More stories

  • in

    Tokyo2020: Beach volley. I risultati della prima giornata. Ludwig-Kozuch debuttano con un tiratissimo ko

    Le quotate Ludwig-Kozuch debuttano con un tiratissimo ko

    TOKYO – Più di due anni dopo aver conquistato  il loro pass per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, le campionesse del mondo di beach volley canadesi hanno finalmente iniziato la loro rincorsa all’oro olimpico. Un debutto che anche per la squadra numero 1 del mondo si è fatto sentire: “Stavo tremando come una foglia”, ha detto la debuttante olimpica canadese Melissa Humana-Paredes. “Lo eravamo entrambe. Durante il riscaldamento stavamo entrambe cercando di calmare le gambe e i nervi”. Lei e Sarah Pavan, ex pallavolista, ruolo opposto, ha vestito le maglie anche di Spes Conegliano,  Villa Cortese e, più recentemente, Casalmaggiore, hanno superato un inizio in salita (2-5 nell’avvio di primo set prima di vincere per 21-16, 21-14 contro le olandesi Katja Stam e Raisa Schoon. L’atmosfera ovattata del del campo centrale dello Shiokaze Park – in netto contrasto con il solito ambiente chiassoso del beach volley, si è fatta sentire.

    L’oro olimpico brasiliano Alison Cerutti (a Copacabana nel Rio 2016 ha superato in finale gli italiani Lupo-Nicolai) è entrato nell’arena girando il dito indice in aria, fingendo che lo stadio fosse pieno, un suo personale saluto ai tifosi che avrebbero dovuto riempire quei posti. In coppia con Alvaro Filho hanni hanno aperto il torneo olimpico sulla sabbiabattendo gli argentini Nicolas Capogrosso e Julian Azaad 2-0 (21-16, 21-17)Filho, che è alla sua prima Olimpiade, ha detto: “Ero molto in ansia prima della partita. L’adrenalina che sento ora, l’ho sentita solo quando è nato mio figlio. Quindi è molto speciale e mi sto divertendo molto”.
    Nel torneo femminile si misura poi la crescita del movimento svizzero che ha da subito messo alle strette una formazione avversaria tra le più quotate. Tanja Huberli e Nina Betschart hanno battuto la coppia tedesca formata da Lara Ludwig (medaglia d’oro di Rio2016) e Margareta Kozuch, mettendo in scena una rimonta per vincere 23-25, 22-20, 16-14.  Le altre svizzere Anouk Verge-Depre e Joana Heidrich sono scese in campo poco dopo, battendo l’altra coppia tedesca Julia Sude e Karla Borger 2-1 (21-8, 21-23, 15-6)
    Spaxio poi alle teste di serie numero 1, i norvegesi Anders Mol e Christian Sorum che hanno dovuto giocare una gara più complicata di quanto avrebbero voluto contro gli australiani Christopher McHugh e Damien Schumann 2-1 (21-18, 18-21, 15-13).
    Mol a fine partita ha detto: “Hanno giocato alla grande e hanno servito davvero, davvero bene. Non ci aspettavamo quel tipo di pressione al servizio. Quindi è stata più dura di quanto ci aspettassimo, ma siamo felici di aver vinto e possiamo trarre molta fiducia da questa difficile prova”.
    La coppia giapponese  Ishii Miki e Murakami Megumi avrebbe dovuto essere la prima in campo come paese ospitante, ma quella partita è stata annullata dopo che le Ceche Barbora Hermannova e Marketa Slukova si sono ritirate dalla competizione a seguito di una positività al Covid19.
    I risultati della prima giornata (24 luglio) del torneo di beach volley giocate allo Shiokaze Park. – Il programma completo maschile – femminile
    Torneo maschilePool ALeshkov/Semenov – Herrera/Gavira 2-0 (21-19 22-20)Mol, A./Sorum – McHugh/Schumann 2-1 (21-18, 18-21, 15-13)Pool DAlison/Álvaro Filho – Azaad/Capogrosso 2-0 (21-16, 21-17)Brouwer/Meeuwsen – Lucena/Dalhausser 2-0 (21-17, 21-18)
    Torneo femminilePool APavan-Melissa (CAN) – Stam-Schoon (NED) 2-0 (21-16, 21-14)Vergé-Dépré, A.-Heidrich (SUI) – Sude-Borger (GER) 2-1 (21-8, 21-23, 15-6)Pool CAgatha-Duda (BRA) – Gallay-Pereyra (ARG) 2-0 (21-19, 21-11)Bansley-Brandie (CAN) – Wang/X. Y. Xia (CHI) 1-2 (21-18, 15-21, 11-15)Pool FIshii-Murakami (JPN) – Hermannova-Slukova (CZE) 2-0 (21-0, 21-0) per ritiroHüberli-Betschart (SUI) – Ludwig-Kozuch (GER) 2-1 (23-25 22-20 16-14) LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: Azzurre belle come il sole! Alle 2 sfida alla Russia. Mazzanti: “obiettivo chiaro, abbiamo tante ambizioni”

    TOKYO – Tempo di scendere in campo anche per le vicecampionesse del mondo di Davide Mazzanti che stanotte alle 2 italiane (le ore 9 locali) faranno il loro esordio nel torneo olimpico contro la Russia (qui ROC) di Sergio Busato.Un avversario non certo semplice per le azzurre, ma nel torneo olimpico non esistono gare abbordabili.  Al momento sono tre i precedenti nel torneo a cinque cerchi: due sconfitte (2000 a Sidney, 2012 a Londra) e una vittoria (Pechino 2008). In stagione le due squadre si sono affrontate in Volleyball Nations League con le russe che si sono imposte 3-1.
    Alla vigilia dell’esordio ai Giochi, il CT Davide Mazzanti ha raccontato le sue sensazioni e quelle delle sue ragazze che qui in Estremo Oriente hanno tutte le carte in regola per dire la loro.   “Stiamo vivendo tantissime emozioni – ha esordito Mazzanti -; la preparazione è stata lunga, ma siamo arrivati qui con l’idea di viverci e goderci questi Giochi. Rispetto alle altre due Olimpiadi di Pechino e Londra (l’attuale CT era allora assistente, ndr) c’è uno spirito di fratellanza tra noi italiani nel Villaggio Olimpico che non ho mai visto prima; un’atmosfera molto diversa dalle altre volte. Non so a cosa sia dovuto, ma devo ammettere che aumenta e accelera ancora di più questo frullatore di emozioni al quale siamo sottoposti”.Poi prosegue il CT: “Rispetto anche a Rio, la squadra è ben orientata su un obiettivo chiaro, abbiamo tante ambizioni. Vogliamo fare qualcosa di importante; sappiamo che sarà difficilissimo perché abbiamo un girone molto complicato con squadre che ci metteranno in grossa difficoltà, ma allo stesso tempo ci aiuteranno a trovare le nostre sicurezze”.  
    ITALIA-RUSSIA IN TV: Il match sarà trasmesso live da Rai 2 (commento affidato a Marco Fantasia e Giulia Pisani) e Discovery+ (commento di Fabrizio Monari e Rachele Sangiuliano).
    Russia (ROC)Palleggiatrici: Polina Matveeva, Evgeniya Startseva.Opposti: Nataliya Goncharova, Anna Lazareva.Centrali: Irina Koroleva, Irina Fetisova. Ekaterina Enina.Schiacciatrici: Irina Voronkova, Kseniia Smirnova, Arina Fedorovtseva.Libero: Daria Pilipenko, Anna Podkopaeva.Allenatore: Sergio Busato.
    I precedenti totali della Nazionale Italiana contro la Russia24 vinte, 52 sconfitte, 76 totali. LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: Stati Uniti “ingiocabili”. Muro-difesa e tanto altro. Tillie non trova la sua Francia

    Matthew Anderson, 13 punti contro la Francia
    STATI UNITI – FRANCIA 3-0 (25-18, 25-18, 25-22)Stati Uniti Smith 8, Anderson 13, Defalco 10, Holt 9, Christenson 1, T.Sander 15, E.Shoji (L). N.e.: Ensing, Stahl, K.Shoji, Jaeschke, Muagututia. All. Speraw.Francia: Ngapeth 9, Chinenyeze 6, Patry 8, Tillie 2, Le Goff 2, Toniutti, Grebennikov (L); Brizard 1, Boyer 7, Clevenot 3, Louati. N.e.: Bultor. All. Tillie.Arbitri: Maroszek e Casamiquela.Note: Durata set 35, 26, 28, 16.Stati Uniti: attacchi  50/80, muri 5, ace 1/73, errori avversari 19Francia: attacchi 33/69, muri 2, ace 3/60, errori avversari 20.Best scorer: Sander 15/35, Ngapeth 9/31Servizio più veloce: Defalco 123 km/h; Ngapeth 125 km/h
    di Simone Serafini
    TOKYO – Quando si assiste a un match di questo genere, uno dei pensieri che vengono in mente è capire quanto sia stata ingiocabile una squadra (Stati Uniti) e quanto del suo ci abbia (o non abbia) messo l’altra (Francia). A questo quesito le prossime sfide potranno dare qualche risposta in più, ma la sensazione che il team Usa ha destato in questo esordio olimpico è di grande, anzi grandissima solidità. Con le caratteristiche peculiari che hanno fatto storicamente la fortuna degli Stati Uniti, cioè un sistema di muro che “sporca” gli attacchi avversari e una dedizione in difesa su ogni pallone, anche quello più impossibile, la squadra allenata da Speraw batte un colpo sonoro nella prima giornata olimpica. Di contro il sestetto di Tillie ha faticato sotto quasi tutti gli aspetti. Vero che giocare sempre sotto nel punteggio non aiuta il morale, vero che di fronte hanno avuto degli avversari quasi perfetti, però nonostante le rotazioni nei giocatori in campo la Francia non si è neanche avvicinata a mettere in difficoltà gli Stati Uniti. 
    Micah Christenson, regista USA
    I PIU’ – Praticamente tutti e sette i titolari degli Stati Uniti. Difficile anche stabilire a chi dare la palma del migliore. Christenson ha avuto la fortuna di poter organizzare il gioco all’interno della zona di rice “positiva”, così ha dato mostra di tutte le sue immense qualità, soprattutto nell’alternanza primo tempo-pipe, cosa che i francesi hanno fatto una fatica indescrivibile a contrastare. I due schiacciatori bravissimi sia nelle combinazioni veloci sia sulle palle alte contro muro schierato, con Sander chiamato a un grande lavoro anche in ricezione dove è stato superlativo. Holt e Smith efficaci in attacco e preziosissimi a muro. Infine Anderson, praticamente inarrestabile, con una varietà di colpi in attacco da manuale del volley. Tra i francesi si salvano Ngapeth, il più costante tra i suoi, anche se è stato ben contenuto dagli americani, e Clevenot, in campo però solamente nel terzo parziale. 
    Si salva solo Earvin Ngapeth
    I MENO – Laurent Tillie ha fatto fatica a trovare la quadra, come si suol dire. Ha avuto poco dai due opposti, Patry e Boyer, alternati durante la partita. Toniutti è stato sostituito presto da Brizard per non rientrare più, però obiettivamente i due registi transalpini hanno spesso dovuto rincorrere il pallone, per via di una battuta americana molto incisiva. Al contrario di quella francese, che ha colto 3 vincenti (tutti nel terzo set) ma in generale non ha impensierito la ricezione a stelle e strisce.
    LA PARTITA – La partenza è l’emblema di quello che si svilupperà nella restante ora e mezza di gioco. Pronti via ed è 5-0 sul servizio di Anderson, parziale fatto di tocchi a muro, difese e contrattacchi veloci e spietati. Tillie sul 9-16 spende già il suo secondo time out e prova il doppio cambio, con Patry in difficoltà nel trovare attacchi vincenti. Dall’altra parte Christienson giostra i suoi a meraviglia, Sander è quasi inarrestabile e Anderson costantemente vincente, chiude Smith 25-18. Il secondo parziale vede un leggero equilibrio, perché Usa è avanti sempre di 2-3 lunghezze. Ngapeth prova a tenere in scia i suoi, che nel frattempo hanno in campo Brizard e Boyer, anzi il “9” transalpino ha la chance in attacco per il possibile 16-17. Ma non è sfruttata, subito Sander ferma Boyer con un muro rumoroso e da lì fino al 25-18 finale è show a stelle e strisce, con difese ai limiti del possibile. Terzo set con coach Tillie che prova Clevenot e torna a Patry, ma il canovaccio non cambia. Subito 7-2 americano sfruttando il turno al servizio di Defalco. La Francia prova a rimanere in scia aggrappata a Clevenot e Ngapeth, gli Stati Uniti sono troppo costanti nella fase campiopalla e nonostante tre ace subiti non prendono break corposi. L’ultimo sussulto sul servizio di Brizard (23-21), ma l’errore in battuta di Ngapeth sancisce il 25-22 finale.  LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: Russia, focus Goncharova e Fedorovtseva

    di Sofia Greggio
    TOKYO – Egonu e compagne sono pronte a scendere in campo nella notte italiana contro la nazionale russa. Natalia Goncharova, schiacciatrice e trascinatrice della squadra, è una tra le più attese della squadra di Sergio Busato con i suoi 194 cm e il fisico prestante, è attesa a protagonista della partita.Milita nel campionato russo con la plurititolata Dinamo Mosca, gioca in nazionale dal 2010 (per la Russia). Sebbene la Russia non sia ai livelli di qualche anno fa, rimane un avversario da non sottovalutare e che ha dato filo da torcere alle azzurre nel campionato europeo del 2019 quando ai quarti di finale le azzurre hanno vinto per 3-1 una partita non semplice ma avvincente. È stato proprio un attacco out della Goncharova a dare alle azzurre il pass per le semifinali contro la Serbia. In quello stesso anno, però, la Russia vinceva la medaglia di bronzo alla Coppa del Mondo di pallavolo femminile, confermandosi comunque come una delle squadre più forti in circolazione.
    Natalia Goncharova fa parlare di sé anche fuori dal campo. È famosa per i suoi attacchi, sì, ma anche per la sua bellezza e per le polemiche social sul trucco, spesso considerato “esagerato” o “fuori luogo” durante le partite. Gonga – soprannome dell’atleta – è una persona semplice, che dichiara di amare i suoi cani e andare a pesca.
    Goncharova, schiacciate e non solo
    Classe 1989 – come la sua compagna e capitana Startseva – la Goncharova scenderà in campo dopo una stagione poco brillante dove con Dinamo Mosca non ha impressionato particolarmente durante la Champions League, uscita dopo la fase a gironi con tre vittorie ma anche tre sconfitte.
    Arina Fedorovtseva
    A fianco dell’esperta Goncharova, però, giocherà la giovanissima schiacciatrice classe 2004 Arina Fedorovtseva, che ha già dimostrato tutta la sua potenza e il grande talento anche nell’ultima VNL. Senza subbio, la Fedorovtseva sarà difficile da contrastare. La sua carriera da sportiva inizia con il nuoto, che però abbandona per dedicarsi al volley. Figlia di Sergei Fedorovtsev (che rappresentò la Federazione Russa vincendo un oro nel canottaggio 4 di coppia alle Olimpiadi del 2004), questa ragazza nasce e Mosca e inizia a giocare a pallavolo all’età di 10 anni. Ha vinto il titolo MVP ai campionati europei U17 del 2020 e quello di miglior schiacciatrice ai campionati europei U16 del 2019.
    Giocatrici d’esperienza e giovani promesse del volley: questo connubio sarà pericoloso anche per le campionesse azzurre? LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: Pallavolo, i risultati odierni delle due Pool. Polonia e Francia ko

    Iran vince 3-2 al debutto contro la Polonia

    TOKYO – I risultati della prima giornata del torneo di pallavolo. Programma, Risultati e classifiche del torneo qui – Tutti i tabellini qui
    POOL AItalia  – Canada 3-2 (26-28, 18-25, 25-21, 25-18, 15-11) tabellino – partita – pagelle
    Giappone – Venezuela 3-0 (25-21, 25-20, 25-15)Top scorer: Ishikawa 15, Takahashi 11; Emerson 9, Willner 8.Attacchi 42 a 33muri 10 a 2ace 4 a 3errori avversari: 19 a 18
    Polonia – Iran 2-3 (25-18, 22-25, 22-25, 25-22, 21-23)Top scorer: Leon 23, Kurek 20, Sliwka 13; Ghafour 19, Salehi 18, Milad 17.Attacchi: 62 a 58muri: 10 a 11ace: 7 a 4errori avversari: 36 a 40
    Girone BBrasile – Tunisia 3-0 (25-22, 25-20, 25-15)Top scorer: Wallace 13, Lucarelli 10, Douglas 10; Ben Tara W. 13, Kadhi 8Attacchi: 47 a 28muri: 5 a 8ace: 4 a 1errori avversari: 19 a 20
    ROC (Russia) – Argentina 3-1 (21-25, 25-23, 25-17, 25-21)Top scorer: Mikhaylov 17, Volkov 16, Kliuka 12; Lima B. 18, Solé 11, Palacios 11.Attacchi: 46 a 50muri: 13 a 7ace: 3 a 4errori avversari: 34 a 25
    Stati Uniti – Francia 3-0 (25-18, 25-18, 25-22)Top scorer: T.Sander 15, Anderson 13, Defalco 10; Ngapeth 9, Patry 8, Boyer 7.Attacchi: 50 a 33muri: 5 a 2ace: 1 a 3errori avversari: 19 a 20. LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: Tutte le partite del 25 luglio. Pallavolo & Beach Volley

    TOKYO – Tutto il programma delle gare di pallavolo e beach volley di domenica 25 luglio. Orario italiano, Tokyo +7 ore.
    IL PROGRAMMA “AZZURRO”(PF): ore 2 ROC (Russia) – Italia(BVF): ore 8 Menegatti/Orsi Toth vs Makroguzova/Kholomina (RUS)(BVM): ore 13 Lupo/Nicolai vs Thole J./Wickler (GER)(BVM): ore 15 Rossi/Carambula vs Gibb/Bourne (USA)
    LegendaPM = Pallavolo Maschile; PF = Pallavolo Femminile; BVF = Beach Volley Femminile;BVM = Beach Volley MaschileOrari – Sono indicati gli orari italiani. Giappone +7 ore
    IL PROGRAMMA COMPLETOPallavolo Femminileore 02.00 – Pool B: Russia (ROC) – Italia*ore 04.05 – Pool B: Stati Uniti – Argentinaore 07.20 – Pool A: Serbia – Rep-Dominicanaore 09.25 – Pool B: Cina – Turchiaore 12.40 – Pool A: Giappone – Kenyaore 14.45 – Pool A: Brasile – Corea del Sud
    * Il match sarà trasmesso live da Rai 2 (commento affidato a Marco Fantasia e Giulia Pisani) e Discovery+ (commento di Fabrizio Monari e Rachele Sangiuliano).Beach volleyF – ore 02.00 – Pool B: April/Alix (USA) – Xue/Wang X. X.M – ore 03.00 – Pool F: Gottsu/Shiratori – Kantor/LosiakM – ore 04.00 – Pool E: Evandro/Bruno Schmidt – Grimalt M./Grimalt E.F – ore 05.00 – Pool E: Artacho Del Solar/Clancy – Lidy/LeilaF – ore 08.00 – Pool E: Makroguzova/Kholomina – Menegatti/Orsi TothM – ore 09.00 – Pool E: Bryl/Fijalek – Abicha/ElgraouiM – ore 10.00 – Pool C: Cherif/Ahmed – Heidrich/GersonM – ore 13.00 – Pool F Thole J./Wickler – Nicolai/LupoF – ore 14.00 – Pool B: Keizer/Meppelink – Liliana/ElsaM – ore 15.00 – Pool C: Gibb/Bourne – Carambula-Rossi 
    M – maschileF – femminile

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteTokyo2020: Tutti i tabellini della 1. giornata del torneo maschileArticolo successivoTokyo2020: Pallavolo, i risultati odierni delle due Pool. Polonia e Francia ko LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: Tutti i tabellini della 1. giornata del torneo maschile

    TOKYO – Tutti i tabellini della 1. giornata del torneo maschile.
    POOL AItalia  – Canada 3-2 (26-28, 18-25, 25-21, 25-18, 15-11) 

    Giappone – Venezuela 3-0 (25-21, 25-20, 25-15)

    Polonia – Iran 2-3 (25-18, 22-25, 22-25, 25-22, 21-23) 

    Girone BBrasile – Tunisia 3-0 (25-22, 25-20, 25-15)

    ROC (Russia) – Argentina 3-1 (21-25, 25-23, 25-17, 25-21)

    Stati Uniti – Francia 3-0 (25-18, 25-18, 25-22) LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: Rassegna stampa. Quanto affascina Paola Egonu. Per i media è incubo medaglia

    Le prime pagine dei tre quotidiani sportivi nazionali
    di Sofia Greggio
    TOKYO – La rassegna stampa del 24 luglio sui Giochi di Tokyo2020. Stralcio del meglio e del peggio sulla stampa italiana.

    La Gazzetta dello sport punta il focus sulle donne che stanotte debuttano con la Russia, o ROC. Si torna alla cerimonia inaugurale con il richiano ad una Egonu elegantissima: “Che onore, ho capito la grandezza dello sport”. Paola Egonu ha rappresentato idealmente l’Europa come alfiere della bandiera olimpica. Un grande onore e una grande soddisfazione per un’atleta che rappresenta anche il mondo del Volley con fierezza e coraggio. Una presa di coscienza che racchiude molti significati, tra cui l’influenza dello sport nel mondo.Sempre sulla “rosea” parla una delle più attese protagoniste, reduce da una stagione nel club di alto livello: Caterina Bosetti: vietato sognare, “ma tra di noi…”. L’azzurra Caterina Bosetti sente la pressione ma è speranzosa: tra le ragazze terribili c’è voglia di fare bene e tanta energia positiva, ma anche tanti sogni. Persino il presidente del CONI si è sbilanciato auspicando a una medaglia nel volley femminile. Caterina dichiara di essere abituata alla pressione perché lei, e come lei le compagne, giocano in club che vogliono sempre vincere tutto. Non succede, ma se succede…

    Libero mette il dito nella piaga, “Quell’oro che manca alle squadre azzurre”. Dal beach volley alla pallavolo, sono tante le squadre azzurre che puntano a una medaglia. O alla medaglia. Chi punta a difendere un argento, chi vuole superarsi e chi sogna in grande: il volley azzurro potrebbe regalarci grandi emozioni.Speriamo!
    Anche l’Avvenire celebra la nostra Paola Egonu non senza pensare anche al medagliere: “Orgoglio Egonu – Italvolley favorita”. L’Olimpiade del volley azzurro esordisce nel migliore dei modi, con Egonu come alfiere della bandiera olimpica e le squadre sia maschili che femminili cariche di speranze e aspettative. Il neopresidente Fipav Giuseppe Manfredi non cela l’ottimismo: “Siamo presenti in questa Olimpiade con grandi aspettative. […] Speriamo che le nostre squadre sappiano nuovamente regalare momenti di gioia all’Italia e allo sport azzurro”.

    Articolo precedenteTokyo2020: Uno sguardo statistico sulla pallavolo ai Giochi Olimpici. Sergio da recordArticolo successivoTokyo2020: Tutti i tabellini della 1. giornata del torneo maschile LEGGI TUTTO