More stories

  • in

    Il Foggia Volley rinuncia alla gara con la Sportilia Bisceglie

    Di Redazione Nuova sosta inattesa per Sportilia Volley Bisceglie nel weekend alle porte. Il previsto incontro di domani (sabato 8 maggio) con il Foggia Volley, in programma al PalaDolmen alle ore 19.00 e valido per la penultima giornata, non sarà disputato a seguito della comunicazione della società dauna inerente all’impossibilità a prendere parte alla gara. La notizia è stata ufficializzata nel tardo pomeriggio di oggi dalla Commissione Gare della Fipav Puglia. Sportilia osserverà dunque un turno di riposo, in attesa del responso del giudice sportivo che mercoledì prossimo dovrebbe assegnare il successo a tavolino per 3-0 a favore della compagine biscegliese. La prossima partita per capitan Nazzarini e compagne è in calendario mercoledì 12 maggio (ore 20) sempre tra le mura amiche del PalaDolmen, di fronte all’attuale capolista PM Asci Potenza nel recupero della quinta d’andata. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Il volley internazionale piange la scomparsa di Rafael LIoreda Currea

    Di Redazione Il volley internazionale piange la scomparsa di Rafael LIoreda Currea, dirigente di lungo corso e presidente della Confederazione Sudamericana, oltreché membro del Comitato Esecutivo della Fivb.  Rafael LIoreda Currea si è spento a Bogotà all’età di 69, a causa di complicazioni legate al Covid-19, secondo quanto riportato dai media sudamericani. Il presidente Giuseppe Manfredi e tutta la Federazione Italiana Pallavolo si uniscono al cordoglio del Volley Mondiale per la scomparsa di Rafael e inviano alla sua famiglia sentite condoglianze. La redazione di VolleyNews si unisce alle condoglianze e al cordoglio della famiglia e degli amici. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Collaboratori sportivi: si riaprono i termini per richiedere l’indennità

    Di Redazione Ultima possibilità per richiedere l’erogazione dell’indennità per i collaboratori sportivi che hanno sofferto le conseguenze dell’emergenza sanitaria provocata dalla pandemia. Sport e Salute ha infatti riaperto fino alla mezzanotte di martedì 27 aprile i termini per confermare (o meno) il possesso dei requisiti per ricevere il bonus per i mesi di gennaio, febbraio e marzo 2021. L’indennità è già stata erogata agli oltre 150mila collaboratori che hanno effettuato l’operazione entro il termine previsto del 7 aprile. “Condividendo la richiesta della sottosegretaria Valentina Vezzali – spiega Sport e Salute – per venire incontro alle esigenze di tutti i possibili beneficiari, e non lasciare indietro nessuno, si è ritenuto di offrire un’ultima possibilità di confermare, o meno, i requisiti per il mese di gennaio, febbraio e marzo 2021 a tutti quei richiedenti che, per i più disparati motivi, non sono riusciti a confermare di avere i requisiti o a rinunciare“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Il nuovo decreto: aperture al pubblico possibili per eventi “di particolare rilevanza”

    Di Redazione Solo poche parole, che però danno una speranza ai tifosi e gli appassionati di sport. Il decreto contenente le nuove misure contro la pandemia di coronavirus, approvato oggi dal Consiglio dei Ministri, ribadisce che stadi e palazzetti potranno riaprire al pubblico soltanto dal 1° giugno, ma introduce una clausola decisiva che rende possibile autorizzare l’apertura anche prima di questa data per “eventi sportivi di particolare rilevanza“, non meglio definiti. Una norma che sembra venire incontro alle proteste delle Federazioni per una riapertura “squilibrata” tra il comparto della cultura e quello dello sport. Questo il testo del comunicato del CdM: “A decorrere dal 1° giugno 2021, in zona gialla, le disposizioni previste per gli spettacoli si applicano anche agli eventi e alle competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP), riguardanti gli sport individuali e di squadra, organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali. La capienza consentita non può essere superiore al 25 per cento di quella massima autorizzata e, comunque, il numero massimo di spettatori non può essere superiore a 1.000 per impianti all’aperto e a 500 per impianti al chiuso. È possibile inoltre, anche prima del 1° giugno, autorizzare lo svolgimento di eventi sportivi di particolare rilevanza. Le attività devono svolgersi nel rispetto delle linee guida vigenti. Quando non è possibile assicurare il rispetto di tali condizioni, gli eventi e le competizioni sportivi si svolgono senza la presenza di pubblico“. Le disposizioni previste per gli spettacoli, a cui il documento fa riferimento, riguardano lo svolgimento “esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale“. Per quanto riguarda le attività sportive, il Governo chiarisce che “dal 26 aprile 2021, in zona gialla, nel rispetto delle linee guida vigenti, è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. Inoltre, dal 15 maggio 2021, sempre in zona gialla, sono consentite le attività delle piscine all’aperto e, dal 1° giugno, quelle delle palestre“. (fonte: Governo.it) LEGGI TUTTO

  • in

    Brasile: peggiorano le condizioni di Renan Dal Zotto

    Di Redazione Si aggravano le condizioni di Renan Dal Zotto, il CT della nazionale maschile del Brasile che la scorsa settimana era risultato positivo al Covid-19. Il bollettino medico della Confederazione brasiliana riferisce che l’allenatore, ricoverato in ospedale, è stato intubato per mantenere il livello di saturazione dell’ossigeno. In miglioramento invece la situazione del vicepresidente della CBV Radames Lattari, che è uscito dall’intubazione e sta seguendo i trattamenti di recupero. (fonte: Cbv.com.br) LEGGI TUTTO

  • in

    Rinviato al 2022 il torneo combined di ‘s-Hertogenbosch

    Rinviato il torneo combined su erba

    Il “Libéma Open“, tradizionale torneo combined in programma sui campi in erba di ‘s-Hertogenbosch (Olanda) in preparazione a Wimbledon, è stato ufficialmente rinviato al 2022: a darne la notizia sono stati direttamente gli organizzatori della manifestazione, di categoria ATP 250 per quanto concerne il circuito maschile e WTA 250 per le donne, che si sarebbe dovuta disputare dal 7 al 13 giugno 2021.
    A causa della situazione attuale legata all’emergenza Covid-19, nei Paesi Bassi non è possibile assicurare il regolare svolgimento del torneo. Marcel Hunze, direttore del torneo, ha commentato: “Con le misure in vigore nel nostro territorio, risulta impossibile accogliere spettatori ed ospiti. Senza la presenza dei tifosi sugli spalti, il Libéma Open perde tutto il suo fascino. Ora cominceremo a preparare l’edizione del 2022, la decisione di posticipare di una settimana il Roland Garros ha avuto un forte impatto sulla decisione di spostare il nostro torneo alla prossima stagione“.
    Il combined di ‘s-Hertogenbosch si disputerà dal 4 al 12 giugno 2022. LEGGI TUTTO