More stories

  • in

    A1 F.: Perugia stecca la prima in casa. 3-0 Chieri

    BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA – REALE MUTUA FENERA CHIERI 0-3 (22-25 18-25 20-25)BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Mlinar 9, Koolhaas 2, Ortolani 6, Angeloni 9, Aelbrecht 4, Di Iulio 2, Rumori (L), Casillo 4, Havelkova 4, Agrifoglio 2, Cecchetto (L). Non entrate: Scarabottini, Carcaces. All. Bovari.REALE MUTUA FENERA CHIERI: Villani 16, Mazzaro 6, Grobelna 12, Perinelli 8, Zambelli 7, Bosio 3, De Bortoli (L), Frantti 3, Laak 1, Alhassan, Mayer. Non entrate: Gibertini, Meijers, Marengo. All. Bregoli.ARBITRI: Verrascina, Grassia.NOTE – Durata set: 25′, 24′, 24′; Tot: 73′.

    PERUGIA – Chieri vince a Perugia il primo anticipo della 1. giornata di A1 femminile. Spiccano i 16 punti di Villani e i 12 di Grobelna per Chieri. Nessuna giocatrice in doppia cifra per le umbre.   

    LA PARTITA  

    Nel primo set Chieri scappa avanti, ma Perugia non molla e si riporta a -2 sul 10-12 grazie al muro. La Fenera riallunga sul 11-16 con due punti consecutivi di Perinelli e mantiene il vantaggio sul 15-22 sfruttando gli errori delle “magliette nere”. La Bartoccini Fortinfissi ha un sussulto sul turno di battuta di Mlinar e con Ortolani risale fino al 21-24 costringendo coach Bregoli a chiamare timeout. Al rientro in campo ancora Mlinar riaccende le speranze umbre, poi il servizio lungo di Casillo consegna il set sul 22-25 alla Reale Mutua. Grobelna e Villani danno il doppio vantaggio alle piemontesi in avvio di secondo set, Casillo accorcia, ma le ospiti continuano a comandare e sul 6-11 Bovari ferma il gioco. La Bartoccini Fortinfissi risale sul 10-14 con Mlinar, Angeloni e uno errore delle avversarie. La mira errata della schiacciatrice croata di Perugia e Perinelli danno l’allungo a Chieri: 11-17. Le piemontesi sono padrone del campo e per Villani è facile siglare il punto del 13-20. Le ragazze di casa accorciano con il turno di battuta di Agrifoglio che mette in difficoltà la Fenera, che comunque riesce a scattare sul 16-22. Nuovo time out per Bovari, ma alla ripresa del gioco è ancora Villani con due punti di fila a regalare otto set point alle ospiti. Perugia annulla i primi due, ma un mani e fuori del muro dà la seconda frazione sul 18-25 a Chieri. Il primo punto di Perugia nel terzo set è opera di Havelkova, poi il muro delle umbre fissa il punteggio sul 7 a 7. Le ragazze di casa sono in partita e con Aelbrecht e la schiacciatrice ceca vanno sul 10-9. Agrifoglio vince una contesa a rete e ferma il tentativo di allungo di Chieri che comunque riesce a portarsi sul 12-15 con due muri consecutivi. Bovari prova a cambiare: dentro Ortolani per Mlinar, ma Villani non lascia scampo alla Bartoccini Fortinfissi che si rifugia nel time out sul 12-16. Si torna in campo e il primo tempo di Mazzaro porta la Reale Mutua sul 12-17. Le ospiti hanno il controllo del gioco, la nuova entrata Franti realizza il 14-21 che costringe Bovari a fermare il gioco. Aelbrecht interrompe il parziale di Chieri, ma Perugia continua a fare troppa fatica per mettere a terra il pallone. La Bartoccini risale sul 18-23 con Casillo e un errore di Franti e sul 20-24 con Angeloni: questa volta è Bregoli a voler parlare alle sue ragazze. Alla ripresa delle ostilità Grobelna chiude il set, 20-25, e la partita. 

     La schiacciatrice ceca della Bartoccini Fortinfissi Perugia, Helena Havelkova, commenta la sconfitta: “C’è tanto da lavorare, Chieri ha giocato molto bene. È una formazione senza grandi nomi, ma gioca bene di squadra e copre bene il campo; mentre noi siamo state troppo tese e impazienti. Loro sono state brave a portarsi avanti con alcuni break che noi non siamo riuscite a recuperare. Ci vuole pazienza: siamo una squadra completamente nuova, oggi ci mancava il libero, avevamo alcuni problemini in mezzo, ma abbiamo bisogno di giocare e basta”.
    Alessia Mazzaro, centrale della Reale Mutua Fenera Chieri, ha festeggiato nel migliore dei modi il 22° compleanno: “Sono contentissima per il debutto con una vittoria in trasferta: ringrazio le mie compagne per il regalo di compleanno. Abbiamo giocato bene, ma possiamo dare anche di più, adesso abbiamo due settimane per lavorare dato che la seconda giornata di campionato riposiamo”. LEGGI TUTTO

  • in

    Una super Reale Mutua Fenera Chieri cancella Perugia all’esordio

    Di Redazione
    La prima vittoria nel campionato di Serie A1 2020-2021 è della Reale Mutua Fenera Chieri, e che vittoria: le piemontesi schiantano a domicilio la Bartoccini Fortinfissi Perugia, imponendosi con un secco 0-3 (22-25, 18-25, 20-25) che va al di là di ogni pronostico della vigilia. Grande prova per la formazione di Bregoli, che trova in Francesca Villani una finalizzatrice implacabile (16 punti); le perugine si dimostrano invece ancora in ritardo di condizione e scontano anche l’assenza del libero titolare Cecchetto, sostituita da Rumori.
    Nel giorno del compleanno di Alessia Mazzaro e del presidente Filippo Vergnano, la squadra piemontese si fa il miglior regalo sfoderando una prestazione eccellente sotto qualunque punto di vista. Se le umbre non hanno sicuramente espresso le loro qualità, disputando una partita contratta e discontinua, è giusto riconoscere i meriti delle chieresi che hanno condotto l’incontro dall’inizio dalla fine, hanno giocato in modo attento, lucido ed efficace, e dimostrato di saper tenere botta ogni volta che le padrone di casa hanno alzato il ritmo. Gran serata delle attaccanti laterali, ottima tenuta del muro-difesa, servizio incisivo, prezioso contributo anche delle giocatrici inizialmente in panchina: questi i principali ingredienti alla base di una vittoria da incorniciare.
    La cronaca:Nel primo set Chieri scappa avanti, ma Perugia non molla e si riporta a -2 sul 10-12 grazie al muro. La Fenera riallunga sul 11-16 con due punti consecutivi di Perinelli e mantiene il vantaggio sul 15-22 sfruttando gli errori delle “magliette nere”. La Bartoccini Fortinfissi ha un sussulto sul turno di battuta di Mlinar e con Ortolani risale fino al 21-24 costringendo coach Bregoli a chiamare timeout. Al rientro in campo ancora Mlinar riaccende le speranze umbre, poi il servizio lungo di Casillo consegna il set sul 22-25 alla Reale Mutua. Grobelna e Villani danno il doppio vantaggio alle piemontesi in avvio di secondo set, Casillo accorcia, ma le ospiti continuano a comandare e sul 6-11 Bovari ferma il gioco. La Bartoccini Fortinfissi risale sul 10-14 con Mlinar, Angeloni e uno errore delle avversarie. La mira errata della schiacciatrice croata di Perugia e Perinelli danno l’allungo a Chieri: 11-17. Le piemontesi sono padrone del campo e per Villani è facile siglare il punto del 13-20. Le ragazze di casa accorciano con il turno di battuta di Agrifoglio che mette in difficoltà la Fenera, che comunque riesce a scattare sul 16-22. Nuovo time out per Bovari, ma alla ripresa del gioco è ancora Villani con due punti di fila a regalare otto set point alle ospiti. Perugia annulla i primi due, ma un mani e fuori del muro dà la seconda frazione sul 18-25 a Chieri. Il primo punto di Perugia nel terzo set è opera di Havelkova, poi il muro delle umbre fissa il punteggio sul 7 a 7. Le ragazze di casa sono in partita e con Aelbrecht e la schiacciatrice ceca vanno sul 10-9. Agrifoglio vince una contesa a rete e ferma il tentativo di allungo di Chieri che comunque riesce a portarsi sul 12-15 con due muri consecutivi. Bovari prova a cambiare: dentro Ortolani per Mlinar, ma Villani non lascia scampo alla Bartoccini Fortinfissi che si rifugia nel time out sul 12-16. Si torna in campo e il primo tempo di Mazzaro porta la Reale Mutua sul 12-17. Le ospiti hanno il controllo del gioco, la nuova entrata Frantti realizza il 14-21 che costringe Bovari a fermare il gioco. Aelbrecht interrompe il parziale di Chieri, ma Perugia continua a fare troppa fatica per mettere a terra il pallone. La Bartoccini risale sul 18-23 con Casillo e un errore di Frantti e sul 20-24 con Angeloni: questa volta è Bregoli a voler parlare alle sue ragazze. Alla ripresa delle ostilità Grobelna chiude il set, 20-25, e la partita.
    Alessia Mazzaro, centrale della Reale Mutua Fenera Chieri, ha festeggiato nel migliore dei modi il 22° compleanno: “Sono contentissima per il debutto con una vittoria in trasferta: ringrazio le mie compagne per il regalo di compleanno. Abbiamo giocato bene, ma possiamo dare anche di più, adesso abbiamo due settimane per lavorare dato che nella seconda giornata di campionato riposiamo”.
    La schiacciatrice ceca della Bartoccini Fortinfissi Perugia, Helena Havelkova, commenta la sconfitta: “C’è tanto da lavorare, Chieri ha giocato molto bene. È una formazione senza grandi nomi, ma gioca bene di squadra e copre bene il campo; mentre noi siamo state troppo tese e impazienti. Loro sono state brave a portarsi avanti con alcuni break che noi non siamo riuscite a recuperare. Ci vuole pazienza: siamo una squadra completamente nuova, oggi ci mancava il libero, avevamo alcuni problemini in mezzo, ma abbiamo bisogno di giocare e basta”.
    Bartoccini Fortinfissi Perugia-Reale Mutua Fenera Chieri 0-3 (22-25, 18-25, 20-25)Bartoccini Fortinfissi Perugia: Mlinar 9, Koolhaas 2, Ortolani 6, Angeloni 9, Aelbrecht 4, Di Iulio 2, Rumori (L), Casillo 4, Havelkova 4, Agrifoglio 2, Cecchetto (L). Non entrate: Scarabottini, Carcaces. All. Bovari.Reale Mutua Fenera Chieri: Villani 16, Mazzaro 6, Grobelna 12, Perinelli 8, Zambelli 7, Bosio 3, De Bortoli (L), Frantti 3, Laak 1, Alhassan, Mayer. Non entrate: Gibertini, Meijers, Marengo. All. Bregoli.Arbitri: Verrascina, Grassia.Note: Durata set: 25′, 24′, 24′; Tot: 73′.
    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    A1 F.: Campionato al via, nuovo sondaggio. I risultati del sondaggio sul “volleysaponato” di Vicenza.

    MODENA – Con il campionato di A1 femminile al via archiviamo il sondaggio sull’esperienza di “volley saponato” organizzato dalla Lega Femminile a Vicenza.

    Alla domanda: Dopo il “volley saponato” di Vicenza e la figuraccia mondiale, cosa dovrebbero fare Fabris e la struttura di Lega femminile? Queste la classifica delle risposte…

    Dimettersi, senza possibilità di rielezione/assunzione 61,86%

    Dotare le giocatrici di scarpe chiodate da atletica 9.17%

    Andare a cena, tanto qualcuno ci penserà 8,28%
    Continuare così che alla fine è andata bene 8,28%

    Impedire a Mangiparty di intervenire in Rai per sminuire il valore tecnico dell’evento dopo la sospensione (foto) 6,71%
    Dare la colpa a chi ha montato il campo, ai giornalisti, all’umidità 5,70%.

    Al via il nuovo sondaggio semiserio sul campionato femminile…  LEGGI TUTTO

  • in

    Cuneo a Firenze per sfatare il tabù Mandela Forum

    Di Redazione
    Dopo nove settimane di preparazione, un impegno ufficiale in Supercoppa Italiana e sette test, la BOSCA S.BERNARDO CUNEO è pronta a iniziare la sua terza stagione consecutiva nel massimo campionato italiano di pallavolo femminile. L’avventura delle gatte partirà domenica 20 settembre alle ore 16 al Mandela Forum contro Il Bisonte Firenze (match a porte chiuse; diretta su LVF TV fruibile gratuitamente previa registrazione sulla piattaforma).
     Curiosamente, la BOSCA S.BERNARDO CUNEO riprenderà da dove aveva lasciato lo scorso campionato: il 3-0 casalingo sul Bisonte del 16 febbraio è infatti l’ultima partita disputata dalle gatte nella stagione 2019/2020. Domenica 20 le biancorosse cercheranno di sfatare il tabù Mandela Forum contro un’avversaria che, come Cuneo, ha fatto del cambiamento e della linea verde le linee guida del proprio mercato estivo. Alla corte di coach Mencarelli, a Firenze da fine febbraio, ad affiancare le confermate capitan Alberti, Venturi e Nwakalor sono arrivate giocatrici giovani e giovanissime per un roster che nei primi impegni ufficiali si è candidato a essere una delle potenziali sorprese della stagione.
    La BOSCA S.BERNARDO CUNEO si presenta al debutto in campionato ancora priva dell’opposto Erblira Bici, sulla strada del pieno recupero, e forte di una preparazione che ha fatto intravedere i grandi margini di miglioramento di una squadra dall’età media molto bassa. A due condottieri esperti come Andrea Pistola in panchina e capitan Noemi Signorile in campo il compito di mostrare la via a un gruppo che sembra aver già trovato una sua identità e coesione. Quattro le ex del confronto: Candi, Turco e Degradi sponda cuneese e Cambi sponda fiorentina. In perfetta parità il bilancio dei precedenti, con due successi della BOSCA S.BERNARDO CUNEO e due affermazioni del Bisonte Firenze.    
    «Gli allenamenti congiunti del precampionato ci hanno aiutato a trovare l’intesa e a capire su cosa dobbiamo lavorare maggiormente – dichiara Alice Degradi, schiacciatrice della BOSCA S.BERNARDO CUNEO –. C’è ancora tanta strada da fare, ma iniziamo ad avere un assetto definito e a trovare le sicurezze necessarie. Non vediamo l’ora di esordire visti i tanti mesi di stop. Il Bisonte è una squadra che gioca bene a pallavolo e sembra aver già trovato il giusto feeling; per vincere dovremo giocare bene, perché non ci concederanno nulla. Sono contenta di debuttare a Firenze, dove ho conosciuto tante belle persone».
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Intramontabile Piccinini: “Egonu sarà la mia erede, ma la Regina sono ancora io”

    Di Redazione
    Un palmarès ricchissimo, un esordio a soli 14 anni, nessuna voglia di appendere le ginocchia al chiodo. La Regina di Coppe, Francesca Piccinini, giocherà anche questa stagione con la maglia della Unet E-Work Busto Arsizio. Di ritiro neanche l’ombra, come dichiara alla Gazzetta dello Sport nell’edizione odierna.
    Questo sarà il suo 26° campionato di A­1. Che sensazione prova?
    “Come l’alfabeto, siamo arrivati alla Z. È strano ma la cosa più bella è che ho lo stesso entusiasmo della prima stagione. A gennaio 2020 quando sono rientrata avevo un obiettivo ben chiaro (una convocazione olimpica, ndr). Il Covid ha interrotto bruscamente la stagione ma a me non piace mollare le cose a metà. Quindi ho scelto di giocare ancora e vedere come va, che apporto posso dare alla squadra. E poi si vedrà”.
    Per anni lei è stata il simbolo della pallavolo italiana. Con 7 Champions vinte è definita Regina di Coppe. A chi lascerà il testimone?
    “Io ci sono ancora (ride, ndr). Comunque credo che Paola posso essere la mia erede. È una giocatrice fortissima e ha ancora margini di miglioramento. Nei prossimi anni potrà dare tanto sia in campo che fuori”.
    In queste stagioni qual è stata la vittoria più significativa?
    “La vittoria del Mondiale arrivata 18 anni fa è sicuramente uno dei ricordi più belli. E poi le 7 Champions League. Ma la vittoria più bella è sempre quella che deve ancora arrivare”.
    E la sconfitta che le brucia di più?
    “Il k.o. nei quarti a Pechino 2008 è un’eliminazione che ha fatto male anche perché con la Nazionale arrivavamo da un periodo di successi e medaglie tra Grand Prix ed Europei”.
    Da donna e da consigliere federale che idea si è fatta del caso Lloyd e dell’assenza di tutele contrattuali per le atlete incinta?
    “Non siamo difese. Per una donna diventare mamma è una cosa fantastica e mi sembra giusto che anche le pallavoliste possano ambire a questo con delle tutele contrattuali. Con il professionismo, con la spinta del nuovo sindacato, qualcosa deve succedere”.
    A Vicenza, in Supercoppa, ha vissuto prima l’euforia dell’evento all’aperto e poi la finale giocata indoor. Che ricordoha?
    “È stata la mia prima volta all’aperto. All’inizio ero molto carica per la bellezza della location e la particolarità dell’evento. Purtroppo il nostro sport ha qualche problema nel giocare all’aperto. Il fondo del campo era diventato pericoloso. Al di là di questo il nostro obiettivo era andare in finale e ci siamo riuscite. Poi Conegliano ha dimostrato tutta la sua forza e credo che anche in campionato parte da favorito. Ma sarà una stagione interessante e oltre le 4 finaliste di Supercoppa a Monza e Perugia”.
    Nel suo futuro si vede allenatrice?
    “Non lo disdegnerei, ma nel settore giovanile. Delle piccole Piccinini innamorate della pallavolo”. LEGGI TUTTO

  • in

    Francesca Bosio e la stagione chiave della sua carriera: “Non scappo dalle pressioni”

    Di Redazione
    Questa sera si alza il sipario sulla serie A1 femminile. Ad aprire il campionato due anticipi: alle ore 20 Bartoccini Fortinfissi Perugia – Reale Mutua Fenera Chieri e, alle 20.30, Saugella Monza-Unet E-Work Busto Arsizio.
    Per quanto riguarda Chieri, quest’anno la cabina di regia è stata affidata Francesca Bosio: 23 anni di Milano, la palleggiatrice ha militato prima a Novara, Filottrano e Cuneo e ora ha ereditato il posto da titolare da Jordyn Poulter. La sua intervista per Tuttosport.
    Francesca Bosio, un campionato che potrebbe essere la svolta della sua carriera?
    “Si è così. La scorsa stagione è stata formativa anche se ho giocato poco. Mi sono concentrata soprattutto sull’allenamento, che è stato di livello alto. Mi sento cresciuta sotto il profilo sia tecnico, sia psicologico. Sono felice per la fiducia che mi è stata data sia dalla società sia da coach Bregoli. Avrò addosso più responsabilità e tensioni ma questo è il mio lavoro e non scappo. Possiamo dire la nostra e ripetere lo scorso straordinario campionato chiuso al settimo posto”.
    Dirigerà un reparto centrali e schiacciatrici quasi del tutto rinnovato, cosa camia nel gioco di Chieri?
    “Mi preme dire che si è già formato un gruppo molto unito in campo e fuori. In banda sia la Villani che la Frantti sono due attacchi potenti che amano colpire il pallone alto. Quindi abbiamo deciso di impostare un pallavolo forse un po’ meno veloce rispetto al passato ma con palla più piazzata e alta per sfruttare le loro doti di salto e forza che ben esprimono anche a muro. Al centro sto lavorando con la Zambelli per migliorare i sincronismi della fast, il suo colpo migliore. La statunitense Alhassan possiede una grande fisicità e sa essere micidiale sul primo tempo classico al centro”.
    Come vive la concorrenza di ruolo con l’argentina Vicky Mayer?
    “Come uno stimolo e una crescita. E’ normale avere una compagna che si gioca il posto da titolare con te. Se non reggi queste pressioni non sei una giocatrice da serie A”.
    Che partita sarà contro Perugia?
    “Perugia si è molto rinforzata. E’ una squadra esperta e con attaccanti importanti, Ortolani, Angeloni, Aelbrecht, che dovremo essere brave a limitare. Non sarà facile. Ma sappiamo che la nostra pallavolo può metterle in difficoltà”. LEGGI TUTTO

  • in

    A1 F.: Il sabato della ripartenza. Doppio anticipo a Perugia e Monza

    MODENA – Si alza finalmente il sipario sulla Serie A1 Femminile. Dopo l’interruzione forzata dello scorso marzo a causa dell’emergenza sanitaria, si torna a gareggiare per lo Scudetto. Tra oggi e domani si giocano le partite della 1. giornata del girone di andata. 

    In ordine temporale, saranno Bartoccini Fortinfissi Perugia e Reale Mutua Fenera Chieri a scendere in campo per prime, questa sera alle ore 20. Una gara di esordio che ripropone l’avvio della scorsa stagione a campi invertiti: in quell’occasione fu Chieri ad avere la meglio 3-1 approfittando anche dell’emozione in un esordio storico per le umbre che poi trovarono il riscatto nel match di ritorno vinto al tie-break con una gara ricca di sali-scendi.“Perugia si è rinforzata rispetto all’anno scorso – la lettura di Francesca Bosio, palleggiatrice delle torinesi -. È una squadra sicuramente molto esperta con attaccanti importanti, che noi dovremo essere brave a riuscire a limitare. Non sarà facile, anche per il fatto di dover affrontare una trasferta lunga. Il nostro obiettivo principale è fare bene e dimostrare qual è la pallavolo che sappiamo fare”.

    Poco più tardi, alle 20.30, il derby lombardo tra Saugella Monza e Unet E-Work Busto Arsizio. Heyrman e compagne puntano a partire col piede giusto in campionato e portarsi a casa i primi punti dell’annata sportiva. Tra le note positive in casa Saugella, c’è anche il rientro di Anna Danesi, out in questo avvio di stagione per un fastidio alla schiena e recuperata appieno. Bustocche invece ancora senza Poulter e con Gennari e Gray non al meglio. Coach Fenoglio presenta così la partita: “Arriviamo all’esordio bene, il lavoro che doveva essere fatto è stato fatto, in questi ultimi due giorni ci focalizzeremo più sugli aspetti tattici. Vediamo di arrivare nella migliore condizione psicofisica possibile, giocheremo contro una squadra di gran livello. Sarà una partita tosta per noi: Monza è stata costruita per arrivare fino in fondo, la metto insieme a Scandicci e Novara tra le principali antagoniste di Conegliano, che come abbiamo già detto tante volte è un gradino sopra tutte. Noi arriviamo da un buon periodo, da una Supercoppa dove abbiamo fatto il nostro dovere e forse anche qualcosa in più, andiamo a Monza e ce la giochiamo”.

    SERIE A1 FEMMINILEIL PROGRAMMA DELLA 1. GIORNATASabato 19 settembre, ore 20.00Bartoccini Fortinfissi Perugia – Reale Mutua Fenera Chieri ARBITRI: Verrascina-Grassia 

    Sabato 19 settembre, ore 20.30 diretta Rai SportSaugella Monza – Unet E-Work Busto Arsizio  ARBITRI: Bassan-Piperata
    Domenica 20 settembre, ore 16.00Il Bisonte Firenze – Bosca S. Bernardo Cuneo  ARBITRI: Rossi-Carcione

    Domenica 20 settembre, ore 17.00Imoco Volley Conegliano – VBC èpiù Casalmaggiore  ARBITRI: Giardini-Mattei
    Zanetti Bergamo – Savino Del Bene Scandicci  ARBITRI: Cerra-Selmi
    Domenica 20 settembre, ore 18.00 Delta Despar Trentino – Banca Valsabbina Millenium Brescia  ARBITRI: Prati-Sessolo  
    Riposa: Igor Gorgonzola Novara LEGGI TUTTO

  • in

    Antonio Bartoccini: “Campionato difficile. Puntiamo ai play off”

    Di Redazione
    Dopo sette mesi, finalmente, si scende sul teraflex per le sfide più emozionanti, quelle del campionato di Serie A1 Femminile.
    Sicuramente una delle squadre più attese sul campo da gioco, è la rinnovata Bartoccini Fortinfissi Perugia forte dei nuovi innesti di Ortolani, Havelkova,  Aelbrecht e Di Iulio.
    Le casacche nere debutteranno domani sera, nell’anticipo delle 20, al PalaBarton contro la Reale Mutua Fenera Chieri ’76.
    Ed è proprio il numero uno della società, Antonio Bartoccini ad essere intervistato da La Nazione Umbria alla vigilia della prima delle sue atlete: “Vogliamo alzare l’asticella, anno dopo anno. Nella scorsa stagione avevamo messo nel mirino la salvezza, adesso dobbiamo fare molto di più. Non solo migliorare la posizione di classifica, ma cercheremo anche di conquistare i play off”.
    Che campionato sarà?“Un torneo difficile. Conegliano sulla carta è il team più forte in assoluto. Poi ci sono Novara, Busto Arsizio, Scandicci, Monza, strutturate meglio rispetto alle altre. Ma ci sono ampi spazi di crescita, dipenderà soltanto da noi”.
    La squadra è rivoluzionata: rispetto all’anno scorso ci sono solo tre conferme…“Abbiamo cambiato tutto e trovare altre opportunità, con giocatrici di prima fascia che hanno apprezzato il nostro progetto, la serietà e la credibilità del club. Come ad esempio Serena Ortolani”.
    Bartoccini, dopo una stagione con alti e bassi, quali sono gli errori da non ripetere?“La squadra giocava bene, ma non per tutta la durata della partita. Dopo il secondo set calava mentalmente e non riusciva a tenere il passo di avversarie più quotate. Il gioco espresso era buono, non capivamo bene perché perdavano spesso al tiebreak. Speriamo che questa fase sia stata metabolizzata e superata. Abbiamo costruito una formazione di grande esperienza con giocatrice trentenni molto forti“.
    Il tecnico Bovari non si tocca…“È un progetto di fiducia che va avanti da anni. E’ anomalo per la serie A, forse unico. Siamo crescitui tutti insieme, lo staff è tutto umbro. Un vanto”. LEGGI TUTTO