in

Match al fotofinish al Pala Igor: Novara chiude in quattro set sulle farfalle di Busto

Foto Lega Volley Femminile /LVF

Di A.G

È il boato dei 1800 spettatori del Pala Igor a chiudere l’anticipo della quarta giornata di Serie A1 femminile, in cui Novara mette il proprio abito migliore e regola la Unet E-Work Busto Arsizio per 3-1 (28-26; 31-29; 23-25; 25-22).

Pallavolo di altissimo livello in un palazzetto caldo e passionale come si conviene nelle migliori occasioni. Le due formazioni se le danno, sportivamente parlando, di santa ragione ed il risultato è un match vibrante e combattuto, spettacolare, ricco di grandi azioni e di grandi giocate delle tante campionesse in campo. Le padrone di casa l’hanno vinta certamente di tecnica e di tattica, ma anche di testa e di cuore non mollando mai, avendo la forza e la capacità di giocare il punto a punto, trovando sempre la strada per portare dalla propria parte l’inerzia della partita.

Una vittoria del gruppo senza dubbio. Con solisti d’eccezione come Hancock (MVP del match), padrona delle chiavi di casa della Igor. Regia da oscar per la statunitense – che ha distribuito il gioco con sapienza, alternando fast, primi tempi, pipe ed aperture per i martelli – ed una serata di gala dai nove metri con 8 ace. Sugli scudi anche Vasileva e Veljkovic, capaci di trasformare in oro ogni pallone ricevuto: 25 punti a referto per la schiacciatrice bulgara (di cui 4 muri e un ace) e 17 quelli della centrale (71% in attacco).

Dall’altra parte, Busto Arsizio si lecca le ferite e si mangia le mani. Non approfitta del proprio periodo positivo, sebbene ci fosse la consapevolezza che si sarebbe affrontata una squadra ostica. La differenza l’hanno fatta i dettagli. Quella voglia in più di buttare giù il pallone decisivo quando la tecnica e le gambe non bastano. La UYBA dovrà ripartire da ciò che di buono ha mostrato e, come sempre, dall’analisi delle cose che non sono andate. Le ragazze di Stefano Lavarini ricevono con il 53% di efficienza e trovano un buon ritmo dai 9 metri (7 ace), anche se sono tanti gli alti e bassi in tutti i fondamentali. Lowe (23 punti) ed Herbots (18 punti) si dimostrano le migliori soluzioni offensive della squadra attaccando a tutto braccio e mettendo in mostra tutta la loro potenza.

LA CRONACA DEL MATCH – Al Pala Igor va in scena lo spettacolo del Derby del Ticino tra Novara e Busto Arsizio: entrambe le formazioni cercano certezze e continuità per coltivare le proprie ambizioni e sognare in grande. Coach Barbolini sceglie un sestetto con Hancock al palleggio, Di Iulio opposto, Vasileva e Courtney schiacciatrici, Veljkovic e Chirichella al centro, con Sansonna libero. Lavarini risponde con la diagonale Orro-Lowe, Herbots e Gennari in banda, Bonifacio e Washington centrali e Wang Simin nel ruolo di libero.

1° SET – L’avvio di partita è sui binari dell’equilibrio con Busto Arsizio che parte forte grazie agli ace di Lowe e Gennari (4-1), ma le padrone di casa riescono a pareggiare immediatamente i conti (4-4). L’ace di Chiara Di Iulio dà il via al tentativo di allungo della Igor che obbliga coach Lavarini a chiamare il primo timeout della serata (8-5). Il muro-difesa di Novara è molto efficace: Hancock ne approfitta per coinvolgere al meglio tutte le sue attaccanti (11-5); dall’altra parte, le Farfalle faticano a mettere il pallone a terra e provano ad affidarsi ai colpi di Lowe, anche se non è sempre precisa (13-6). È proprio l’opposto statunitense a rispondere al maniout vincente di Courtney (16-10). Gennari non sbaglia in pipe e Busto accorcia le distanze, obbligando la panchina della Igor a interrompere il gioco con un timeout (19-15). Le ospiti pareggiano i conti con un parziale di 0-4: Barbolini decide di inserire Morello e Gorecka al posto di Hancock e Vasileva (19-19). La Igor prova a reagire, ma le avversarie rispondono colpo su colpo e ribaltano il risultato con un muro-punto di Lowe (22-23). Dopo un altro timeout di Novara, tornano in campo Hancock e Vasileva; proprio il martello bulgaro tiene a galla le azzurre (24-24) e firma il punto del controsorpasso (26-25). A chiudere il set in favore della squadra di casa, però, è un ace di Courtney (28-26).

2° SET – Anche l’inizio del secondo parziale è equilibrato (4-4). Vasileva ha la palla break, ma il suo diagonale è out e le bustocche ribaltano il risultato (6-7). Lavarini si gioca la carta Villani al posto di Herbots (9-9), ma il primo tentativo di allungo è della Igor con una stampata vincente di Chirichella e un pallonetto di Vasileva (13-10). Lowe e Gennari suonano la carica e riportano il set sul risultato di parità (14-14). Coach Barbolini decide di richiamare le sue, ma l’inerzia non cambia e Busto accelera lavorando bene a muro con Orro (14-17). Novara non si perde d’animo e ribalta il risultato grazie agli ace di Hancock (19-17). Lavarini prova a fermare il momento positivo delle padrone di casa con un timeout (20-18). Torna in campo Herbots ed è proprio lei a firmare il punto del pareggio (21-21). È un altro finale in volata: Herbots trova un ace, ma la risposta di Vasileva non si lascia attendere (23-23). Novara annulla quattro set point e si riporta avanti grazie a una stampata vincente di Chiara Di Iulio (28-27). Busto non molla, ma un errore di Lowe regala il secondo set alla Igor (31-29).

3° SET – La UYBA parte forte e trova subito un parziale di 1-5 con Herbots e Washington sugli scudi. Dopo il timeout di coach Barbolini, Di Iulio prova a suonare la carica per non far scappare le avversarie (3-6). Vasileva trova un maniout vincente, ma Busto risponde con un break firmato da Herbots e Bonifacio (5-9). Sembra che le azzurre abbiano abbassato la guardia rispetto ai set precedenti (7-12); tuttavia, il turno al servizio di Hancock riporta il risultato in parità, obbligando Lavarini a richiamare le sue (12-12). Busto torna avanti con un break firmato da Lowe ed Herbots (14-16), ma Chirichella non lascia scappare le avversarie (18-18). Washington risolve uno scambio prolungato con una stampata vincente: Barbolini decide di chiamare timeout (20-22). Busto spinge sull’acceleratore con Gennari, ma spreca due set point e questa volta è Lavarini a richiamare le sue (23-24). Courtney non sfrutta la palla del pareggio e così le ospiti vincono il terzo parziale (23-25).

4° SET – Novara si porta subito in vantaggio sfruttando al meglio il turno in battuta di Hancock (4-0). Lavarini chiama timeout e le sue ragazze ristabiliscono il risultato di parità (4-4). Le azzurre provano a spingere sull’acceleratore prima con Di Iulio che risolve di mestiere uno scambio prolungato (8-6) e poi con un muro-punto di Courtney (11-7). Vasileva spara out e Busto si rimette in scia (12-10). Veljkovic firma un break e le padrone di casa tornano a più 4 (15-11), ma la risposta delle Farfalle non si lascia attendere con Barbolini che decide di chiamare timeout (16-14). Continua il momento favorevole alle ospiti con Washington che trova il punto del 18-18. Hancock riporta avanti la Igor con l’ennesimo ace della serata: Lavarini prova a interrompere il ritmo alla giocatrice statunitense chiamando timeout (21-20). Busto prova a rimanere in scia con Herbots (23-21), ma il maniout di Vasileva mette fine a una partita spettacolare (25-22).

TABELLINO – IGOR GORGONZOLA NOVARA – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO = 3-1 (28-26; 31-29; 23-25; 25-22)

NOVARA: Bolzonetti ne, Morello, Napodano, Courtney 12, Gorecka, Di Iulio 9, Chirichella 10, Sansonna (L), Hancock 10, Arrighetti, Piacentini, Brakocevic ne, Vasileva 25, Veljkovic 17. Allenatore: Massimo Barbolini. Assistente: Davide Baraldi.

BUSTO ARSIZIO: Washington 14, Bici, Herbots 18, Simin (L), Gennari 15, Cumino ne, Orro 4, Villani, Lowe 23, Bonifacio 9, Cucco (L) ne, Berti ne, Bulovic. Allenatore: Stefano Lavarini. Assistente: Marco Musso.

ARBITRI: Marco Braite e Mauro Goitre

CLASSIFICA
4a Giornata Andata 31-10-2019 – Campionato di Serie A1

Imoco Volley Conegliano 12
Igor Gorgonzola Novara 12
Il Bisonte Firenze 9
Unet E-Work Busto Arsizio 7
Bosca S.Bernardo Cuneo 6
Reale Mutua Fenera Chieri 6
Banca Valsabbina Millenium Brescia 5
Savino Del Bene Scandicci 4
Zanetti Bergamo 4
E’piu’ Pomi’ Casalmaggiore 4
Saugella Monza 3
Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta 0
Bartoccini Fortinfissi Perugia 0
Lardini Filottrano 0.

(Fonte: comunicato stampa)


Fonte: https://www.volleynews.it/


Tagcloud:

Serie A2 – Biella fa tris in casa, vinto il derby contro Tortona

BCL – Sassari si impone su Oostende: +19