in

Tennis, Masters 1000 Parigi-Bercy: il programma dei quarti di finale con Berrettini spettatore interessato


Oggi sul cemento di Parigi-Bercy sono in programma i match dei quarti di finale del Masters 1000, ultimo torneo stagionale prima della Atp Finals di Londra (10-17 novembre) e della Coppa Davis (18-24 novembre) che chiuderà definitivamente la stagione tennistica 2019.

I primi a scendere in campo alle ore 14 saranno il cileno Cristian Garin e il bulgaro Grigor Dimitrov con quest’ultimo capace di eliminare abbastanza facilmente sia Goffin che Thiem rispettivamente teste di serie numero dodici e cinque. Il sudamericano potrebbe pagare la stanchezza dopo il match maratona di ieri che l’ha visto avere la meglio su Chardy per 6-7, 7-6, 6-4. Primo precedente tra i due giocatori dove chi riuscirà a portarlo a casa incontrerà il vincente del match che seguirà, ovvero quello tra Djokovic-Tsitsipas che sulla carta è quello più interessante di giornata. Il serbo numero uno del mondo fino ad ora ha passeggiato qui a Parigi-Bercy con due vittorie molto veloci su Moutet ed Edmund, l’avversario odierno non è dei più facili visto che il greco settima testa di serie del seeding vuole arrivare alle Atp Finals con una vittoria di prestigio. Ieri contro il talentuoso australiano De Minaur, l’ellenico ha mostrato un’ottima forma contro un avversario sempre ostico da battere.
Sono tre i precedenti tra il serbo e il greco con quest’ultimo in vantaggio per 2-1 con l’ultima vittoria ottenuta ad inizio ottobre al Masters 1000 di Shanghai in tre set; curiosamente anche gli altri due incontri si sono giocati nei Masters 1000: a Madrid 2019 ha vinto Djokovic, mentre a Montreal 2018 ha avuto la meglio Tsitsipas.

Il programma serale prevede i due incontri della parte bassa del seeding: si comincerà alle ore 19.30 con Shapovalov-Monfils, un match che vedrà un tifoso d’eccezione, ossia l’azzurro Matteo Berrettini che alla fine di questo terzo quarto di finale, saprà se sarà tra gli otto protagonisti delle Atp Finals londinesi. Il tennista romano dovrà tifare il  Shapovalov perchè se il canadese uscirà dal campo sconfitto il sogno di Berrettini andrà in frantumi. Sulla carta l’incontro è equilibrato anche sei il transalpino avrà grandi motivazione visto che una vittoria volerà a Londra, ovviamente ha beneficiato del forfait di Federer che teoricamente avrebbe dovuto incontrare ieri al posto del ben più abbordabile Albot, sconfitto comunque in tre set dopo essere passato in svantaggio. Il nordamericano comunque è in ottima forma e dopo la vittoria del torneo Atp 250 di Stoccolma, in questa settimana ha eliminato Simon, Fognini e A.Zverev. L’unico precedente vinto da Monfils, si è giocato a fine agosto al secondo turno degli US Open con vittoria in cinque set molto tirati.

A seguire in campo Nadal-Tsonga, incontro molto interessante e dove il tennista di casa che al secondo turno ha sconfitto Berrettini giocando un ottimo tennis anche se ieri nel match di ottavi di finale giocato contro il tedesco Struff ha rischiato l’eliminazione avendo vinto solamente al tie break del terzo set per otto punti a sei.
Il maiorchino, tornato a giocare nel circuito dopo il trionfo a Flushing Meadows ai danni di Medvedev, nei primi due match ha avuto vita abbastanza facile prima contro Mannarino e poi contro Wawrinka e ora vorrà cercare l’ennesimo trionfo della sua carriera per poi andare a Londra con l’obiettivo di vincere per la prima volta le Atp Finals, competizione che curiosamente non è mai riuscito a conquistare, disputando solamente due finali (2010 contro Federer e 2013 contro Djokovic). Ben tredici i precedenti tra il transalpino e lo spagnolo, con quest’ultimo in netto vantaggio per 9-4; l’ultimo incontro è stato giocato nel secondo turno dell’ultimo Wimbledon vinto dal numero due del mondo in tre set molto rapidi.

Masters 1000 Parigi-Bercy, il programma dei quarti di finale

Ore 14: Garin-Dimitrov

A seguire: Djokovic-Tsitsipas

Ore 19.30: Shapovalov-Monfils

A seguire: Tsonga-Nadal


Fonte: https://news.superscommesse.it/

EuroLeague – Olimpia Milano, Rodriguez “Mi aspetto un Forum pieno di energia”

Sergio Rodriguez: “A Milano sono nel posto dove volevo essere”