More stories

  • in

    GP Bahrain, Leclerc: “Luce e temperature da considerare”

    MARANELLO – “Il Gran Premio del Bahrain è una gara molto particolare, perché le caratteristiche del fine settimana fanno sì che lo scenario si modifichi continuamente”. Charles Leclerc è onesto nel commentare le difficoltà che il tracciato di Sakhir presenterà domenica prossima nella terz’ultima gara del mondiale di Formula 1.

    Meteo fattore fondamentale
    Il piccolo principe della Ferrari spiega come siano tante le incognite in vista del prossimo Gran Premio: “A inizio weekend la pista è sporchissima, piena di sabbia che arriva dalle zone desertiche circostanti. Man mano che si gira l’asfalto si pulisce e svela la propria abrasività che mette a dura prova le gomme” le parole di Leclerc.
    Il fattore meteo potrebbe influire non poco: “Luce e temperature sono in continuo cambiamento: si parte all’imbrunire, con asfalto molto caldo e il sole basso all’orizzonte, ma man mano che la gara progredisce il circuito diventa più freddo e bisogna avere la capacità di adattare la propria guida. Ho bei ricordi dello scorso anno, anche se il finale non fu ideale. Speriamo di continuare il trend delle ultime gare che ci ha visto via via più competitivi” conclude Leclerc. LEGGI TUTTO

  • in

    GP Bahrain, Leclerc: “Gara particolare, scenario cambia continuamente”

    MARANELLO – “Il Gran Premio del Bahrain è una gara molto particolare, perché le caratteristiche del fine settimana fanno sì che lo scenario si modifichi continuamente”. Conferma le difficoltà della pista di Sakhir Charles Leclerc alla vigilia della gara in programma domenica.

    Tante incognite
    Il piccolo principe della Ferrari spiega come siano tante le incognite in vista del prossimo Gran Premio: “A inizio weekend la pista è sporchissima, piena di sabbia che arriva dalle zone desertiche circostanti. Man mano che si gira l’asfalto si pulisce e svela la propria abrasività che mette a dura prova le gomme” le parole di Leclerc.
    Il fattore meteo potrebbe influire non poco: “Luce e temperature sono in continuo cambiamento: si parte all’imbrunire, con asfalto molto caldo e il sole basso all’orizzonte, ma man mano che la gara progredisce il circuito diventa più freddo e bisogna avere la capacità di adattare la propria guida. Ho bei ricordi dello scorso anno, anche se il finale non fu ideale. Speriamo di continuare il trend delle ultime gare che ci ha visto via via più competitivi” conclude Leclerc. LEGGI TUTTO

  • in

    GP Bahrain, Vettel: “Curioso dei progressi su questo tracciato”

    MARANELLO – “Il circuito di Sakhir è da sempre un test impegnativo tanto per i piloti che per le vetture. Per noi che guidiamo c’è il tema delle temperature ambientali che, sorgendo questa pista nel deserto, in certi momenti della giornata sono veramente molto elevate”. Analizza così Sebastian Vettel il Gran Premio del Bahrain di Formula 1, gara di apertura del trittico in Medio Oriente.

    Impianto frenante fondamentale
    Il tedesco della Ferrari analizza l’importanza dell’impianto frenante: “Per quanto riguarda le monoposto, le caratteristiche della pista mettono in risalto le doti di trazione e costituiscono un banco di prova per i freni che sono molto stressati nell’arco del giro” le parole di Vettel in una nota. “Noi piloti chiamiamo questo tipo di tracciato ‘stop&go’ a causa delle continue frenate secche seguite da brusche accelerazioni”.
    Il quattro volte campione del mondo è però fiducioso viste le ultime rpve della Rossa: “Non abbiamo mai gareggiato in Bahrain così avanti nella stagione anche se, guardando i dati delle temperature, le condizioni non dovrebbero essere troppo diverse. Abbiamo visto che la nostra vettura ha fatto dei progressi nelle ultime gare e sono curioso di verificare anche su questa pista il nostro livello di competitività” conclude Vettel. LEGGI TUTTO

  • in

    GP Bahrain, Vettel: “Test impegnativo per vetture e piloti”

    MARANELLO – “Il circuito di Sakhir è da sempre un test impegnativo tanto per i piloti che per le vetture. Per noi che guidiamo c’è il tema delle temperature ambientali che, sorgendo questa pista nel deserto, in certi momenti della giornata sono veramente molto elevate”. Sebastian Vettel guarda già a domenica quando si correrà il Gran Premio del Bahrain di Formula 1.

    Curioso dei progressi
    Il tedesco della Ferrari analizza l’importanza dell’impianto frenante: “Per quanto riguarda le monoposto, le caratteristiche della pista mettono in risalto le doti di trazione e costituiscono un banco di prova per i freni che sono molto stressati nell’arco del giro” le parole di Vettel in una nota. “Noi piloti chiamiamo questo tipo di tracciato ‘stop&go’ a causa delle continue frenate secche seguite da brusche accelerazioni”.
    Il quattro volte campione del mondo è però fiducioso viste le ultime rpve della Rossa: “Non abbiamo mai gareggiato in Bahrain così avanti nella stagione anche se, guardando i dati delle temperature, le condizioni non dovrebbero essere troppo diverse. Abbiamo visto che la nostra vettura ha fatto dei progressi nelle ultime gare e sono curioso di verificare anche su questa pista il nostro livello di competitività” conclude Vettel. LEGGI TUTTO

  • in

    DS 9 E-Tense, prezzo da 55.200 euro per l'arrivo in Italia

    L’ammiraglia francese approda finalmente sul mercato italiano. DS 9 E-Tense, la grande berlina lunga 4,93 metri, ha un prezzo di partenza di 55.200 euro. Offerta solo con powertrain ibridi, a partire dal prossimo aprile sarà nei saloni del Marchio di lusso di PSA.

    Cinque i colori esterni: Bianco Perla, Blu Imperiale, Grigio Artense, Grigio Cristallo e Nero Perla.
    Il modello disponibile sarà nella versione PHEV, dotata di motore a benzina 1.6 turbo da 180 cavalli e motore elettrico da 110 cv e 320 Nm di coppia. La potenza di sistema è di 225 cavalli e permette di accelerare da 0 a 100 km/h in 8,3 secondi e una velocità massima superiore ai 240 chilometri orari.

    Le batterie da 11,9 kWh permettono una autonomia solo elettrica di 50 km. Le emissioni dichiarate nel ciclo WLTP partono da 31 g/km, mentre il consumo (partendo con gli accumulatori carichi) è di 1,5 litri/100 km.
    DS 9 E-Tense, potenza che si spinge fino a 360 cv
    Successivamente arriveranno altre due versioni elettrificate più potenti, da 250 cavalli sempre a trazione anteriore e 360 cv con l’integrale.
    Due gli allestimenti. DS 9 E-Tense Performance Line+ con un prezzo da 55.200 euro e DS 9 E-Tense Rivoli+ da 58.200 euro. Entrambe sfoggiano la plancia interamente rivestita di pelle Nappa con l’esclusiva lavorazione a braccialetto di orologio, mentre Alcantara riveste il tetto e le tendine di protezione.

    Guarda la gallery
    DS-9 E-Tense, l’ammiraglia francese arriva in Italia: gli scatti LEGGI TUTTO

  • in

    Ferrari 488 GT Modificata, il suo V8 è pronto per la pista

    La Ferrari 488 GT Modificata è stata presentata con una configurazione talmente sportiva da far invidia alle sorelle presenti nei vari campionati GTE e GT3. La sua configurazione la rende una vera supersportiva da pista ad alte prestazioni, ma le sue caratteristiche così esclusive sono dedicate solamente ai clienti Ferrari che hanno preso parte al programma Competizione GT e a quelli del Club Competizione GT. 

    Guarda la gallery
    Ferrari 488 GT Modificata, il suo V8 è pronto per la pista GLI SCATTI

    V8 biturbo e frizione in fibra di carbonio
    Tra le mani dei gentlemen drivers andrà una 488 profondamente rivista rispetto alle specifiche che hanno trionfato nel mondiale WEC, alla 24 Ore di Le Mans, nelle competizioni in Classe GT3 (oltre 350 vittorie all’attivo per la 488), a partire dal motore V8 biturbo. Senza Balance of Performance e la possibilità di utilizzare mappature spinte, il propulsore eroga 700 cavalli, ottenuti con l’adozione di materiali derivati dalle competizioni e la riprogettazione di alcuni componenti.
    Potenza trasmessa su una linea di trazione con frizione in fibra di carbonio e un cambio proposto con differenti scale di rapporti. Dove i regolamenti impongono limitazioni al carburante utilizzabile o restrizioni sull’aspirazione, il V8 della 488 GT Modificata è libero di esprimersi e spingere una configurazione aerodinamica da alto carico.
    Pacchetto sviluppato al Nurburgring
    Il pacchetto è frutto delle sessioni di sviluppo condotte al Nurburgring, ottimizzato per arrivare a produrre maggior carico sull’anteriore a drag invariato. Un’operazione possibile grazie alla variazione del centro di pressione aerodinamica, spostato verso l’anteriore, con la conseguenza di rendere l’assetto aerodinamico della 488 GT Modificata più sensibile agli interventi di variazione di incidenza dell’ala posteriore. In valori assoluti, il progetto sviluppa oltre 1000 kg di carico già a 230 km/h.
    Ferrari, a Fiorano torna a sfrecciare l’ibrido V6
    Detto della carrozzeria in carbonio, con l’eccezione di montanti e tetto – in alluminio –, la “M” adotta sospensioni condivise con 488 GTE mentre l’impianto frenante prevede un mix di freni Brembo con pinze a bassa coppia residua e l’ABS della GT3 Evo 2020 con tarature differenti.
    Comparto elettronico nel quale collocare la raccolta dati con telemetria Bosch e l’acquisizione V-Box, la presenza dei sensori di temperatura e pressione delle gomme in tempo reale, la retrocamera ad alta definizione.
    Sfoglia il listino Ferrari di Auto.it: tutti i modelli sul mercato
    Il Club Competizioni GT porterà in pista i clienti in 5 eventi, oltre le Finali Mondiali 2021: negli USA sul Virginia Raceway International e a Watkins Glen, in Europa a Monza e al Nurburgring, in Asia a Suzuka. LEGGI TUTTO

  • in

    Leclerc riceve il Tapiro d'Oro: “Non andrei mai in vacanza con Hamilton”

    ROMA – “La gara era andata bene e ho buttato tutto via all’ultima curva. Ho sbagliato e mi sono sfogato in radio con i miei ingegneri, avete sentito tutto…”. Charles Leclerc parla così a Valerio Staffelli che gli ha consegnato il Tapiro d’Oro.

    No a vacanze con Hamilton
    L’errore del monegasco durante il Gran Premio di Turchia è solo l’ennesimo episodio di una stagione decisamente infelice ma, in compenso, gli ha fatto vincere un altro ambito trofeo: il Tapiro d’Oro di Striscia la notizia. “Queste cose succedono, ma devono essere uno spunto per crescere e tornare più forti” commenta Leclerc. “Il dominio di Hamilton? Va molto forte ed è simpatico, ma non ci andrei in vacanza assieme” rivela il monegasco a Staffelli. Infine, sul futuro compagno di scuderia Sainz Jr, dichiara: “Lo conosco da anni, siamo molto amici: Vettel mi ha fatto migliorare, vedremo cosa succederà con Carlos”. LEGGI TUTTO

  • in

    GP Bahrain, Ricciardo: “Finalmente corriamo al caldo”

    ENSTONE – “Negli ultimi anni non ho colto grandi risultati in Bahrain ma mi sto preparando bene per questo fine settimana”. Daniel Ricciardo è motivatissimo in vista della gara di domenica prossima sul circuito di Sakhir, terz’ultimo appuntamento del mondiale di Formula 1.

    Finalmente il caldo
    Il pilota australiano della Renault, che il prossimo anno sarà al volante della McLaren per sostituire Sainz a sua volta approdato in Ferrari, vuole riscattare alcune stagioni poco felici sulla pista araba: “Negli ultimi anni non è andata benissimo in Bahrain” conferma Ricciardo. “Ma il circuito mi piace, è divertente anche per le sessioni in notturna. Ci sono vari punti dove poter sorpassare. Inoltre ho qualche questione in sospeso qui dallo scorso anno: arrivo molto carico a Sakhir”.
    Dopo tante piste europee si correrà per tre volte consecutivamente in Medio Oriente: “Ultimamente abbiamo corso su circuiti fantastici in tutta Europa ma, personalmente, era troppo freddo. Preferisco di gran lunga il caldo ed è il clima che troveremo in Barhain” conclude Ricciardo. LEGGI TUTTO