in

A2 Ovest – Latina, trasferta sottotono ad Agrigento

A2 Ovest - Latina, trasferta sottotono ad Agrigento

Partita sottotono per la Benacquista Assicurazioni Latina Basket che sul parquet del PalaMoncada di Agrigento si arrende ai padroni di casa della MRinnovabili con il risultato finale di 91-71. Una gara che ha visto i nerazzurri faticare fin dalle prime battute contro la squadra di casa che, al contrario, ha giocato un’ottima gara. Alla Benacquista non sono stati sufficienti i 15 punti di Musso, i 13 di Ancellotti  (entrambi con l’86% nel tiro da 2) e gli 11 di Pepper  (80% nel tiro da 2) a indirizzare la sfida su binari diversi. Se durante il primo quarto i pontini sono riusciti a rimanere in scia degli avversari, già nel secondo periodo hanno subito la verve di Ambrosin e compagni, particolarmente ispirati nel tiro da tre punti. Al rientro dagli spogliatoi gli uomini di coach Gramenzi hanno provato a giocare alla pari con i siciliani, ma le tante palle perse e le opportunità non sfruttate hanno permesso alla Fortitudo di continuare ad avere l’inerzia del match e di vincere mantenendo un ampio divario fino alla fine.

Capitan Raucci e compagni torneranno a Latina nella giornata di domani e da martedì si ritroveranno in palestra per voltare immediatamente pagina e guardare avanti. La Benacquista è attesa da due sfide casalinghe consecutive, la prima in programma per sabato 16 novembre alle ore 20:00 sul parquet del PalaBianchini, dove i nerazzurri riceveranno la Bcc Treviglio, in questo turno uscita vittoriosa  dalla trasferta sul campo della Gevi Napoli (59-81); la seconda nel turno infrasettimanale di mercoledì 20 novembre sempre alle ore 20:00  in cui i ospiteranno l’Eurobasket Roma che in questa giornata ha conquistato la sua prima vittoria stagionale sul campo della Npc Rieti (72-85).

.-.-.-.-.-.-

I tabellini:  MRinnovabili Agrigento vs Benacquista Assicurazioni Latina Basket 91-71 (20-14, 46-30, 72-53).

MRinnovabili Agrigento: Easley 3, De Nicolao 9, Chiarastella 5, Ambrosin 21, James 20, Pepe 12, Moretti 11, Morreale n.e., Moricca n.e., Fontana 10, Cuffaro, Rotondo n.e.. Coach Cagnardi. Vice Giovanatto.

Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Musso 15, Cassese 9, Di Pizzo 2, Romeo 7, Pepper 11, Bolpin 4, Raucci 3, Mc Gaughey 7, Ancellotti 13, Di Prospero n.e. Coach Gramenzi. Vice Di Manno.

Statistiche: Agrigento tiri da 2 53% (20/38) tiri da 3 54% (13/24) tiri liberi 75% (12/16) Latina tiri da 2 64% (23/36) tiri da 3 45% (5/11) tiri liberi 59% (10/17).

Arbitri dell’incontro: Bartoli Enrico di Trieste, Gagno Gabriele di Spresiano (TV), Miniati Gian Lorenzo di Firenze.

.-.-.-.-.-.-

La partita – I primi punti del match sono realizzati da Mc Gaughey, ma sul fronte opposto Ambrosin realizza 5 punti consecutivi per il 2-5 al 1′. Musso e Ancellotti si iscrivono a referto, Latina rimette la testa avanti, ma Agrigento si affida ancora una volta ad Ambrosin (6-8). Si gioca in velocità e con continui capovolgimenti di fronte (11-10 al 5′). De Nicolao porta i suoi sul+4 con un gioco da tre punti (14-10) mentre ruotano gli uomini sulla panchina degli ospiti ed è Romeo, appena entrato, a ridurre il divario (14-12 al 6′).  La Benacquista alza l’intensità difensiva e Ancellotti fa la voce grossa sotto i tabelloni rifilando agli avversari due stoppate nei primi 7 minuti di gioco, ma Ambrosin continua a trascinare i suoi (16-10 al 7′). I nerazzurri sprecano alcune opportunità e faticano a trovare la via del canestro, ne approfitta la squadra siciliana per incrementare il proprio vantaggio ancora una volta grazie soprattutto alla mano calda dall’arco di Lorenzo Ambrosin (20-12 a 1:08″ dalla sirena). Time-out coach Gramenzi. Al rientro sul rettangolo di gioco Latina si scontra con un’ottima difesa di Agrigento, ma riesce a trovare i due punti di Bernardo Musso che fissano il punteggio del primo quarto sul 20-14.

Il secondo periodo di gioco si apre con la quinta tripla della serata firmata Fortitudo (23-14) red è ancora la compagine siciliana a gestire il gioco e a trovare punti preziosi che la portano sul vantaggio in doppia cifra all’11’ (26-16). Pepper subisce fallo sul tiro dalla lunga distanza, ma concretizza un solo libero (26-17). Botta  e risposta tra James e lo stesso Pepper (28-19 al 12′) ma Agrigento gioca con maggiore fluidità creando azioni a tratti anche spettacolari e al 13′ i siciliani sono avanti 32-19. Coach Gramenzi ruota i suoi uomini, ma la MRinnovabili incrementa ulteriormente il divario (35-20 al 14′). I nerazzurri si scuotono firmando 4 punti consecutivi con Ancellotti e Cassese e sul 35-24 a 4:30 dalla sirena è coach Gagnardi a chiamare time-out. Alla ripresa del gioco i padroni di casa mettono a segno un’ulteriore tripla (37-24) con i pontini che non riescono a trovare la giusta concentrazione e commettono troppe ingenuità. Sulla schiacciata di Moretti al 17′, arriva il time-out per la panchina della Benacquista. Il gioco riprende con la Fortitudo ancora padrona del campo (41-26 al 18′). I nerazzurri continuano a perdere palloni e a faticare nel trovare la via del canestro e si va negli spogliatoi sul punteggio di 46-30.

Al rientro dal riposo lungo la Benacquista appare più concentrata, ma Agrigento si affida a James e al solito Ambrosin per mantenere un considerevole vantaggio 53-34 al 22′. La formazione ospite cerca di costruire buone azioni e trova anche punti preziosi, ma la MRinnovabili continua ad avere l’inerzia del match (57-43 al 25′). I nerazzurri continuano a faticare in attacco e al 26′ esauriscono anche il bonus (60-45). Per quanto la Benacquista provi a impegnarsi nel cercare di ridurre l’ampio divario, la Fortitudo appare molto più dinamica e fluida e a 2:!8″ dal termine del terzo quarto, dopo la tripla di James, il tabellone segna 65-47. Time-out per coach Gramenzi. Il gioco riprende, ma è ancora James a realizzare dai 6.75 per il 68-47. Scorrono i minuti e i siciliani continuano a gestire agevolmente il proprio vantaggio e il periodo va in archivio sul 72-53.

In avvio di ultima frazione Romeo realizza dalla lunga distanza (72-56 al 31′). Riduce ulteriormente il divario Cassese, ma arriva puntuale l’ennesima tripla dei siciliani (75-58 al 32′). Due punti di Romeo (75-60) ma Agrigento è pronta a replicare facendo la voce grossa e con un mini break di 4-0 si porta sul +19 (79-60 al 33′). Time-out per coach Gramenzi. Al rientro sul parquet Latina non riesce a essere incisiva in attacco, continuando a perdere palloni preziosi, e fatica anche a contenere le incursioni avversarie nel pitturato (81-62 al 34′). Agrigento è avanti 85-65 quando a 3:28″ dalla fine Cassese torna in panchina dopo un duro colpo alla schiena. La Fortitudo è totalmente padrona del gioco e gli ultimi due minuti del match scorrono con i siciliani che conquistano il successo sul risultato finale di 91-71.

Fonte: http://feeds.pianetabasket.com/rss/


Tagcloud:

Pallavolo femminile A1, i risultati della 6.a di andata

Serie A1 femminile, Il Bisonte si sente grande e scavalca Novara; Scandicci ancora a strappi