più di un’impresa normale.A chiudere i battenti ci penseranno la Velcofin Interlocks Vicenza e la Pallacanestro Vigarano (domenica, ore 18). Una seconda parte di campionato ad altissimi livelli permetterà alle venete di chiudere la stagione regolare tra gli applausi del proprio pubblico, ma non solo perché la vittoria nel weekend e l’eventuale sconfitta di Umbertide a Udine potrebbero dare alla squadra di coach Zara la possibilità di puntare al nono posto. Le ospiti con una vittoria sarebbero certe di far retrocedere Abano Terme, ma potrebbero tirare ugualmente un piccolo sospiro di sollievo se fosse Trieste a battere le aponensi; tuttavia, la compagine ferrarese ha una differenza reti favorevole con Ancona, perciò con un successo in trasferta e la contemporanea sconfitta delle marchigiane, il discorso dodicesimo posto rimarrebbe aperto fino all’ultima giornata. LEGGI TUTTO

  • in

    Techfind Serie A1: equilibri stabili in classifca, Roma in risalita. Le interviste in “mixed zone”

    In testa alla classifica resiste l’Umana Reyer Venezia, che supera l’ostacolo della trasferta in casa della Passalacqua Ragusa per 57-70 (Juskaite 15, Kuier 21). Martina Fassina, nel weekend del suo compleanno, così per la Reyer: “Sicuramente non era facile oggi, loro sono un’ottima squadra che ha giocato una partita di grande intensità. Siamo state brave in difesa e sulle palle vaganti, cosa che ci ha dato la spinta per portarla a casa”. Ilaria Milazzo per una Ragusa ormai certa del sesto posto: “Purtroppo ancora oggi ci condizionano le assenze, Spreafico e poi Chidom a gara in corso, ma questa non dev’essere una giustificazione. Io penso comunque che il nostro roster sia costruito per una posizione che va dal sesto al quarto posto. Non finiremo nelle prime 4 in regular season, ma possiamo raggiungere le Semifinali e daremo tutto per farlo”.
    Nonostante tutto, tiene botta il Famila Wuber Schio con un netto 43-85 nel derby veneto contro l’Alama San Martino di Lupari (Turcinovic 9; Guirantes 17). Costanza Verona per Schio: “Abbiamo preparato la partita molto bene, San Martino può metterti in difficoltà, abbiamo messo grande attenzione sui particolari. Abbiamo ben eseguito il piano partita, sfruttando bene vicino a canestro la loro assenza di Kostowicz. Forse l’unico aspetto da aggiustare sono le palle perse”. Per San Martino, Anastasia Conte: “I primi due quarti abbiamo segnato poco e preso tiri affrettati. Loro sono partite alla grande non lasciandoci spazio, gli ultimi due quarti abbiamo spinto un po’ di più ma non si può approcciare una partita così, specie contro le campionesse in carica”.
    La Virtus Segafredo Bologna tiene il ritmo con la vittoria 81-63 sulla Dinamo Banco di Sardegna Sassari (Zandalasini 20; Raca 15). Così per Virtus Olbis Andrè: “È stata una partita che siamo riuscite a controllare bene sin dall’inizio, ci sono stati alcuni momenti più complessi durante il suo corso però siamo state brave perchè a differenza dell’andata in casa loro siamo riuscite a mantenere il controllo. Dobbiamo concentrarci molto di più sulla nostra difesa, all’inizio abbiamo concesso molti canestri facili e nel secondo tempo abbiamo cercato di limitarli”. Così il coach sassarese Antonello Restivo: “Sapevamo che sarebbe stata una partita molto difficile contro una squadra in uno stato di forma importante, una squadra che sicuramente vedremo secondo me in finale scudetto per giocarsi il titolo. Noi abbiamo giocato bene nei momenti di alta aggressività offensiva abbiamo cercato di portarle a delle parse o dei tiri difficili, dovevamo in certi momenti controllare di più il ritmo. Quando abbiamo attaccato più in profondo abbiamo mosso più velocemente la palla abbiamo fatto molto bene, ma loro sono stati molto bravi a toglierci quei naturali tiri da tre punti con i piedi per terra che noi ogni volta cerchiamo. Le ragazze hanno fatto l’ennesima partita buona, sono molto fiducioso per queste altre due partite che ci mancano”.
    In zona Playoff, La Molisana Magnolia Campobasso rimane agganciata a Geas con la vittoria 67-72 sul campo di RMB Brixia Basket (Louka 14; Morrison 16). Stefania Trimboli lancia la volata molisana per il quarto posto: “Complimenti a Brescia, noi siamo partite un po’ molli ritrovandoci nel secondo quarto. Negli ultimi minuti ci è mancata un po’ di lucidità ma fortunatamente abbiamo vinto. Affrontiamo una gara alla volta, come sempre”. Ramona Tomasoni per una Brixia vicinissima ai Playout, ma con margine per provare a completare l’impresa evitandoli: “Campobasso ha aumentato le sue percentuali nel corso della partita, noi siamo calate e ci hanno fatto un controparziale nel secondo quarto che ci è costato la partita, un errore che abbiamo già fatto. Andremo a Roma per vincere, per provare a evitare i Playout”.
    Risale l’Oxygen Roma Basket, che supera 81-84 l’E-Work Faenza (Tagliamento 22; Dongue 30). Molto clutch per Roma l’ex dell’incontro, Rosa Cupido: “Sapevamo che non sarebbe stata una partita facile, qui a Faenza è difficile vincere ed io lo so bene visto che ho giocato qui gli ultimi due anni. Siamo state brave mentalmente a rimanere sul pezzo. Non abbiamo mai mollato anche quando loro sono tornate punto a punto e alla fine abbiamo portato i due punti a casa”. Tina Cvijanovic per le faentine: “Sto bene dopo l’infortunio, sono pronta per il finale di questa stagione. Raccontare questa partita è difficile perchè come al solito eravamo lì, ma nelle battute conclusive non ce l’abbiamo fatta. Torniamo in palestra a lavorare, per preparare al meglio i Playout”.A1 Femminile11^Giornata di RitornoRISULTATI:06/04/2024Repower Sanga Milano – Allianz Geas Sesto San Giovanni 71 – 72Passalacqua Ragusa – Umana Reyer Venezia 57 – 70E-Work Faenza – Oxygen Roma Basket 81 – 8407/04/2024RMB Brixia Basket – La Molisana Magnolia Campobasso 67 – 72Virtus Segafredo Bologna – Dinamo Banco di Sardegna Sassari 81 – 63Alama San Martino di Lupari – Famila Wuber Schio 43 – 85CLASSIFICA:Umana Reyer Venezia 38, Famila Wuber Schio* 36, Virtus Segafredo Bologna 36, Allianz Geas Sesto San Giovanni 32, La Molisana Magnolia Campobasso 32, Passalacqua Ragusa 25, Alama San Martino di Lupari* 18, Oxygen Roma Basket* 18, Dinamo Banco di Sardegna Sassari 18, RMB Brixia Basket 14, E-Work Faenza** 8, O.ME.P.S. Battipaglia 4, Repower Sanga Milano 4*una partita in meno**una partita in piùRepower Sanga Milano – Allianz Geas Sesto San Giovanni 71 – 72 (20-20, 35-36, 49-57, 71-72)REPOWER SANGA MILANO: Toffali 22 (3/8, 5/5), Pesenti NE, Guarneri NE, Beretta* 3 (1/2 da 3), Vintsilaiou* 10 (2/4, 2/3), Penz, Turmel* 11 (1/2, 2/3), Bonomi NE, Urbaniak Dornstauder* 10 (4/7 da 2), Tulonen 11 (1/3, 3/4), Madonna* 4 (2/3, 0/4), Finessi NEAllenatore: Pinotti U.Tiri da 2: 13/31 – Tiri da 3: 13/24 – Tiri Liberi: 6/12 – Rimbalzi: 34 7+27 (Urbaniak Dornstauder 15) – Assist: 19 (Urbaniak Dornstauder 6) – Palle Recuperate: 5 (Beretta 1) – Palle Perse: 17 (Vintsilaiou 5)ALLIANZ GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Dotto C. 10 (1/3, 2/3), Moore* 24 (10/16, 1/1), Conti* 3 (1/1 da 3), Begic 4 (2/6, 0/3), Arturi NE, Wadoux 8 (1/1, 2/8), Tava NE, Trucco* 6 (3/6, 0/1), Panzera* 8 (4/6, 0/3), Gwathmey* 9 (3/6 da 2)Allenatore: Zanotti C.Tiri da 2: 24/44 – Tiri da 3: 6/20 – Tiri Liberi: 6/9 – Rimbalzi: 30 7+23 (Moore 6) – Assist: 20 (Dotto C. 7) – Palle Recuperate: 10 (Moore 3) – Palle Perse: 10 (Dotto C. 4)Arbitri: Bonotto F., Rodia P., Ferrara C.Passalacqua Ragusa – Umana Reyer Venezia 57 – 70 (18-20, 32-33, 42-54, 57-70)PASSALACQUA RAGUSA: Thomas* 10 (5/12, 0/4), Spreafico NE, Di Fine 3 (1/2 da 3), Chessari NE, Milazzo 12 (2/5, 1/2), Salice NE, Jakubcova* 10 (0/5, 2/5), Pastrello* 3 (0/2, 1/5), Juskaite* 15 (6/11, 1/5), Miccoli M. 2 (1/3 da 2), Chidom* 2 (1/3 da 2), Nikolic NEAllenatore: Lardo L.Tiri da 2: 15/41 – Tiri da 3: 6/23 – Tiri Liberi: 9/13 – Rimbalzi: 30 9+21 (Thomas 5) – Assist: 16 (Thomas 4) – Palle Recuperate: 7 (Milazzo 4) – Palle Perse: 8 (Milazzo 2)UMANA REYER VENEZIA: Logoh NE, Berkani, Gorini 2 (1/1 da 2), Villa* 9 (3/9, 1/3), Nicolodi NE, Pan* 9 (3/7 da 3), Held, Cubaj 4 (2/3 da 2), Fassina* 9 (2/5, 1/2), Shepard* 16 (5/9 da 2), Kuier* 21 (4/9, 4/6)Allenatore: Mazzon A.Tiri da 2: 17/37 – Tiri da 3: 9/19 – Tiri Liberi: 9/14 – Rimbalzi: 47 10+37 (Shepard 15) – Assist: 19 (Fassina 8) – Palle Recuperate: 5 (Kuier 2) – Palle Perse: 16 (Fassina 5)Arbitri: Costa A., Attard M., Lanciotti V.E-Work Faenza – Oxygen Roma Basket 81 – 84 (19-23, 34-40, 58-59, 81-84)E-WORK FAENZA: Franceschelli* 4 (1/3, 0/2), Edokpaigbe* 11 (4/5 da 2), Ciuffoli C. NE, Niemojewska NE, Cvijanovic 18 (2/4, 3/5), Tagliamento* 22 (3/5, 4/10), Peresson* 14 (1/2, 4/8), Spinelli NE, Grande, Ciuffoli E. NE, Dixon NE, Brossmann* 12 (1/7, 1/3)Allenatore: Seletti P.Tiri da 2: 12/26 – Tiri da 3: 12/29 – Tiri Liberi: 21/27 – Rimbalzi: 27 6+21 (Brossmann 11) – Assist: 12 (Cvijanovic 4) – Palle Recuperate: 5 (Peresson 3) – Palle Perse: 14 (Tagliamento 3) – Cinque Falli: PeressonOXYGEN ROMA BASKET: Romeo* 7 (2/4, 1/4), Dongue* 30 (15/18 da 2), Cupido* 21 (6/10, 1/1), Natali 3 (0/2, 1/4), Bongiorno NE, Scarsi NE, Czukor* 8 (4/6, 0/4), Sventoraite 3 (1/2 da 2), Gilli 5 (2/2, 0/1), Kalu* 7 (3/4, 0/1)Allenatore: Di Meglio V.Tiri da 2: 33/48 – Tiri da 3: 3/15 – Tiri Liberi: 9/13 – Rimbalzi: 36 8+28 (Dongue 12) – Assist: 12 (Romeo 3) – Palle Recuperate: 6 (Dongue 2) – Palle Perse: 16 (Dongue 6) – Cinque Falli: DongueArbitri: Rudellat M., Berlangieri C., Cassinadri A.RMB Brixia Basket – La Molisana Magnolia Campobasso 67 – 72 (25-13, 40-45, 55-59, 67-72)RMB BRIXIA BASKET: Bordiga NE, Landi 2 (1/1 da 2), Zanardi* 12 (2/5, 2/4), Tomasoni R.* 2 (1/1, 0/1), Pinardi 3 (1/1 da 3), Louka* 16 (5/11, 1/1), Boothe 4 (2/3, 0/1), Garrick* 9 (4/9, 0/8), Skoric 5 (2/6, 0/1), Tassinari* 14 (1/1, 4/7)Allenatore: Cesaro S.Tiri da 2: 18/37 – Tiri da 3: 8/24 – Tiri Liberi: 7/11 – Rimbalzi: 34 11+23 (Zanardi 11) – Assist: 17 (Garrick 4) – Palle Recuperate: 7 (Tassinari 3) – Palle Perse: 15 (Zanardi 3) – Cinque Falli: Tomasoni R.LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO: Moffa NE, Kunaiyi-Akpanah* 5 (2/2, 0/1), Narviciute, Kacerik, Trimboli* 13 (1/3, 3/6), Giacchetti, Quinonez Mina 15 (6/9, 1/2), Dedic* 12 (3/6, 2/3), Morrison* 16 (3/7, 3/8), Mistinova* 11 (4/12, 1/2)Allenatore: Sabatelli D.Tiri da 2: 19/39 – Tiri da 3: 10/24 – Tiri Liberi: 4/5 – Rimbalzi: 37 10+27 (Kunaiyi-Akpanah 7) – Assist: 20 (Trimboli 7) – Palle Recuperate: 8 (Kunaiyi-Akpanah 2) – Palle Perse: 16 (Trimboli 5)Arbitri: Perocco A., Maschietto C., Bartolini L.Virtus Segafredo Bologna – Dinamo Banco di Sardegna Sassari 81 – 63 (25-15, 40-35, 66-49, 81-63)VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Del Pero, Pasa* 12 (4/5, 1/1), Peters 8 (3/7 da 2), Cox 5 (2/4, 0/1), Rupert* 11 (4/5, 1/1), Barberis 2 (1/1, 0/1), Dojkic* 9 (3/4, 1/3), Andre’* 12 (6/8 da 2), Zandalasini* 20 (6/6, 2/5), Orsili 2 (1/1, 0/1), ConsoliniAllenatore: Vincent P.Tiri da 2: 30/42 – Tiri da 3: 5/15 – Tiri Liberi: 6/9 – Rimbalzi: 30 5+25 (Peters 7) – Assist: 19 (Dojkic 5) – Palle Recuperate: 6 (Andre’ 3) – Palle Perse: 17 (Dojkic 4)DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Raca* 15 (7/10, 0/3), Carangelo* 7 (1/3, 1/3), Toffolo 7 (2/4, 1/4), Crudo 3 (1/4, 0/1), Kaczmarczyk* 13 (3/6, 1/1), Hollingshed* 4 (2/5, 0/4), Joens* 9 (2/7, 1/3), Spiga NE, Bebbu NE, Togliani 5 (1/5, 1/1)Allenatore: Restivo A.Tiri da 2: 19/44 – Tiri da 3: 5/20 – Tiri Liberi: 10/14 – Rimbalzi: 30 12+18 (Toffolo 4) – Assist: 10 (Carangelo 3) – Palle Recuperate: 12 (Joens 3) – Palle Perse: 14 (Kaczmarczyk 5)Arbitri: Salustri V., Grappasonno F., Forni M.Alama San Martino di Lupari – Famila Wuber Schio 43 – 85 (5-22, 10-45, 24-63, 43-85)ALAMA SAN MARTINO DI LUPARI: D’Alie* 5 (1/5, 1/4), Guarise 4 (2/3, 0/1), Tau NE, Conte* 6 (2/7, 0/4), Turcinovic* 9 (3/9, 1/7), Soule* 6 (1/5, 1/3), Russo 5 (1/5, 1/4), Arado 4 (2/3, 0/1), Diakhoumpa 2 (1/1 da 2), Vente* 2 (0/2 da 2), Kostowicz NEAllenatore: Piazza G.Tiri da 2: 13/40 – Tiri da 3: 4/24 – Tiri Liberi: 5/10 – Rimbalzi: 29 11+18 (Vente 6) – Assist: 11 (Turcinovic 5) – Palle Recuperate: 10 (Conte 3) – Palle Perse: 14 (D’Alie 3) – Cinque Falli: SouleFAMILA WUBER SCHIO: Juhasz* 12 (5/10 da 2), Bestagno M. 8 (1/3 da 2), Sottana 11 (1/1, 3/4), Verona* 9 (3/6, 1/2), Guirantes* 17 (4/4, 3/5), Crippa, Parks* 4 (1/2, 0/2), Keys* 8 (4/6, 0/2), Penna 3 (1/3 da 3), Reisingerova 13 (6/9 da 2)Allenatore: Dikaioulakos G.Tiri da 2: 25/42 – Tiri da 3: 8/19 – Tiri Liberi: 11/15 – Rimbalzi: 49 13+36 (Verona 6) – Assist: 20 (Verona 6) – Palle Recuperate: 7 (Juhasz 3) – Palle Perse: 16 (Verona 4)Arbitri: Ursi S., Tommasi E., Castellaneta A.CLASSIFICA MARCATRICI:Moore T. (Allianz Geas Sesto San Giovanni) 364 (17,3)Garrick M. (RMB Brixia Basket) 352 (16)Chidom O. (Passalacqua Ragusa) 342 (15,5)Johnson C. (O.ME.P.S. Battipaglia) 335 (15,2)Raca I. (Dinamo Banco di Sardegna Sassari) 321 (16)Gwathmey J. (Allianz Geas Sesto San Giovanni) 310 (14,1)Tagliamento M. (E-Work Faenza) 305 (14,5)Dongue L. (Oxygen Roma Basket) 298 (15,7)Zanardi C. (RMB Brixia Basket) 287 (13)Dedic N. (La Molisana Magnolia Campobasso) 277 (12,6)Dixon L. (E-Work Faenza) 269 (12,8)Ferrari Calabro P. (O.ME.P.S. Battipaglia) 267 (12,7)Louka V. (RMB Brixia Basket) 266 (12,1)Turcinovic L. (Alama San Martino di Lupari) 263 (13,8)Joens A. (Dinamo Banco di Sardegna Sassari) 259 (12,3)Zandalasini C. (Virtus Segafredo Bologna) 258 (12,3)Juskaite L. (Passalacqua Ragusa) 257 (11,7)Hollingshed M. (Dinamo Banco di Sardegna Sassari) 256 (12,2)Kalu E. (Oxygen Roma Basket) 254 (14,1)Carangelo D. (Dinamo Banco di Sardegna Sassari) 250 (11,9) LEGGI TUTTO