More stories

  • in

    Soli studia la nuova rosa: “Valida, affiatata, solida e fisica”

    Trento, 12 luglio 2024
    Alla chiusura ufficiale del Volley Mercato manca ancora qualche giorno (mercoledì 17 luglio), ma la rosa dell’Itas Trentino per la stagione 2024/25 è di fatto già completata nella sua interezza. Le trattative della sessione estiva consegneranno ad agosto nelle mani dell’allenatore Fabio Soli una squadra con qualche volto nuovo (sei su un totale di quattordici giocatori) ma che ripartirà anche da diverse certezze.“Le tante conferme rispetto al roster della scorsa stagione, ben otto, sono lì a significare come questo gruppo sia valido e meriti fiducia – ha spiegato il tecnico Campione d’Europa al microfono di Trentino Volley Tv – . La Società in passato ha spesso operato in questa maniera perché essendo un grande Club ha sempre avuto la lungimiranza di scegliere bene lo zoccolo duro di giocatori con cui portare avanti i propri progetti. Se il sestetto titolare verrà modificato in un solo elemento, qualche cambiamento in più invece lo abbiamo apportato al resto della rosa, ma sono convinto che gli innesti fatti possano garantirci qualità e freschezza fisica, tenendo conto che stiamo parlando di soli atleti giovani. Avere quattro giocatori nel gruppo della Nazionale Italiana che disputerà le Olimpiadi e conoscere già meglio l’ambiente e la squadra per me sarà poi solo un vantaggio, specialmente nei primi mesi di campionato. Saremo sicuramente più affiatati e potremo partire da una base più alta e solida”.“Cominceremo gli allenamenti molto presto rispetto al recente passato – ha proseguito Soli – ; già dal primo di agosto saremo in palestra ed è stata una scelta inevitabile visto che la nuova stagione prenderà il via con un mese d’anticipo di quella precedente. Nel weekend del 21 e 22 settembre disputeremo infatti già la Final Four di Supercoppa, ragion per cui dovremo lavorare subito molto per portare in condizione quei giocatori che durante l’estate non hanno svolto attività con le Nazionali. A fine agosto avremo con noi anche gli atleti reduci dall’Olimpiade e questo vorrà dire che ci saranno circa tre settimane di preparazione da sostenere al completo. Una situazione che accade davvero raramente nel mondo della pallavolo e che dobbiamo sfruttare bene”.
    [embedded content]
    Trentino Volley SrlUfficio Stampa LEGGI TUTTO

  • in

    Il segreto di Fabio Soli: “In ogni avventura mi porto dietro la passione della mia città”

    Subentrare alla guida della squadra che ha appena vinto lo Scudetto non è cosa da poco. Ma Fabio Soli, se vogliamo, ha anche fatto di più.

    “Sono il capo e la coda di un filo che è partito da una telefonata a gennaio di Da Re – spiega Fabio Soli. – Telefonata che mi ha reso felicissimo perchè mi si presentava davanti l’occasione sempre desiderata. In fondo poi c’è stata l’incredibile felicità di essere riusciti a conquistare un traguardo per il quale abbaiamo cercato di spendere tutta la passione e la conoscenza possibile.”

    L’allenatore modenese, legato da sempre alle sue origini, ha preso in mano i Campioni d’Italia raccogliendo l’importante eredità di un mostro sacro come Angelo Lorenzetti e ha condotto l’Itas sul tetto d’Europa, titolo che nella società di via Tener mancava dal 2011.

    Foto di Cev

    “Di difficoltà ne abbiamo incontrate ma nessuna è riconducibile ad una sorta di presenza occulta di Angelo Lorenzetti – continua l’allenatore campione d’Europa. – Anzi, ho trovato un’estrema sobrietà dopo lo scudetto vinto. Una società e una squadra già pronta a guardare al futuro sia nei momenti positivi che in quelli negativi.”

    Solì è di Modena, una piazza non esattamente estranea alla pallavolo: “Da Modena mi porto dietro la passione, chi come me è nato in quell’ambiente ha sempre visto la pallavolo oltre il mestiere e ne vado fieri: è il modo migliore per affrontare tutte le avventure.”

    Trento, come noto, non potrà difendere la Champions essendo arrivata 4°: “Sono regolamenti e vanno rispettati ma credo sia profondamente ingiusto che, negli ultimi due anni, chi vince la regular season non sia premiato. Spero venga modificata.”

    (fonte: Il Resto del Carlino di Modena) LEGGI TUTTO

  • in

    Fabio Soli: “Con i play off ricomincia un altro campionato, si riparte da zero”

    Per gli abbinamenti completi dei Play Off bisognerà aspettare l’ultima giornata di regular season, in programma per tutti domenica 3 marzo, che definirà appunto le posizioni dalla 3° alla 7°. Trento, Perugia e Modena invece sono certe dei loro piazzamenti come prima, seconda e ottava.

    E così, Trento e Modena daranno il via ad un quarto di finale inedito per due formazioni di quel calibro, che mette di fronte sì, la prima e l’ottava, ma anche una fetta importante di storia e tradizione.

    “Sarà una serie che dove incontreremo una delle squadre che hanno più storia e blasone da quelle italiane e non solo. E comunque una squadra pericolosa, come ci insegna la partita di andata di regular season e nei play metterà l’esperienza dei suoi giocatori” ha sottolineato Fabio Soli in un’intervista rilasciata a L’Adige.

    Modena, come detto, arriva ai Play Off da ottava, posizione che ha conteso fino all’ultimo con Cisterna.

    “È vero che Modena sta attraversando un momento di crisi però è una squadra che ha sempre grandi risorse. Ma ricomincia un altro campionato e si riparte da zero – continua il coach dei campioni d’Italia. – Serviranno l’attenzione l’umiltà e l’impegno che abbiamo sempre messo in ogni partita.”

    Ma prima dei Play off per Trento c’è il ritorno dei quarti di Champions contro Berlino (all’andata finì 0-3 per l’Itas) : “Il risultato dell’andata dice che abbiamo vinto abbastanza facilmente però non sottovaluterei le potenzialità della squadra tedesca. A Berlino siamo stati molto bravi a esprimere un gioco di alto livello e dovremmo fare lo stesso giovedì in casa perché il rischio è quello di abbassare un po’ il ritmo e trovarci in difficoltà” conclude Soli.

    (fonte: L’Adige) LEGGI TUTTO

  • in

    Michieletto: “Bravi a uscire dalle difficoltà insieme”

    Nove mesi dopo gara 5 di Finale Play Off che le consegnò il quinto scudetto della sua storia, la classica sfida con la Cucine Lube Civitanova regala un’altra serata felice all’Itas Trentino. Alla ilT quotidiano Arena i Campioni d’Italia hanno legittimato il valore del proprio primo posto in classifica, superando per 3-1 la compagine marchigiana al termine di un match spettacolare, seguito sugli spalti da oltre tremilatrecento spettatori e valido per il diciannovesimo turno di SuperLega Credem Banca 2023/24.

    Il successo da tre punti avvicina ulteriormente la conquista del primo posto finale in regular season (manca solo un punto per poterlo rendere ufficiale) e conferma il grande momento della squadra di Soli, bravissima ad imporre la propria legge contro una delle formazioni più in forma del momento.

    La partita si è letteralmente accesa nel finale di primo set (sin lì dominato nettamente da Trento che lo ha comunque portato a casa) e poi è continuata sul filo della lotta serratissima negli altri tre parziali. L’Itas Trentino ha avuto la meglio perché ha potuto contare su 59 punti realizzati dal trio di palla alta Michieletto (mvp e best scorer col 58%), Lavia e Rychlicki, fondamentali con le loro fiammate nei momenti in cui il match è stato in bilico.

    “Ci aspettavamo una partita sofferta, come effettivamente è stato – le parole di Alessandro Michieletto – ; le partite con la Lube sono sempre così. Oggi secondo me, anche per meriti loro, non eravamo proprio belli belli come volevamo, soprattutto in fase cambio palla e per questo penso che questa vittoria da tre punti valga di più, perchè contro una squadra forte e in difficoltà siamo comunque riusciti ad uscirne insieme e quindi è una bella vittoria che dobbiamo tenerci stretta”.

    E aggiunge: “Siamo molto contenti del percorso fatto in campionato, sappiamo che poi quando cominciano i play off non conta niente, però sicuramente quello che abbiamo fatto è un dato di fatto importante. Matematicamente non siamo ancora primi, ma vogliamo diventarlo”.

    Wout D’Heer: “Sono molto contento, prima di tutto di essere entrato e di poter dare una mano alla squadra, ma anche perchè credo di aver giocato bene. Dopo il secondo set loro hanno giocato bene e hanno iniziato a battere più forte. Noi abbiamo avuto qualche difficoltà in ricezione però nel terzo set abbiamo alzato il livello e siamo riusciti a portare a casa tre punti molto importanti per il primo posto in classifica”.

    “Quella di questa sera è stata una vittoria con statistiche non sempre bellissime però, anche questo deve far parte di noi, soprattutto in un periodo in cui avremo un concentrato di partite molto importanti una in fila all’altra – ha spiegato l’allenatore dell’Itas Trentino Fabio Soli al termine del match – . Oggi, abbiamo commesso qualche errore di troppo in attacco e in battuta, anche se nell’ultimo set è stato abbastanza evidente il fatto che tenessimo in mano il controllo della sfida, soprattutto dal punto di vista mentale. Ritengo che, venendo da un periodo carico, sia importante e normale soffrire in qualche momento ed è fondamentale saper portare a casa anche vittorie di questo tipo, in particolare contro una grande squadra come la Lube. Nei prossimi giorni avremo sicuramente la possibilità di migliorare qualche fondamentale in vista delle gare importanti che ci aspettano, sia in campionato sia in Champions League”.

    (fonte: Trentino Volley TV) LEGGI TUTTO

  • in

    Soli studia la sua nuova Itas Trentino: “Qualità importanti a muro”

    Trento, 11 luglio 2023
    Il roster (maschile) per la stagione 2023/24 di Trentino Volley è fatto. Il mercato estivo, che si concluderà ufficialmente mercoledì 12 luglio a Bologna, ha consegnato al nuovo allenatore Fabio Soli un’Itas Trentino a trazione tricolore (undici gli italiani su una rosa complessiva di quattordici giocatori), che rispetto alla precedente stagione ha inserito un solo elemento nuovo per ogni ruolo, ad esclusione del settore dei liberi (confermato in toto).“Questa squadra ripartirà al termine dell’estate con un roster già ben delineato e rodato grazie a tante conferme rispetto a quello che ha vinto lo Scudetto – ha dichiarato a Trentino Volley Tv – ; le operazioni in entrata sono state di grande qualità. Parto dal presupposto che Rychlicki, Kozamernik, Acquarone e Magalini sono tutti giocatori che hanno fortemente voluto vestire la maglia di Trentino Volley per misurarsi e lavorare assieme a compagni che hanno recentemente ottenuto un grande successo. Vogliono provare anche loro ad essere protagonisti per ottenere altri importanti risultati. Sono sicuro che l’inserimento sarà semplice, anche perché chi arriverà offrirà un contributo importante nella fase di break point e nello specifico a muro, fondamentale dove avremo tanti argomenti da mettere sul piatto visto che anche Jan e Kamil sono molto forti a rete”.“Sarà ancora una volta un campionato di SuperLega bellissimo, molto simile a quello precedente, perché tutte le squadre che vi parteciperanno hanno cercato di rinforzarsi, facendo tesoro dell’esperienza accumulata negli ultimi mesi – ha proseguito Soli – . Il mercato si è sviluppato presto anche per quei Club che solitamente attendono la fase finale per completare il loro organico, a conferma di come la pianificazione per ogni Società sia stata importante. Non ci saranno partite facili; il rischio di perdere punti su qualsiasi campo sarà reale, concreto, soprattutto se non si riuscirà ad entrare in partita con la giusta mentalità. Basteranno davvero pochi errori per scivolare più in basso nella griglia dei quarti di Coppa Italia o Play Off ”.“La preparazione pre-campionato inizierà nella seconda metà di agosto, momento in cui dovremmo avere a disposizione già un buon numero di effettivi della nuova rosa, verosimilmente già otto – ha concluso il nuovo allenatore gialloblù – ; assieme a loro ci saranno tanti elementi del Settore Giovanile che offriranno un apporto importante nel primo periodo. La linea societaria da questo punto di vista non cambia rispetto al recente passato e io stesso la sposo appieno, ne sono convinto. La preparazione sarà l’occasione per mettere alla prova tanti interessanti prospetti e per continuare a ribadire come a Trento si lavori bene col vivaio. Ci sono un sacco di giocatori interessanti da visionare e monitorare costantemente per il futuro”.

    Trentino Volley SrlUfficio Stampa

    Articolo precedenteDelegazione Piacenza al volley mercato, assegnati i numeri di magliaProssimo articoloSarà Paludet il vice Bassanello come libero a San Donà LEGGI TUTTO

  • in

    Presentato Fabio Soli, nuovo head coach: “Felicemente emozionato”

    Trento, 16 giugno 2023
    Palazzo Geremia a Trento ha tenuto a battesimo il primo giorno di Fabio Soli come allenatore della squadra maschile di Trentino Volley. Il nuovo tecnico è stato ufficialmente presentato nella storica sede del Comune, di fronte ad una nutritissima schiera di giornalisti, addetti ai lavori ma anche di tanti tifosi, che non hanno voluto perdere l’occasione per ascoltare dal vivo le prime parole del quarantatreenne emiliano da Head Coach gialloblù.“Sono felicemente emozionato – ha ammesso Fabio Soli nel corso della conferenza stampa –; credo che il mondo dello sport sia in grado di far provare tanti sentimenti di questo tipo, molto forti, e io sono fiero di provare emozioni nell’essere qui. La chiamata di Trentino Volley è arrivata in maniera inaspettata, ma è quella che ogni allenatore vorrebbe ricevere prima o poi durante la sua carriera. L’accordo è stato trovato in pochissimo tempo. Metterò tutto l’impegno possibile; non posso promettere risultati, ma sicuramente qualità del lavoro. Un allenatore deve avere tante peculiarità per riuscire ad emergere; fra le principali io credo che debba avere la capacità di calarsi bene nella realtà in cui si trova, di adattare il proprio stile, di interpretare una pallavolo magari differente da quella che lui ritiene ideale per riuscire ad ottenere il massimo dalla squadra che allena. Sono reduce da due stagioni a Cisterna con un gruppo molto diverso da quello che troverò ad agosto in palestra, perché l’Itas Trentino arriva dalla splendida vittoria dello Scudetto e merita che sia io, per primo, a cercare di capire come mettermi al servizio della squadra per ottenere i risultati migliori. Non sono abituato a guidare un team che avrà un calendario così fitto di impegni fra manifestazioni nazionali ed internazionali, ma è sicuramente una novità molto stimolante per me. Farlo con giocatori che hanno già vinto tanto e vissuto molte esperienze a grandi livelli sarà però un vantaggio e un continuo stimolo per migliorarmi e migliorarci insieme”.“Nella sua lunga storia ad altissimo livello, Trentino Volley non è mai stata una società che cambia spesso allenatori – ha sottolineato il Presidente Bruno Da Re nel corso della presentazione – ; ringraziando ancora Angelo Lorenzetti per l’ottimo lavoro svolto negli ultimi sette anni, oggi diamo il benvenuto a Fabio Soli. È un tecnico giovane, che ha maturato grande esperienza sia nella SuperLega italiana sia in campo internazionale. Abbiamo sottoscritto con lui un contratto biennale ma, come in accaduto in passato, spero che questo sia solo l’inizio di lunga collaborazione; gli daremo in mano una squadra collaudata, troverà un gruppo molto giovane ma già consolidato. Il nostro è stato un cambiamento radicale rispetto al passato; questa esperienza per Soli può rappresentare un momento di crescita importante. Vogliamo restare ad altissimo livello a lungo, non pensando solo alla vittoria singola ma ad un percorso nel tempo. Sono convinto che Fabio sia la persona giusta; la sua forza e le sue capacità ci saranno di grande aiuto. È stata una scelta ponderata per dare futuro alla Società; dovevamo trasformarci ed il suo arrivo è solo il primo passo di un progetto che guarderà sempre avanti, con grande fiducia”.“A nome del Consiglio di Amministrazione di Trentino Volley saluto ed offro il benvenuto a Fabio Soli – ha aggiunto il Vice Presidente Mauro Poli – . Il nostro progetto è chiaro e lungimirante; gli auguriamo buon lavoro, nella speranza che possa svilupparlo al meglio in questa grande Società”.A dare il benvenuto a Trento a Fabio Soli, in qualità di padroni di casa, c’erano il Sindaco di Trento Franco Ianeselli e l’Assessore allo Sport comunale Salvatore Panetta; subito dopo la presentazione di Palazzo Geremia, la dirigenza gialloblù e il nuovo allenatore hanno raggiunto gli uffici di Piazza Dante per incontrare e ricevere il saluto delle istituzioni provinciali, alla presenza dell’Assessore allo Sport Roberto Failoni, del Presidente del Consiglio Provinciale Walter Kaswalder, del Ceo di Trentino Marketing Maurizio Rossini e del Dirigente Generale di Dipartimento Sergio Bettotti. 

    Trentino Volley SrlUfficio Stampa LEGGI TUTTO

  • in

    Fabio Soli nuovo allenatore gialloblù. Venerdì la presentazione

    Trento, 15 giugno 2023
    Passione per la professione, dedizione, cura maniacale per i particolari e tanta voglia di affermarsi ad alto livello: caratteristiche che tratteggiano perfettamente il ritratto di Fabio Soli; sarà lui ad inaugurare il nuovo corso tecnico dell’Itas Trentino maschile Campione d’Italia in carica.Reduce dalla pluriennale esperienza a Cisterna di Latina, il quarantatreenne allenatore emiliano ha firmato con Trentino Volley un contratto per le prossime due stagioni e porterà a Trento tutto il suo già ricco bagaglio di conoscenze, impreziosito dall’entusiasmo offerto dal poter iniziare un nuovo stimolante capitolo della propria carriera. Nonostante la giovane età, Fabio Soli ha già ricoperto il ruolo di Head Coach in SuperLega nelle ultime sette annate, accumulando notevole esperienza anche in campo internazionale.Terminato nel 2011 il percorso da giocatore (è stato alzatore in Serie A con la maglia di Modena, Crema, Milano e Lamezia), è subito diventato Assistant Coach, lavorando al fianco di interpreti del ruolo particolarmente importanti come Silvano Prandi, Daniele Bagnoli, Daniel Castellani e Marco Bonitta (in Nazionale femminile), per poi iniziare il suo cammino da primo allenatore. Fenerbahce, Sora (con la conquista della promozione in massima serie), Ravenna, Monza, Cisterna e la Nazionale Estone le squadre che ha già guidato, ottenendo risultati sempre sopra le aspettative, fra cui anche due trofei internazionali (Challenge Cup 2013 e 2018).Soli è l’ottavo allenatore della formazione maschile di Trentino Volley, il sesto italiano.
    Verrà ufficialmente presentato a media e tifosi venerdì 16 giugno alle ore 11 presso la Sala Rappresentanza di Palazzo Geremia di via Belenzani a Trento. Tutti gli interessati sono invitati a partecipare.
    La schedaFABIO SOLInato a Formigine (Modena) il 28 settembre 1979primo allenatorefeb. 2011 Casa Modena (Assistant Coach) A12011/12 Casa Modena (Assistant Coach) A12012/13 Fenerbahçe Sport Kulubu – Turchia2013/14 Fenerbahçe Sport Kulubu – Turchia2014/15 Globo Banca Popolare del Frusinate Sora A22015/16 Globo Banca Popolare del Frusinate Sora A22016/17 Bunge Ravenna SuperLega2017/18 Bunge Ravenna SuperLega2018/19 Vero Volley Monza SuperLega2019/20 Vero Volley Monza SuperLega2020/21 Vero Volley Monza SuperLega2021/22 Top Volley Cisterna SuperLega2022/23 Top Volley Cisterna SuperLega2023/25 Itas Trentino SuperLega
    Palmares2 Challenge Cup (2013, 2018)1 Supercoppa turca (2012)1 Promozione in SuperLega (2016)
    In NazionaleAllenatore della Nazionale Estone Seniores (2022)Assistant Coach della Nazionale Italiana Femminile (2014-2016)
    Trentino Volley SrlUfficio Stampa LEGGI TUTTO

  • in

    Soli, il miracolo della sua Cisterna: “Ora a Piacenza per la ciliegina sulla torta”

    Di Redazione Una rimonta davanti al proprio pubblico vale oro, soprattutto se ti porta alla finale che mette in palio un posto in Europa. E la Top Volley Cisterna lo ha vissuto in prima persona, sabato scorso, quando ha strappato a Monza il risultato del match. Ora Fabio Soli e squadra hanno qualche giorno per preparare la finale. Si gioca venerdì 13 maggio contro la Gas Sales Bluenergy Piacenza. “Ci vorrà la partita perfetta per batterli. Piacenza è una grande squadra, che in questi play off sta sul pezzo dal primo giorno. Insomma, ha voglia di chiudere alla grande la propria stagione, ma la stessa voglia l’abbiamo anche noi. Strada facendo abbiamo preso coscienza dei nostri mezzi e capito che ce la possiamo giocare sino in fondo” così il tecnico Soli, in un’intervista di Gianluca Atlante per Latina Oggi, presenta gli avversari. Qualunque sarà il risultato della finale, per la Top Volley una stagione da incorniciare, nonostante i numerosi alti e bassi: “Senza ombra di dubbio. Concordo con chi afferma che il nostro è stato un vero e proprio miracolo sportivo costruito con certosina pazienza da un gruppo fantastico di ragazzi che mi onoro di allenare”. Un miracolo che Soli tenterà di replicare sul taraflex della Gas Sales: “Battere Piacenza e andare in Europa sarebbe un altro miracolo, ma non perché ci sentiamo inferiori a loro, tutt’altro, ma per la consistenza di una squadra davvero forte. L’ho detto prima, per batterli ci vorrà la partita perfetta”. Ma anche un miracolo che la sua Cisterna ha già messo in atto, battendo proprio i brianzoli nella semifinale dei Play Off 5° posto: “In effetti quel giorno a Monza abbiamo giocato una grandissima pallavolo. Devo dire, però, che dopo la partita iniziale di Piacenza, dove avevamo bisogno di capire cosa fare di questi play off, abbiamo giocato alla grande, meritando questa finale” chiosa Soli. LEGGI TUTTO