Federer: “Buona stagione, ora punto Shanghai”

Quando Roger Federer è sbarcato in Oriente una settimana fa circa, il mondo si è fermato. Da quelle parti, lo svizzero, un’autentica icona, non solo sportiva. Non a caso, RF si è portato al seguito tutta la famiglia, per cercare di chiudere la campagna asiatica nel migliore dei modi. Per farlo basterebbe bissare il 2017, che lo vide vincente nell’ennesimo (ultimo finora) Fedal a Shanghai, dove mercoledì è in programma il debutto. Impossibile, visto che Rafa è out per i cronoci problemi al ginocchio: l’avversario numero 1 si chiama Djokovic, o forse il rivale principale è lo stesso Federer, che a 37 anni ha ancora voglia di giocare e vincere: “Adoro questa parte della stagione – ha detto il numero 2 del mondo all’Atp -. Mi sono sempre tolto delle belle soddisfazioni. Forse perché si gioca sul veloce, non lo so. Probabilmente perché c’è il torneo di Basilea, casa mia, o perché ci sono le Finals. Ho sempre raccolto ottimi risultati, l’obiettivo è fare lo stesso anche in questo 2018″. In questa settimana asiatica, Roger è stato protagonista di eventi promozionali, che lo hanno visto anche nelle vesti di intrattenitore e giocoliere. Nonostante questo, la concentrazione è massima in vista di un torneo che si gioca su uno dei terreni preferiti dal Re, che in carriera ha vinto 24 dei suoi 98 titoli Atp sul cemento indoor. L’elvetico vuole riscattare una seconda parte di stagione piuttosto anonima, con l’eliminazione ai quarti di Wimbledon e quella cocente al 4° turno degli US Open per mano dell’australiano Millman: “Onestamente il 2018, per me, è una grande stagione: ho vinto l’Australian Open, sono tornato numero 1 del mondo, giocato una decente stagione sull’erba. Non sono soddisfatto di come ho giocato a Cincinnati, ma ho raggiunto la finale – ha spiegato RF -. Sono felice, sono in salute. Ho un altro Slam in bacheca: ho sempre detto che un anno con uno Slam è una stagione molto buona. In più sento di avere ancora molto da dare al tennis”. 


Fonte: https://sport.sky.it/

Potrebbero interessarti

Lascia una risposta