More stories

  • in

    Test in Bahrain, Hamilton alza un tombino e Leclerc lo colpisce: cosa è successo

    BAHRAIN – Seconda giornata di test in Bahrain e subito bandiera rossa con sospensione della sessione mattutina di prove. In curva 11 è infatti saltata la copertura di un tombino sul quale sono poi transitati prima Hamilton e poi Leclerc. Al momento i meccanici sono a lavoro sul fondo della rossa di Leclerc che però non dovrebbe aver riportato particolari danni. La classifica provvisoria che vede il pilota monegasco comandare con il tempo di 1’31”750, seguito da Piastri (+0.578) e Sargeant (+0.828). Quarto Perez, seguito da Alonso, Zhou, Gasly, Hamilton, Hulkenberg e Tsunoda. LEGGI TUTTO

  • in

    Vasseur su Hamilton alla Ferrari: “Una mossa naturale, Sainz ha capito”

    In vista dei primi test della Formula 1 Frédéric Vasseur, team principal della Ferrari, ha voluto commentare a Sky la scelta di Lewis Hamilton e non solo: “Credo che sia stata una mossa piuttosto naturale alla fine quella che ha portato in Ferrari Lewis Hamilton. Ha fatto parte della famiglia McLaren e poi di quella Mercedes con due percorsi, ma penso che abbia sempre avuto in mente l’idea che, per chiudere il cerchio, sarebbe dovuto venire a Maranello”. LEGGI TUTTO

  • in

    Leclerc e la nuova Ferrari: “Mi aspetto un passo avanti sulla guidabilità”

    La presentazione della SF-24 è l’oaccasione per raccogliere le prime impressione nel mondo Ferrari in ivsta della stagioen 2024. Il presidente John Elkann, il CEO Benedetto Vigna e il vicepresidente Piero Ferrari, oltre ai rappresentanti dei partner e alla squadra, hanno presentato la nuova monoposto che porterà Leclerc e Sainz alla ricerca di un netto miglioramento rispetto alla scorsa annata. Per lo spagnolo sarà l’ultimo anno sulla Rossa, mentre per Leclerc sarà l’anno della definitiva consacrazione in attesa di un 2025 che lo vedrà comapgno di squadra di Lewis Hamilton. Il monegasco ha parlato così della nuova vettura e della stagione che lo aspetta.
    Leclerc: “La SF-24 promette bene”
    “La macchina mi piace molto, compresi i dettagli in bianco e giallo della carrozzeria. Ovviamente però quello che mi interessa di più sono le prestazioni perché è in pista che ci si gioca tutto. La SF-24 promette di essere meno sensibile e più guidabile e direi che per noi piloti è proprio quello che serve per poter fare bene. Mi aspetto un passo avanti sotto molti aspetti e da quello che ho potuto capire al simulatore credo che siamo dove vogliamo essere. In questa stagione l’obiettivo è essere sempre davanti: voglio ripagare con tante belle gare i nostri tifosi e tornare a dedicare loro delle vittorie”. LEGGI TUTTO

  • in

    Sainz e la SF-24: “Non vedo l’ora di guidarla in pista. Appena l’ho vista…”

    Finalmente è arrivato il giorno della nuova Ferrari: oggi alla presentazione della SF-24, la 70esima monoposto costruita per il campionato del mondo di Formula 1, c’erano i vertici aziendali, con il presidente John Elkann, il CEO Benedetto Vigna e il vicepresidente Piero Ferrari, oltre ai rappresentanti dei partner e alla squadra. La SF-24 è la terza vettura della nuova generazione ad effetto suolo introdotta due anni fa da Formula 1, ma rappresenta un punto di rottura con le monoposto che l’hanno preceduta, una discontinuità che si riscontra anche nelle forme.
    Le parole di Sainz
    “Quando ho visto la SF-24 per la prima volta avrei voluto salirci sopra e accendere il motore…Non vedo l’ora di guidarla in pista per verificare che, come ci dice il simulatore, questa vettura sia il passo avanti che tutti desideriamo. L’obiettivo è avere una monoposto più guidabile e quindi costante sul passo gara, che sono i requisiti di base per poter lottare per la vittoria. Noi piloti abbiamo dato il massimo per fornire indicazioni precise ai tecnici e sono sicuro che gli ingegneri che lavorano a Maranello avranno assecondato le nostre esigenze. Vogliamo dare qualcosa per cui esaltarsi ai tifosi che ci hanno sostenuto anche nei momenti più difficili della scorsa stagione”. LEGGI TUTTO

  • in

    Alonso, frecciata a Hamilton: “Ferrari il suo sogno? Fino a due mesi fa…”

    “Forse Lewis può portare quel qualcosa in più per lottare per il campionato. La macchina è lì”. Nel giorno della presentazione della sua nuova Aston Martin, Fernando Alonso parla anche del passaggio del vecchio rivale e compagno ai tempi della McLaren, Lewis Hamilton, che nel 2025 andrà in Ferrari liberando un posto in Mercedes, buono anche per lo stesso spagnolo ex ferrarista. “E’ stata una sorpresa, Lewis era molto legato alla Mercedes. Non conosco i motivi per cui lo ha fatto, ma per ora non gli do tanto peso: manca ancora un anno prima che guidi in rosso”.
    Alonso, la stoccata a Hamilton
    Poi Alonso lancia una stoccatina al rivale storico, come riporta la Bbc: “Mi sembra che fino a due mesi fa non fosse nei suoi sogni da bambino guidare una Ferrari, aveva sogni diversi. Spero che si goda l’esperienza in Ferrari: è speciale, se vinci: lì devi vincere. Magari porterà quello che manca per conquistare il Mondiale: è da qualche anno che hanno una macchina competitiva”. Il 42enne pilota spagnolo ha aggiunto di non aver avuto finora “nessun contatto” con la Mercedes. “Sono consapevole della mia situazione, che è unica – le sue parole – Ci sono solo tre campioni del mondo sulla griglia, e campioni del mondo veloci, perché in passato forse c’erano alcuni campioni che forse non erano così impegnati ad essere veloci. E probabilmente sono l’unico disponibile per il 2025. Quindi sono in una buona posizione. Ma allo stesso tempo, quando deciderò se voglio continuare a correre in futuro, il primo e unico colloquio che avrò all’inizio sarà con l’Aston Martin. Questa sarà la mia unica priorità”. LEGGI TUTTO

  • in

    Nuova Ferrari SF-24: data e orario della presentazione

    Ferrari, data e orario della presentazione della SF-24
    La stessa Ferrari ha infatti annunciato data e orario attraverso un annuncio social pubblicato sui propri profili: la nuova Rossa sarà presentata a Maranello martedì 13 febbraio alle ore 12. Ma con i tifosi ferraristi sparsi un po’ in tutto il mondo, la scuderia ha pubblicato una mappa con gli orari delle città situate negli altri continenti: quando in Italia si alzerà il sipario sulla SF-24 saranno le ore 11 a Londra, le 6 di mattina a New York e le 3 a Los Angeles, le 8 a San Paolo in Brasile, le 13 a Città del Capo le 19 a Pechino, le 20 a Tokyo e le 22 a Melbourne. LEGGI TUTTO

  • in

    Foto porno alla collega: bufera Horner-Red Bull, Geri Halliwell devastata

    Bufera in casa Red Bull con le accuse per il team principal Christian Horner che hanno scosso la scuderia austriaca. Horner è al centro di un’indagine, immediatamente avviata dal team e condotta da un avvocato indipendente incaricato di esaminare le accuse su di lui, per aver inviato delle “immagini intime” ad una dipendente della scuderia. Nel momento di massima difficoltà, il 50enne britannico è stato sostenuto dalla moglie, Geri Halliwell, con una fonte vicina alla componente delle Spice Girls che ha rivelato al Sun: “Geri è stata in lacrime per tutto il fine settimana mentre si prendeva cura dei suoi figli. Insiste che Christian non abbia fatto nulla di male”.

    La bufera travolge Horner

    In diversi media internazionali si parla di “comportamento inappropriato nei confronti di un dipendente della squadra corse”, secondo il quotidiano tedesco Bild e il quotidiano britannico The Times, la denuncia è arrivata da una lavoratrice del team che avrebbe ricevuto immagini intime di Horner sul suo cellulare. I dettagli che emergono, anche volendo preservare la presunzione di innocenza, avrebbe portato la scuderia a riflettere sul futuro del suo team manager. Ma c’è chi pensa che possa essere anche un regolamento di conti interno.

    Tutto sulla Formula 1 LEGGI TUTTO

  • in

    Sainz: “Addio alla Ferrari per Hamilton? Ero preparato, darò il massimo”

    “Sono a posto, sono tranquillo, stiamo lavorando per il futuro ma soprattutto per quello che c’è davanti a noi, un anno molto importante, il mio ultimo anno con la squadra e voglio fare il meglio possibile. Mi sto allenando per prepararmi al massimo e dare tutto”. Carlos Sainz, ai microfoni di Sky Sport, assicura di essere concentrato solo sul 2024 che lo vedrà al volante della Ferrari prima di lasciarlo a Lewis Hamilton.
    Sainz: “Deluso? Dall’interno sapevo”
    Il pilota spagnolo, dopo aver annunciato il suo addio alla Rossa con un messaggio sui social, prosegue: “Deluso? Dall’interno sapevo e vedevo cose prima di tutti voi, ero preparato. Ma voglio pensare solo a questa stagione, a fare il massimo per la Ferrari in questo campionato. Sono un pilota che ogni anno è diventato sempre più forte, non ho fatto passi indietro ma solo avanti nella mia carriera e sto continuando a crescere. Quest’anno farò 30 anni ma mi sento più giovane e motivato che mai. So qual è il mio valore come pilota e so che ci saranno cose belle nel futuro ma quest’anno voglio fare il massimo con la Ferrari”. In merito alla consapevolezza di dover lasciare la Rossa tra un anno: “Non è la cosa più normale per cominciare una nuova stagione ma appena metterò il casco in Bahrain e scenderò in pista state sicuri che penserò solo ad andare il più forte possibile e se ci sarà la possibilità di diventare campione del mondo cercherò di coglierla”. LEGGI TUTTO