More stories

  • in

    Vicenza verso la finale contro Aragona

    Di Redazione Dopo l’entusiasmante vittoria nelle semifinali, Anthea Vicenza sabato sera alle 20.30 al palazzetto di Vicenza si gioca una chance importante per conseguire il salto di categoria in Serie A. L’impresa non sarà facile perché l’avversario, Pallavolo Aragona, è squadra a sua volta costruita per conquistare la promozione. Fondamentale per le vicentine sarà indirizzare subito nella giusta direzione la finale conquistando Gara 1 tra le mura amiche, il Palazzetto dello Sport “Città di Vicenza” o PalaGoldoni come viene comunemente chiamato, dove le biancorosse in questa interminabile stagione non hanno concesso nemmeno un punto alle avversarie. La società ne ha parlato con coach Luca Chiappini. “Ci siamo” ha detto oggi il coach di Vicenza “siamo quasi pronti. Stiamo affilando le nostre armi e saremo pronti per domani sera”. Questa è stata una lunga settimana anche di analisi delle avversarie per Chiappini ed il suo staff tecnico che su questo ci ha detto: “loro sono una squadra che ha dimostrato grandissima abilità in difesa per cui dovremo essere molto bravi nel fondamentale dell’attacco”. Infine le ultime parole di coach Chiappini sono state per la presenza del pubblico, dopo oltre un anno anche se a numeri contingentati, a questa partita: “il pubblico è sempre un volano energetico importante per le squadre che giocano in casa per cui mi aspetto che domani sera ci sia entusiasmo ed energia”. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Ecosantagata, sabato il tutto per tutto contro la Tya Marigliano: in palio l’A3

    Di Redazione Sabato pomeriggio alle 17 il Palasmargiassi apre le sue porte al pubblico per l’ultimo atto della stagione dell’Ecosantagata Civita Castellana. La squadra rossoblù gioca la finale di ritorno dei playoff per decretare la promozione in serie A3 contro la Tya Marigliano e, dopo la sconfitta per 3-0 nella gara d’andata, ha di fronte una montagna da scalare. L’Ecosantagata, infatti, deve vincere almeno 3-1 per rimanere in corsa e portare la finale al golden set, che si giocherebbe come subito dopo la conclusione del match vero e proprio. Uno spareggio la cui vincente otterrebbe il pass per la serie A3. Ma prima di arrivare al golden set, c’è da sconfiggere nettamente il Marigliano. Impresa tutt’altro che facile, per quanto visto nella sfida in Campania, anche se il coach dell’Ecosantagata Stefano Beltrame è convinto che a fare la differenza sia stato principalmente l’aspetto mentale. “Il punto saliente della partita – dice – è che il Marigliano è riuscito a governare la tensione meglio di noi, che abbiamo fatto una delle peggiori prestazioni dell’anno. Le chiavi per vincere erano concretezza in battuta e solidità in difesa; cose che a noi non sono riuscite bene, mentre loro hanno giocato in modo egregio”. Per ribaltare il risultato, quindi, servirà un altro approccio e Beltrame chiede anche l’apporto del pubblico del Palasmargiassi. “Dobbiamo mettere in campo più serenità – spiega il mister – e spero che il fattore campo ci sia d’aiuto, come lo è stato a Marigliano per i nostri avversari. Per vincere questa finale servirà una partita perfetta sia sul piano tecnico che su quello mentale; la squadra più concreta e cinica sarà quella che porterà a casa il risultato”. Fischio d’inizio di Ecosantagata Civita Castellana – Tya Marigliano sabato pomeriggio alle 17. La gara sarà aperta al pubblico in numero limitato per una capienza pari al 25% del palazzetto; in alternativa sarà disponibile la diretta streaming sulla pagina Facebook Jvc Civita Castellana. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B2 femminile: è il momento della verità per la De Mitri-Energia 4.0

    Di Redazione Il momento della verità si avvicina. Sabato 19 giugno alle 18.30, alla palestra Borgo Rosselli di Porto San Giorgio, la De Mitri – Energia 4.0 e la Focol Legnano si incontrano per la partita di andata della quarta fase dei playoff di serie B2 di pallavolo femminile. Questo è l’ultimo step sulla strada che porta alla promozione in B1 e le rossoblù di Daniele Capriotti sono estremamente determinate a non farselo scappare, nonostante abbiano rispetto della formazione lombarda, che ha perso in finale contro Garlasco dopo due gare molto equilibrate. Legnano è una città di grandi tradizioni pallavolistiche, avendo militato anche in serie A1. La comitiva lombarda giungerà a Porto San Giorgio nel pomeriggio di venerdì, per ripartire soltanto domenica, e questa trasferta costituisce anche un incentivo al turismo sportivo sangiorgese. Ma Benazzi e compagne badano al sodo e vogliono far pesare tutto quanto è stato fatto in questo campionato, con quattordici vittorie consecutive, prima di arrendersi a Forlì che ha già preso il treno per la categoria superiore. Quella di sabato sarà la prima e unica gara interna di questa stagione con il pubblico sugli spalti, viste le ultime disposizioni federali in merito, ma i 60 posti disponibili sono già andati esauriti, compreso lo spicchio di tribuna che verrà riservata ai sostenitori legnanesi. Per chi non è riuscito ad accaparrarsi i posti sugli spalti resta l’alternativa della diretta, che verrà irradiata sia sul profilo Facebook di Volley Angels Project che in televisione, sul canale 611 del digitale terrestre di Radio Studio 7 Tv. “Siamo al redde rationem di questa stagione – ha dichiarato il presidente Sandro Benigni – il punto più importante del campionato, che non avrà una seconda opportunità. Nelle due gare contro Legnano ci giochiamo la realizzazione di una  parte del sogno che ha investito la stagione rossoblù su tanti fronti, dalla B2 ai campionati Under 17 e 19. E mi auguro che le nostre atlete possano marchiare a fuoco sia questo campionato che le finali giovanili“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Moretti: “Ritrovare il nostro tipo di gioco e di imporlo”

    Di Redazione Il Casarano ha vinto per 3-0 la sfida di andata dello spareggio nazionale e avrà dalla sua ora anche il fattore campo, ma la ErmGroup San Giustino deve comunque lottare fino in fondo e crederci sempre, senza lasciare nulla di intentato. C’è pur sempre in palio un posto per la Serie A3, come ribadisce il tecnico Francesco Moretti. “E’ un nostro diritto e dobbiamo disputare la partita fino in fondo – afferma – perché finchè c’è la possibilità non dobbiamo mollare”. La formazione pugliese si è dimostrata anche più forte del previsto e magari più pronta per appuntamenti del genere? “Che il Casarano fosse una bella squadra non c’era bisogno di scoprirlo domenica scorsa – ha ribadito Moretti – anche perché i suoi titolari provengono quasi tutti dalla A3 e dalla A2. Poi è ovvio: a certi tipi di partite i suoi giocatori sono più abituati dei nostri, che però hanno concesso troppo. Alcuni atleti si sono fatti trovare impreparati, nel senso che determinate soluzioni e particolari accorgimenti studiati in allenamento non sono poi stati tradotti all’atto pratico sul campo. E avevo detto che il Casarano non era soltanto Paoletti”. In effetti, il palleggiatore Latorre ha dimostrato grande personalità; ottimi, poi anche gli attaccanti al centro e a lato e il libero Pierri, ma soprattutto si è vista una squadra capace di tenere costantemente alto il livello di concentrazione e di gestire al meglio i cambi palla. Quando ha capito che per la ErmGroup sarebbe stata dura? “Credo che la svolta della gara sia maturata dopo l’8-7 in nostro favore nel primo set: Puliti è andato alla battuta e ci siamo fatti sorprendere da un pallone rispedito banalmente sul nostro campo, perché qualcuno che avrebbe dovuto intervenire non lo ha fatto. Sono quindi seguiti due ace da parte del Casarano, che hanno dato sempre più sicurezza a loro e sempre meno a noi. A metà del secondo set, la sicurezza era per noi finita, anche perché eravamo incappati in errori incredibili, vedi le quattro invasioni totali, una delle quali ha restituito il punto ai nostri avversari dopo che Paoletti aveva concluso fuori”. E allora? “Dobbiamo fare in modo di ritrovare il nostro tipo di gioco e di imporlo. Se poi nemmeno questo dovesse bastare per vincere e per ribaltare le sorti di questa sfida, vorrà dire che ci complimenteremo con gli altri”. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Albisola, coach Agosto: “Dovremo disputare al massimo le prossime due sfide”

    Di Redazione La tensione sta iniziando a salire così come le palpitazioni. Il 17 giugno alle ore 21:00 sarà infatti spareggio promozione per i ragazzi di coach Agosto, una sfida delicatissima che potrebbe mandare in paradiso Arzarello e compagni. Vincere aiuta a vincere, ce lo si ripete spesso ed è questa una delle principali convinzioni nel mondo dello sport, un’ottima notizia considerando gli ultimi due match disputati dai biancoazzurri, vittoriosi prima contro Futura Avis Bertoni e poi contro il Volley Colombiera Sarzana. Adesso però al Palabesio si presenterà l’ostacolo più difficile, quel Colombo Genova che già all’andata in maniera beffarda ha superato i nostri vincendo addirittura due set ai vantaggi. Per ingannare l’attesa rispetto ad una sfida fondamentale ha scelto di farsi intervistare proprio coach Claudio Agosto, co-artefice del campionato superlativo condotto dai suoi fin qui. “Il mio primo pensiero va al sestetto femminile – questo l’esordio dell’allenatore – un momento di serenità mancato ha condizionato un campionato a mio avviso di ottimo livello, l’importante adesso è che le ragazze non smettano di credere al fatto che le vittorie si costruiscono nel tempo”. Successivamente ecco arrivare il commento sul percorso portato avanti dall’Albisola Pallavolo maschile, una squadra secondo il coach ritrovatasi prima quasi a sorpresa: “Non pensavo che fossimo già pronti per giocarci il campionato, adesso però ci siamo e dovremo disputare al massimo le prossime due sfide”. In seguito Agosto ha anche analizzato lo stato di salute dei futuri avversari, un Colombo Genova che stando alle sue dichiarazioni possiede delle individualità davvero notevoli, una squadra temibile da prendere davvero con le pinze. Tra le file dei prossimi rivali impossibile poi non citare Luca Porro, talento ineguagliabile oltre che vero e proprio riferimento di un sestetto che ambisce a sorpassare l’Albisola successivamente allo scontro diretto. Il coach biancoazzurro ha comunque dichiarato di non voler considerare qualsiasi fattore che possa disturbare la concentrazione dei suoi, motivatissimi per tentare di chiudere i giochi già giovedì. “Alleno un gruppo senza eguali, spero che tutti loro comunque vada possano ricordare con piacere l’annata che si sta per concludere”: ha terminato in questo modo il proprio intervento Claudio Agosto, allenatore di Arzarello e compagni prontissimo giovedì per fornire i dovuti consigli ai propri ragazzi. L’appuntamento allora sarà proprio domani sera alle ore 21:00 al Palabesio, il pre-match di Albisola Pallavolo-Colombo Genova è appena iniziato. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Offanengo, il capitano Porzio torna a fare il libero come in Serie A

    Di Redazione Un volto ormai familiare a Offanengo, un caposaldo della storia pallavolistica recente del sodalizio; un punto di riferimento dentro e fuori il campo che continuerà a essere tale, ma con una novità. Noemi Porzio sarà nuovamente il capitano della Chromavis Abo, formazione cremasca militante in Serie B1 femminile, ma affronterà il suo quinto anno nel sodalizio del presidente Pasquale Zaniboni cambiando ruolo, passando da schiacciatrice a libero. Reduce da un poker di stagioni da attaccante nella terza serie nazionale a Offanengo, la giocatrice novarese classe 1984 ha accettato volentieri la nuova sfida, tornando a ricoprire un ruolo che in passato l’aveva già vista protagonista in serie A. “Porzio – le parole del direttore sportivo della Chromavis Abo, Stefano Condina – è il nostro capitano, e il legame con la società e il paese di Offanengo va al di là del rapporto professionale. Su idea del presidente Pasquale Zaniboni, insieme a coach Giorgio Bolzoni abbiamo parlato con Noemi per proporle di ritornare nel ruolo che l’aveva vista esordire in serie A1 a inizio carriera. Con entusiasmo ha accettato questa nuova sfida e sarà il libero della Chromavis Abo: credo che sul mercato non ci fosse un ‘acquisto’ migliore da poter fare. Le sue doti in seconda linea sono note a tutti e sono sicuro che insieme ci toglieremo nuove soddisfazioni“. “Il ruolo di libero – racconta Noemi – ho iniziato a ricoprirlo a 14 anni a Trecate, quando mi allenavo da schiacciatrice nelle giovanili e da libero con la serie A, dove avevo davanti un esempio come Paola Cardullo. L’esordio in serie A in questo ruolo l’ho fatto in A2 a Busto Arsizio (2004-2005), poi ho giocato in A1 a Santeramo per due stagioni (dal 2006 al 2008). La carriera mi ha poi portato a ricoprire il ruolo di schiacciatrice, anche se ho fatto una metà stagione da libero ad Aversa; in ogni modo, quello del libero è sempre stato un ruolo che mi sentivo addosso al pari di quello di martello. Quando si è paventato questo progetto a Offanengo, ho accettato con entusiasmo, vedo il ruolo di libero non certo come ripiego, anzi la vedo come un’occasione. Ci sono ottimi presupposti e questa proposta mi ha intrigato; sento addosso l’adrenalina di quando ero all’esordio in A1“. Cosa cambia nel passaggio di ruolo? “Cambia come gestisci e aiuti la squadra, hai altre responsabilità tecniche e tattiche e un modo diverso di essere utile in campo. Mentalmente, il ruolo del libero è molto probante al pari di quello del palleggiatore. Dal punto di vista fisico, ci sono aspetti diversi da curare e lo stesso vale per la tecnica, mentre altre situazioni restano uguali“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    La Montesi Pesaro sceglie la continuità: confermato il tecnico Maurizio Fabbietti

    Di Redazione Il condottiero della Montesi Volley Pesaro, per il terzo anno consecutivo, sarà Maurizio Fabbietti! Il tecnico del team pesarese, dopo aver riportato la squadra in Serie B, offrendo grandi prove nel campionato appena concluso, guiderà i rossoneri anche nella stagione 2021-22. “Sono felicissimo dell’opportunità concessami di proseguire il viaggio con la Montesi – ha dichiarato Coach Fabbietti –. Sarà di nuovo Serie B: con la società stiamo già lavorando sull’organizzazione della squadra. La stagione che verrà sarà nuovamente all’insegna del lavoro e del piacere di ritrovarsi in palestra“. Maurizio Fabbietti e il suo staff hanno la piena fiducia del presidente Marco Arzeni. A tal proposito, il numero uno della Montesi Volley Pesaro ha dichiarato: “Al termine di una stagione difficile ma anche piena di soddisfazioni è importante ripartire dalle certezze che hanno consentito di superare tanti ostacoli. Maurizio Fabbietti, il nostro head coach e tutto lo staff tecnico, sono stati protagonisti importanti di questa annata. Felici di averli sempre con noi“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO