More stories

  • in

    Alessandro Sorgente: “Santa Croce promette bene. La nazionale? Un sogno da sempre”

    Di Redazione
    Alessandro Sorgente, ex libero dell’Argos Sora Volley e oggi giocatore della Kemas Lamipel Santa Croce, squadra che milita nel campionato di Serie A2, parla della sua prossima stagione e di un sogno: la convocazione in nazionale.
    Cosa ti aspetti dalla prossima avventura nella Kemas Lamipel Santa Croce? Ha ottenuto il sesto posto in classifica, è una squadra che sembra promettere bene… “Sì, è una squadra che promette bene, anche se, sulla carta, ci sono squadre più attrezzate. Noi siamo una squadra giovane, che però può contare su qualche giocatore con alle spalle due o tre anni di esperienza in più. Inizialmente, avremo un ruolo di “mina vagante”, poi, con il tempo, riusciremo a crescere, ritagliandoci un posto da protagonisti, che si ottiene soltanto attraverso il lavoro quotidiano in palestra. Un aiuto fondamentale sarà dato dall’esperienza di un coach come Paolo Montagnani, con cui ho avuto la fortuna di lavorare in passato. So bene quello che lui può dare alla squadra, e sono sicuro che dall’inizio alla fine sarà una continua crescita, sia a livello collettivo sia a livello individuale.
    Massimo Colaci ha detto che la caratteristica che ad un libero non può mancare è la forza mentale. Tu cosa ne pensi? “Sono d’accordo con Colaci, poiché, al di là delle potenzialità tecniche di ogni libero, il salto di qualità lo fa fare la testa. Il nostro è un ruolo particolare: si toccano pochi palloni, e quei pochi palloni bisogna toccarli bene. Per questo motivo, non è facile entrare in partita, a differenza del palleggiatore, che partecipa ad ogni singola azione di gioco. Inoltre, il libero è il regista della fase difensiva, quindi deve gestire i propri compagni e organizzare anche la fase di muro-difesa. Negli anni, il mio è un ruolo che ha acquisito sempre più importanza, e credo che continuerà ad acquisirne sempre di più”.
    C’è un pallavolista a cui ti ispiri? “Sì, il mio idolo pallavolistico è Alberto Cisolla. Ho iniziato a giocare a pallavolo nel 2005, quando l’Italia vinse gli Europei, a Roma, e quando Cisolla fu premiato “Mister Europa”. E’ stato amore a prima vista. Negli anni, poi, ho avuto la fortuna di allenarmi e aver giocato insieme a lui, di conoscerlo personalmente quando venne a giocare nel 2010 nella M. Roma.
    La Nazionale è un sogno o un obiettivo? “E’ un sogno, è il sogno di ogni bambino Reputavo un sogno, che si è realizzato, anche quello di giocare in Serie A. Adesso che sono nella massima serie, la Nazionale si trasforma da sogno in obiettivo. Al momento, però, sono concentrato sull’esperienza al Santa Croce, voglio fare una bella stagione. Spero di riuscire a tornare in SuperLega, così da rendere ancora più concreto il sogno-obiettivo della Nazionale”.
    (Fonte: SuperNews) LEGGI TUTTO

  • in

    Omar Pelillo, quinto anno a Siena: “Ho questa maglia tatuata sulla pelle”

    Di Redazione Omar Pelillo rimane alla Emma Villas Aubay Siena. Sarà ancora lui il viceallenatore e il preparatore atletico della formazione biancoblu nella prossima stagione da disputare in Serie A2. E per Pelillo sarà la quinta annata sportiva nella compagine senese. “Sono veramente molto contento per la fiducia che sto ricevendo dalla società – commenta […] LEGGI TUTTO

  • in

    Con il ritiro precampionato parte il gemellaggio tra Cuneo Volley e Allianz Milano

    Di Redazione La città di Cuneo ospiterà l’Allianz Powervolley Milano in ritiro dal 6 al 20 luglio. Il club meneghino inizierà la settima stagione di Superlega nel capoluogo della Granda sotto le direttive di coach Roberto Piazza, del suo secondo Marco Camperi e del preparatore atletico Giovanni Rossi. Il team alloggerà presso l’Hotel Ristorante Draconerium di Dronero, si allenerà presso […] LEGGI TUTTO

  • in

    La Sieco chiude il reparto opposti con la conferma di Dario Carelli

    Di Redazione Dario Carelli, opposto di Bitonto, classe ’89 e 194 centimetri d’altezza, era arrivato nella scorsa stagione dalla Serie B senza aver mai calcato campi di serie A. Era un punto interrogativo Dario. Un atleta che avrebbe dovuto agire all’ombra del talentuoso e giovane opposto tedesco Marks. Tuttavia, agli aggettivi talentuoso e giovane, quando si parla di Marks, bisogna aggiungere […] LEGGI TUTTO

  • in

    Sieco Service Impavida Ortona: Matteo Pedron confermato in cabina di regia

    Foto Ufficio Stampa Sieco Service Impavida Ortona Di Redazione E se le “Bocche da Fuoco” sono cambiate rispetto alla passata stagione, lui, l’artificiere pronto ad accendere la miccia e ad innescare il gioco bianco-azzurro rimane al suo posto. Ora è ufficiale: Matteo Pedron sarà per il secondo anno consecutivo il palleggiatore della Sieco Service Impavida […] LEGGI TUTTO