More stories

  • in

    The Beast, in vendita per 220mila euro l'auto più gigantesca del mondo

    Con oltre cento anni alle spalle, la American LaFrance Tourer Speedster messa in vendita per 220mila euro da RPS – società inglese con sede vicino ad Oxford – può vantare un possente motore da 14.500 cc, un grande serbatoio da circa 500 litri e un peso complessivo di circa 3 tonnelate. Insomma, caratteristiche da vera e propria “Bestia”. 

    Guarda la gallery
    The Beast, in vendita per 220mila euro l’auto grande mondo

    David Hasselhoff vende la leggendaria KITT
    DIVERSI RAID AUTOMOBILISTICI ALLE SPALLE
    Stando a quanto riferito dalla stessa RPS, l’auto in questione, ovviamente preparata ad hoc, avrebbe partecipato a diversi raid di lunga durata, tra cui la Pechino-Parigi del 2013 – con a bordo Ingo Strolz e Werner Gassner – e all’edizione del 2016, ottenendo la vittoria nella classe Pioneer pre 1919.
    Come già anticipato, la American LaFrance Tourer Speedster da 3 tonnellate messa in vendita ad Oxford presenta sotto al cofano un enorme motore a 6 cilindri da 14.500 cc, un cambio a tre velocità, doppia trasmissione a catena e un grosso serbatoio capace di contenere circa 500 litri di carburante. Quello che serve per essere definita in tutto e per tutto una “Bestia”.
    Attualmente, fa sapere RPS, l’auto si trova in Austria ed è pronta per essere testata su strada ed eventualmente venduta per una cifra di tutto rispetto, nonostante l’età. LEGGI TUTTO

  • in

    Lexus IS 500 F Sport, i 472 cv premium del V8 aspirato

    Quando una Casa costruttrice decide, al giorno d’oggi, di inserire un V8 aspirato in una nuova vettura è quasi una notizia, dato che in quest’epoca le configurazioni ibride ed elettriche portano in dote molte delle motorizzazioni più potenti. Vedi Lexus, che, per il mercato nordamericano, lancia la sua berlina IS 500 F Sport, che dal 2022 adotterà un otto cilindri da 5 litri.

    Guarda la gallery
    Lexus IS 500 F Sport

    V8 aspirato: i dati delle prestazioni
    Lexus IS 500 F Sport, prima auto della Casa giapponese ad entrare nella gamma F Sport Performance, è infatti spinto da un motore da 472 cavalli a 7.100 giri/min e 395 Nm di coppia a 4.800 giri/min, abbinato a un cambio automatico a 8 velocità che scarica la potenza a terra con la trazione posteriore grazie anche al differenziale a slittamento limitato Torsen. L’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 4,5 secondi.
    Caratteristiche premium
    I tecnici hanno lavorato sul telaio per migliorare stabilità in curva e comfort di guida, montando sull’asse posteriore una barra anti-rollio ammortizzata di Yamaha, progettata per ridurre vibrazioni e rumore, smorzando le vibrazoni quando il veicolo è in marcia. In dotazione di serie il Dynamic Handling Package che include sospensioni variabili adattive e impostazioni aggiuntive per sterzo e impianto frenante. Quest’ultimo comprende freni a disco in alluminio da 14″ all’anteriore e 12,7″ al posteriore. Il lavoro di ottimizzazione aerodinamica operato dagli ingegneri Lexus ha permesso di migliorare la frenata attraverso un apposito raffreddamento. Cerchi in lega da 19″ e 10 razze adornano le ruote, nella zona posteriore sono quattro i terminali di scarico. Lo spoiler posteriore, i paraurti allungati e i vetro oscurati contribuiscono a dare alla super berlina un aspetto ancora più dinamico.
    Dal volante alle dotazioni di sicurezza
    All’interno dell’abitacolo, con il volante riscaldato e in pelle, il guidatore può scegliere tra le diverse modalità di guida, tra cui Sport S e Sport S +, che forniscono la mappatura del motore e della trasmissione più estrema mentre regolano l’assistenza dello sterzo e la forza di smorzamento per offrire l’esperienza di guida più sportiva possibile. Normal, Eco e Sport sono i driving mode del motore, ma a disposizione dell’automobilista ci sono anche le modalità di impostazione del telaio (Normal e Sport) e del condizionatore d’aria (Normal ed Eco). Il fattore sicurezza è caratterizzato dal Safety System di Lexus, che utilizza radar e telecamere per avvisare di una collisione imminente e che gestisce la frenata di emergenza automatica. Presente anche lo Steering Assist.
    La gamma Lexus: consulta il listino
    IS 500 F Sport dovrebbe sbarcare nei concessionari a stelle e strisce in autunno. Prezzo di listino, optional e colorazioni disponibili non sono ancora state rese note. LEGGI TUTTO

  • in

    Nuovo Jeep Gladiator: il ritorno del pick-up

    Nuova Jeep Compass 2021, edizione 80° Anniversario per l’esordio
    MULTIJET V6 DA 3,0 LITRI CON 264 CV
    Jeep Gladiator è un pick-up creato nel segno della versatilità, unendo contenuti tecnologici avanzati, un motore efficiente e flessibilità nel trasporto di carico. Numerose opzioni di personalizzazione completano l’offerta Jeep per il nuovo modello. In Italia, Gladiator è disponibile nell’allestimento Overland, nell’esclusiva Launch Edition e in una tiratura limitata 80° Anniversario che sarà sul mercato a partire da aprile 2021. Tutte e tre sono equipaggiate con motore Multijet V6 da 3,0 litri con 264 Cv di potenza e 600 Nm di coppia, con cambio automatico a 8 rapporti. Cinque modalità di guida: Neutral, High – a due ruote motrici, Auto, Part-Time, 4L – quattro ruote motrici con marce ridotte.
    BEN 9 DIVERSE LIVREE
    Vasta la possibilità per la scelta della livrea, con ben nove colorazioni disponibili: Black, Firecracker Red, Billet Silver Metallic Clear Coat, Bright White, Granite Crystal Metallic Clear Coat, Hydro Blue, Sting Gray, Snazzberry e Sarge Green, abbinabili in base all’allestimento al soft-top o all’hard top nero o in tinta. Tra gli optional estetici, ogni allestimento prevede la possibilità di montare i cerchi da 18”.
    ICONICA LA GRIGLIA A SETTE ELEMENTI
    Il design del pick-up è robusto e rispecchia lo stile del Marchio, grazie per esempio all’iconica griglia a sette elementi aggiornata dalla Wrangler o ai fari anteriori e posteriori a LED con luce bianca. I LED illuminano anche il cassone in acciaio da 153 cm con presa di corrente esterna impermeabile da 230 V e fermi integrati. Le combinazioni tra parabrezza e copertura superiore sono molteplici, dall’hard top a tre pannelli al soft top e senza tetto.
    DESIGN INTERNO
    All’interno troviamo numerosi vani portaoggetti nel pianale, il cassetto estraibile sotto i sedili della seconda fila, i vani chiusi dietro lo schienale dei sedili posteriori e le tasche a rete lungo le porte. Gli interni sono completamente lavabili. La plancia dalle linee pulite si adatta al design orizzontale del cruscotto, mentre per il comfort nell’abitacolo i sedili anteriori e lo sterzo sono riscaldabili (optional). La seconda fila è ripiegabile, in modo da consentire l’accesso all’area di carico sul retro e aumentare lo spazio per i carichi ingombranti.
    GLI OPTIONAL
    Tra le dotazioni elettroniche spiccano il touchscreen da 8,4” con sistema Uconnect e display TFT da 7”, per scegliere tra le 100 modalità di configurazione e visualizzazione dei dati. Di serie su Launch Edition e 80° Anniversario la telecamera frontale con sistema autopulente, optional su Overland. Per i clienti Gladiator, Jeep offre il programma Jeep Wave che include manutenzione programmata Easy Care, assistenza stradale 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, e servizio clienti dedicato; sono inclusi anche i primi due tagliandi fino a 24 mesi dall’acquisto.
    Jeep Wrangler, il concept elettrico svelato a marzo LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGp: i funerali di Fausto Gresini si svolgeranno sabato a Imola

    ROMA – I funerali di Fausto Gresini si svolgeranno sabato 27 febbraio alle ore 10 a Imola. Ad annunciarlo è stato il profilo ufficiale dell’omonimo team. Le esequie dell’ex pilota si svolgeranno in forma strettamente privata, ma per gli appassionati di MotoGp sarà possibile seguire la celebrazione in diretta streaming sulla pagina Facebook del team Gresini Racing. In questo modo, chiunque vorrà potrà dare a suo modo un ultimo saluto a Gresini.

    La scomparsa di Gresini
    La morte di Fausto Gresini è stata annunciata martedì 23 febbraio in mattinata. L’ex pilota e manager dell’omonimo team è deceduto dopo due mesi di ricovero all’Ospedale Maggiore Carlo Alberto Pizzardi di Bologna, dove si trovava da fine dicembre a causa di complicazioni dovute all’infezione da coronavirus, che lo aveva costretto a restare sedato per la maggior parte del tempo in ospedale. LEGGI TUTTO

  • in

    Hong Kong, fermate 45 supercar: il posto di blocco diventa uno show

    Quando un “posto di blocco” riesce a trasformarsi in uno show automobilistico. Può succedere, ed è successo, domenica scorsa a Hong Kong, dove la polizia locale ha fermato 45 supercar a partire dalle 7 del mattino dopo aver visto quel gruppone guidare a tutta velocità lungo un’autostrada. Per fermare ogni singola macchina, la polizia ha dovuto chiudere due corsie di circolazione. Il motivo, pare, risieda nelle lamentele di coloro che abitano vicino l’autostrada, infastiditi dall’eccessivo rumore provocato dalle supercar.

    Una “sfilata” di super bolidi
    [embedded content]
    Il gruppo di supercar era principalmente formato da vari modelli Lamborghini – tra cui una Murcielago SV, una Aventador SV verniciata Verde Ithaca e due Aventador SVJ -, Porsche e Ferrari, ma comprendeva anche esemplari di Nissan GT-R, McLaren e una Mercedes-AMG GT S, creando così uno spettacolo visivo per tutti gli astanti.
    Inoltre, i media locali riferiscono che una delle Nissan GT-R è stata rimorchiata dopo che sono stati sollevati sospetti che fosse stata modificata illegalmente. 
    Evra si traveste da Batman e la sua Mercedes diventa la “Patmobile” LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGp, Alex Marquez: “Vedremo come si adatterà Espargaró con la Honda”

    “Per ora non mi pongo obiettivi a breve termine, non voglio fare previsioni – prosegue il fratello di Marc ai microfoni di Marca -. Penso che sia la domanda più difficile che mi venga fatta da anni. Ogni anno è nuovo, ogni anno le cose cambiano. L’obiettivo generale non è vincere il titolo, perché mi illuderei, piuttosto essere costantemente tra i primi sette e migliorare in qualifica ma, se si presentassero le circostanze, devo farmi trovare pronto”. LEGGI TUTTO

  • in

    MotoGp, Alex Marquez: “Se Marc tornerà, l'attenzione in Honda sarà su di lui”

    Alex preferisce non sbilanciarsi dopo un 2020 che lo ha visto approdare per la prima volta sul podio nella classe regina da rookie: “Per ora non mi pongo obiettivi a breve termine, non voglio fare previsioni – prosegue ai microfoni di Marca -. Penso che sia la domanda più difficile che mi venga fatta da anni. Ogni anno è nuovo, ogni anno le cose cambiano. L’obiettivo generale non è vincere il titolo, perché mi illuderei, piuttosto essere costantemente tra i primi sette e migliorare in qualifica ma, se si presentassero le circostanze, devo farmi trovare pronto”. LEGGI TUTTO

  • in

    Lamborghini sequestrata a Mendy: rischia la demolizione oltre alla maxi multa

    Sequestro del mezzo e multa salata da mille sterline (870 euro). Sono le conseguenze dell’ultima “bravata” di Benjamin Mendy – difensore francese classe ’94 in forza al Manchester City -, che lo scorso novembre è stato fermato dalla polizia inglese a bordo della sua potente Lamborghini Aventador SVJ non assicurata. 

    Guarda la gallery
    Benjamin Mendy e la sua Lamborghini Aventador SVJ da 770 cv

    Premier League, giallo Mousset: la sua Lamborghini distrutta nella notte, fermati due 20enni
    SENZA PATENTE E ASSICURAZIONE
    Secondo alcune fonti inglesi, il nazionale francese fu fermato alle 5 del mattino dello scorso 15 novembre a Prestbury, nel Cheshire. Purtroppo per il calciatore, gli agenti – in quel momento occupati nel regolare controllo delle strade – non hanno potuto far altro che constatare la mancanza dell’assicurazione per la Lamborghini e quella della di una patente di guida valida.
    E così, Mendy, si è ritrovato con una bella multa di mille sterline, una denuncia a suo carico per guida senza patente, la decurtazione di 6 punti e l’immediato sequestro del mezzo.
    La supercar di Sant’Agata, inoltre, sembrerebbe ancora chiusa nel deposito giudiziario in cui era stata portata dopo il sequestro. Mendy, infatti, non è ancora riuscito a riportarla nel suo garage. Chissà che non venga messa all’asta – o peggio, demolita – perché superati i termini temporali per il dissequestro.
    770 CAVALLI E UN DESIGN UNICO
    Con un prezzo che parte da 350mila euro, la Aventador SVJ sequestrata a Mendy può vantare un potente motore V12 aspirato 6,5 litri da 770 cv capace di spingere la vettura oltre i 350 km/h a un regime di 8.500 giri/min e una carrozzeria super affilata completamente in fibra di carbonio.
    Insomma, un gioiellino dalle prestazioni impeccabili e dal design da brividi che sarebbe bello poter rivedere su strada piuttosto che chiuso in un deposito.
    Il Barcellona ospita Cupra, ecco le nuove auto ufficiali del club LEGGI TUTTO