More stories

  • in

    Serie A, Sassari batte Treviso allo scadere

    TREVISO – Sassari vince nel finale contro Treviso nel lunch match della quarta giornata di Serie A. Il quintetto sardo si impone in trasferta 71-64 salendo a quota 6 punti in classifica, a -2 dalla Virtus Bologna capolista. Seconda sconfitta di fila, invece, per i padroni di casa dopo il ko esterno a Napoli. Il primo quarto è molto equilibrato e vede gli uomini guidati da Cavina chiudere con un punto di vantaggio. Nel secondo periodo, però, risale Treviso che muove il sorpasso e va al riposo sul +3. Nel terzo quarto è Sassari a dominare chiudendo sul +7. Nel finale Treviso rimonta ma negli istanti finali una doppia tripla di Logan assicura il successo agli ospiti.  LEGGI TUTTO

  • in

    Serie A, Trento esce nell'ultimo quarto e batte Reggio Emilia

    BOLOGNA – L’Aquila Trento espugna il campo dell’Una Hotels Reggio Emilia per 78-74 in un match combattuto per tre quarti. Infatti alla sirena della terza frazione il match è in equilibrio sul 61-57 ospite malgrado due tentativi di fuga annullati ai padroni di casa. Ad inizio 4° periodo i ragazzi di Molin cambiano marcia e lo fanno con il tiro pesante: triple per Reynolds, Flaccadori (due consecutive) e Forray nel decisivo break di 16-4 per il 77-61 a 3’45” dalla conclusione. Malgrado la grinta di Andrea Cinciarini (12 punti e 11 assist) gli emiliani devono alzare bandiera bianca. Per la Dolomiti Energia altra solida prestazione per il duo Jordan Caroline (19 punti) e Cameron Raynolds (18 punti), oltre ai 17 preziosi di Diego Flaccadori. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, pre-season: Milwaukee ko, vincono Chicago e Golden State

    NEW YORK (STATI UNITI) – Quasi 13mila spettatori sugli spalti del ‘Fiserv Forum’ di Milwaukee per assistere al match di pre-season della Nba, che ha visto i Bucks campioni in carica arrendersi per 114-103 ai Dallas Mavericks, nonostante i 26 punti messi a segno dal ‘solito’ Antetokounpo, top-scorer dell’incontro. In grande evidenza anche Curry, esplosivo nel 119-97 con cui i Golden State Warriors hanno battuto i Portland Trail Blazers: il n. 30 ha totalizzato 41 punti e 7 triple contro un avversario privo di Lillard. Prosegue intanto l’imbattibilità dei Chicago Bulls, che hanno ottenuto il quarto successo di fila superando per 118-105 i Memphis Grizzlies: LaVine, con un bottino di 31 punti, è stato il più prolifico in campo. Successi anche per i Miami Heat (121-100 con i Boston Celtics), i Detroit Pistons (112-108 ai Philadelphia 76ers 112-108); i Cleveland Cavaliers (110-94 sul campo degli Indiana Pacers); i San Antonio Spurs (126-98 sugli Houston Rockeets) mentre i New York Knicks l’hanno spuntata di misura (115-113) sui Washington Wizards. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, pre-season: cade Milwaukee, Chicago e Golden State ok

    NEW YORK (STATI UNITI) – Non sono bastati i quasi 13mila spettatori sugli spalti del ‘Fiserv Forum’ e di Milwaukee i 26 punti messi a segno dal ‘solito’ Antetokounpo (top-scorer dell’incontro) ai campioni in carica dei Bucks, sconfitti per 114-103 ai Dallas Mavericks in uno dei match della pre-season Nba. In grande evidenza anche Curry, esplosivo nel 119-97 con cui i Golden State Warriors hanno battuto i Portland Trail Blazers: il n. 30 ha totalizzato 41 punti e 7 triple contro un avversario privo di Lillard. Prosegue intanto l’imbattibilità dei Chicago Bulls, che hanno ottenuto il quarto successo di fila superando per 118-105 i Memphis Grizzlies: LaVine, con un bottino di 31 punti, è stato il più prolifico in campo. Successi anche per i Miami Heat (121-100 con i Boston Celtics), i Detroit Pistons (112-108 ai Philadelphia 76ers 112-108); i Cleveland Cavaliers (110-94 sul campo degli Indiana Pacers); i San Antonio Spurs (126-98 sugli Houston Rockeets) mentre i New York Knicks l’hanno spuntata di misura (115-113) sui Washington Wizards. LEGGI TUTTO

  • in

    Eurolega, Delaney trascina Milano: 75-71 all'Anadolu Efes

    MILANO –  Quarta vittoria consecutiva in Eurolega per l’Olimpia Milano. Gli uomini di Ettore Messina, dopo aver battuto Cska Mosca, Maccabi Tel Aviv e Baskonia, sconfiggono anche l’Anadolu Efes nella quarta giornata di regular season della massima competizione europea. I meneghini portano a casa un successo meritato, arrivato al termine di un match sofferto. Gli ospiti partono forte e nel primo quarto provano a prendere il largo, sfruttando i canestri di Micic e Larkin. Milano si affida a Delaney e chiude a sole cinque lunghezze dai turchi (16-21).
    L’Olimpia prende il largo nella ripresa
    Nei secondi dieci minuti l’Efes sembra schiacciare i meneghini (raggiunge il più 9, portandosi sul 23-32), ma prima della sirena l’Olimpia si riscatta e ribalta il risultato grazie ad un clamoroso parziale di 14-0, con Datome e Hall protagonisti. Nella ripresa gli uomini di Ettore Messina prendono il volo: chiudono il terzo quarto sul più 14 (63-49) con una tripla di Grant e una serie di canestri di Delaney. Poi, negli ultimi dieci minuti resistono ad un tentativo di rimonta dei turchi (0-9 ad inizio quarto) e portano a casa il risultato. Il match si chiude sul 75-71. LEGGI TUTTO

  • in

    Brindisi batte la Fortitudo Bologna nonostante un caso di Covid

    BRINDISI – L’Happy Casa Brindisi batte 105-93 la Fortitudo Kigili Bologna nell’anticipo del venerdì della 4ª giornata di Serie A. I pugliesi di coach Vitucci, al terzo successo di fila in campionato, si mettono definitivamente alle spalle il pesante ko europeo del 6 ottobre contro l’Hapoel Holon mentre gli emiliani di Martino ripiombano nelle incertezze di questo difficile inizio di stagione. 
    Serie A, la classifica
    Brindisi-Fortitudo, la partita
    Il pre partita dell’Happy Casa è turbato da una positività al Covid tra i giocatori (il nome non è stato comunicato), che però non ha impedito ai pugliesi di scendere sul parquet grazie ai test antigenici rapidi negativi a cui si sono sottoposti tutti i componenti della squadra. Negli emiliani c’è Jabril Durham, play americano appena arrivato e tesserato in extremis per poter essere in campo. Al Palapentassuglia Brindisi parte forte nel primo quarto, arrivando fino al +11 prima che la Virtus rialzi la testa: alla pausa breve i padroni di casa conducono 28-24. Quando si torna in campo i felsinei provano a riavvicinarsi, ma l’Happy Casa allunga nuovamente fino al 55-47 dell’intervallo lungo. Coach Martino scuote i suoi e Bologna combatte per una decina di minuti nel terzo parziale. Nel finale però Brindisi dilaga fino al 105-93 della sirena conclusiva. Miglior realizzatore della gara è Benzing della Fortitudo con 23 punti. A referto ci sono anche, nell’Happy Casa, 18 punti di Zanelli, 17 di Josh e Nick Perkins mentre tra i felsinei 18 punti di Aradori e 16 di Totè. Durham chiude l’esordio con 30 minuti in campo, 13 punti, 8 assist, 4 su 5 da due, 1 su 3 da tre, 2 su 5 ai liberi. LEGGI TUTTO

  • in

    Happy Casa in campo nonostante il Covid: Fortitudo battuta

    BRINDISI – Brindisi prepara nel migliore dei modi l’impegno di Champions League di lunedì contro il Cluj. Al PalaPentassuglia, nell’anticipo che inaugura la quarta giornata di Serie A, l’Happy Casa centra la terza vittoria di fila in campionato superando 105-93 la Fortitudo Kigili Bologna. Gara quasi mai in discussione, con gli uomini di coach Vitucci sempre avanti e bravi a respingere ogni tentativo della Effe di riaprire la partita. Il pre gara dell’Happy Casa è stato turbato da una positività al Covid tra i giocatori (il nome del contagiato non è stato comunicato), che però non ha impedito ai pugliesi di scendere sul parquet grazie ai test antigenici rapidi negativi a cui si sono sottoposti tutti i componenti della squadra. A referto per Brindisi, a fine match, un ottimo Zanelli (18 punti), 17 punti a testa per Josh e Nick Perkins. Per Bologna, che non riesce a dare continuità al successo su Pesaro, il migliore è Benzing con 23 punti. Esordio nella Fortitudo dell’americano Jabril Durham che chiude la partita con 30 minuti in campo, 13 punti, 8 assist, 4 su 5 da due, 1 su 3 da tre, 2 su 5 ai liberi. LEGGI TUTTO

  • in

    Eurolega, Milano fa quattro su quattro: battuto anche l'Anadolu Efes

    MILANO – Al termine di una gara equilibrata, sofferta e ricca di capovolgimenti di fronte, l’Olimpia Milano batte l’Anadolu Efes 75-71 e porta a casa la quarta vittoria consecutiva in Eurolega. Ma per gli uomini di Ettore Messina la gara è stata tutt’altro che semplice. Nel primo quarto i turchi partono forte e, sfruttando la grande serata di Micic, chiudono sul 16-21. L’inizio del secondo quarto sembra favorevole agli ospiti, che si portano sul più nove (23-32). Ma la reazione di Milano è veemente e grazie ai canestri di Datome, Hall e Delaney ribalta il risultato, con un parziale di 14-0.
    Milano straripante ad inizio ripresa
    Ad inizio ripresa i padroni di casa sembrano sul punto di prendere il volo e chiudono il terzo parziale sul 63-49, ma negli ultimi dieci minuti i turchi escono alla distanza e accorciano le distanze: Micic continua a segnare e grazie ad un parziale di 9-0, l’Efes si rifà sotto: nel finale Milano gestisce il vantaggio e porta a casa il successo. Finisce 75-71. LEGGI TUTTO