More stories

  • in

    Nba, playoff: Boston batte Miami 93-80 e si porta in vantaggio 3-2 nella serie

    MIAMI (Stati Uniti) – Un solo successo divide i Boston Celtics dall’accesso alle Finals Nba, obiettivo che la franchigia del Massachussets non centra dal 201: la squadra di coach Udoka si porta infatti sul 3-2 nella seria contro i Miami Heat grazie al successo per 93-80 ottenuto in Florida in gara-5:  sarà dunque gara-6, in programma al TD Garden fra 48 ore. 
    Playoff Nba: show di Doncic, Dallas batte Golden State e riapre la serie
    Kerr, sfogo e lacrime dopo la strage in Texas: “Sono stufo, ora basta”
    Brown e Tatum trascinano Boston al successo in gara-5
    Dopo un primo tempo concluso in vantaggio di cinque punti, i Celtics piazzano un parziale di 24-2 nel terzo quarto in cui doppiano gli avversari sul 32-16, aprendo poi il quarto periodo con un altro 14-2 che ipoteca di fatto la partita: a mettere il punto esclamativo sulla vittoria è un ottimo Brown con la schiacciata del +18 a cinque minuti dal termine: è lui il miglior marcatore di squadra con 25 punti, a cui si aggiungono i 22 punti + 12 rimbalzi + 9 assist di Tatum. A Miami non basta la doppia-doppia di Adebayo (18 punti e 10 rimbalzi), in una serata grigia per Butler che mette a referto solo 13 punti con un desolante 4/18 al tiro.  LEGGI TUTTO

  • in

    Playoff Nba, Butler show in gara 1: Miami batte Boston nella finale a Est

    MIAMI (Stati Uniti) – All’inizio dell’intervallo lungo Miami sotto di 8 punti contro Boston, poi Jimmy Butler ha deciso di stravolgere completamente la partita. Il primo atto della finale della Eastern Conference se lo aggiudica Miami, che si impone con il punteggio di 118-107 su Boston grazie ad una prestazione mostruosa del suo fuoriclasse: 41 punti, dei quali 27 nel secondo quarto e 17 nel solo terzo periodo. “Ci sono tanti giocatori in questa Lega che giocano a basket, lui gioca per vincere ed è una cosa completamente diversa”, ha raccontato un soddisfatto coach Spoelstra a fine partita. Il resto della squadra gli da comunque una mano: 18 punti per Herro, 17 per Vincent. I Celtics nel terzo periodo sono ampiamente sopraffatti (appena 2/15 dal campo) e per Butler a referto ci sono anche 9 rimbalzi, 5 assist, 4 palle recuperate e 3 stoppate. Solo altri cinque giocatori nella storia Nba possono vantare queste statistiche in una sola partita – Anthony Davis, Hakeem Olajuwon, David Robinson, Kareem Abdul-Jabbar e due volte James Harden – ma nessuno di loro lo ha fatto nei play-off. Boston – costretta a rinunciare a Smart e Horford – cerca di aggrapparsi a Tatum (29 punti), ma non basta: il parziale di 22-2 di inizio secondo tempo da parte di Miami fa tutta la differenza del mondo. Gara 2 è in programma domani, sempre sul parquet degli Heat, mentre nella notte italiana scatterà anche la finale della Western Conference fra Golden State e Dallas: Steph Curry e Luka Doncic sono pronti a sfidarsi. LEGGI TUTTO

  • in

    Playoff Nba, Butler trascina gli Heat nella finale a Est: Celtics ko

    MIAMI (Stati Uniti) – All’intervallo lungo gli Heat erano a -8 dai Celtics, poi Jimmy Butler ha deciso di stravolgere completamente la partita. Il primo atto della finale della Eastern Conference va a Miami, che si impone per 118-107 su Boston con una prestazione mostruosa del suo fuoriclasse: 41 punti, dei quali 27 nel secondo periodo e 17 nel solo terzo quarto. “Ci sono tanti giocatori in questa Lega che giocano a basket, lui gioca per vincere ed è una cosa completamente diversa”, ha detto un soddisfatto coach Spoelstra a fine partita. Il resto della squadra gli da una mano: 18 punti per Herro, 17 per Vincent. I Celtics nel terzo periodo sono ampiamente sopraffatti (appena 2/15 dal campo) e per Butler a referto ci sono anche 9 rimbalzi, 5 assist, 4 palle recuperate e 3 stoppate. Solo altri cinque giocatori nella storia Nba possono vantare queste statistiche in una sola partita – Anthony Davis, Hakeem Olajuwon, David Robinson, Kareem Abdul-Jabbar e due volte James Harden – ma nessuno di loro lo ha fatto nei play-off. Boston – costretta a rinunciare a Smart e Horford – cerca di aggrapparsi a Tatum (29 punti), ma non basta: il parziale di 22-2 di inizio secondo tempo da parte di Miami fa tutta la differenza del mondo. Gara 2 è in programma domani, sempre sul parquet degli Heat, mentre nella notte italiana scatterà anche la finale della Western Conference fra Golden State e Dallas: Curry e Doncic sono pronti a fare scintille. LEGGI TUTTO

  • in

    Playoff Nba: Butler trascina gli Heat. Ok Phoenix

    TORINO – Solite emozioni e grande spettacolo nella notte dei playoff Nba. Per la Eastern Conference, i Miami Heat vincono gara-5 con un netto 120-85 sui Philadelphia 76ers, mettono la freccia portandosi 3-2 nella serie, con la possibilità di chiudere i giochi tra due giorni in Pennsylvania e approdare così in finale di Conference. Partita dominata dagli Heat che chiudono il primo tempo sul 56-44. Nella ripresa i Sixers cercano di cucire lo strappo ma Miami, trascinata da un sontuoso Jimmy Butler (doppia doppia sfiorata con 23 punti e 9 rimbalzi a referto), chiude la pratica con un 120-85 che non lascia spazio a repliche. Per i Sixers non basta l’ottima prova di Joel Embiid – 17 punti per lui – e di James Harden (14 i punti a referto per il “Barba”). Ora Phila è obbligata a vincere gara-6 per poi giocarsi tutto a Miami.
    Bene i Suns sui Mavs: è 3-2
    Sorpasso anche nella Western Conference dove i Phoenix Suns vincono 110-80 contro i Dallas Mavericks e vanno sul 3-2 nella serie. Anche i vice-campioni in carica possono chiudere la pratica nella prossima gara-6 in programma nella notte di venerdì 13 maggio a Dallas. Altalena di emozioni al Footprint Center di Phoenix: al primo quarto sono i Mavericks ad andare in vantaggio sul +3, 23-26, trascinati da Doncic. I Suns non ci stanno e piazzano il contro-sorpasso all’intervallo lungo: 49-46. Nel terzo quarto Phoenix aumenta i giri del motore e piazzano l’allungo decisivo, chiudendo sul +22 dopo 36’ di gioco (82-60). L’ultimo periodo è una pura formalità per Phoenix, con Dallas che non riesce ad avvicinarsi per provare ad impensierire la franchigia dell’Arizona che si aggiudica per 110-80 gara-5 e prende nuovamente il vantaggio nella serie play-off. Devin Booker trascina i suoi con 28 punti a referto. Bene anche Deandre Ayton: 20 i punti messi a segno. A Dallas non basta la solita prestazione monstre di Doncic: 28 punti e 11 assist. Ottima anche la prova di Jalen Brunson: 21 punti per lui. LEGGI TUTTO

  • in

    Playoff Nba: Miami e Phoenix volano sul 3-2

    ROMA – Emozioni e solito spettacolo nella notte dei playoff Nba. Per la Eastern Conference, i Miami Heat vincono gara-5 con un pesante 120-85 sui Philadelphia 76ers, mettono la freccia portandosi 3-2 nella serie, con la possibilità di chiudere i giochi tra due giorni in Pennsylvania e approdare così in finale di Conference. Avvio furente degli Heat che mettono la freccia nel primo quarto – 31-19 – e chiudono il primo tempo con un rassicurante +12, sul 56-44. Nella ripresa Miami controlla il match e con un sontuoso Jimmy Butler (doppia doppia sfiorata con 23 punti e 9 rimbalzi a referto) chiude 81-66 il terzo quarto e la pratica con un 120-85 che non lascia spazio a repliche. Per i Sixers non basta l’ottima prova di Joel Embiid – 17 punti per lui – e di James Harden (14 i punti a referto per il “Barba”).
     Ok Phoenix contro Dallas: è 3-2
    Sorpasso anche nella Western Conference dove i Phoenix Suns vincono 110-80 contro i Dallas Mavericks e vanno sul 3-2 nella serie. Anche i vice-campioni in carica possono chiudere la pratica nella prossima gara-6 in programma nella notte di venerdì 13 maggio a Dallas. Altalena di emozioni al Footprint Center di Phoenix: alla prima sirena sono i Mavericks ad andare in vantaggio sul +3, 23-26, trascinati da Doncic. I Suns non ci stanno e chiudono in vantaggio all’intervallo lungo 49-46. Nel terzo quarto i Suns aumentano i giri del motore e piazzano l’allungo decisivo, chiudendo sul +22 dopo 36’ di gioco (82-60). L’ultimo periodo è di pura accademia per Phoenix, con Dallas che non riesce ad avvicinarsi per provare ad impensierire la franchigia dell’Arizona che si aggiudica per 110-80 gara-5 e prende nuovamente il vantaggio nella serie play-off. Devin Booker trascina i suoi con 28 punti a referto. Bene anche Deandre Ayton: 20 i punti a referto per lui. A Dallas non basta la doppia doppia di Luka Doncic (28 punti e 11 assist) e l’ottima prova da 21 punti a firma Jalen Brunson. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, Tyler Herro premiato come sesto uomo dell'anno

    ROMA – Tyler Herro, guardia dei Miami Heat, ha vinto il premio come miglior sesto uomo dell’anno, ovvero il giocatore che partendo dalla panchina è riuscito a dare un maggiore contributo alla squadra. E’ il primo giocatore della franchigia della Florida ad aggiudicarsi il riconoscimento. Herro ha ottenuto 488 punti battendo nettamente Kevin Love dei Cleveland Cavaliers fermo a 214. La 13ª scelta assoluta del Draft Nba 2019 è stato indicato come miglior sesto uomo dell’anno da 96 dei 100 esperti che hanno partecipato alla votazione. LEGGI TUTTO

  • in

    Nba, Tyler Herro nominato sesto uomo dell'anno

    ROMA – La guardia dei Miami Heat, Tyler Herro, ha vinto il premio di sesto uomo dell’anno della Nba, premio che va al giocatore che – in uscita dalla panchina – riesce a dare un maggior contributo alla squadra. E’ il primo giocatore della franchigia della Florida ad aggiudicarsi il riconoscimento. Herro ha ottenuto 488 punti battendo nettamente Kevin Love dei Cleveland Cavaliers fermo a 214. L’ex cestista di Kentucky è stato indicato come miglior sesto uomo dell’anno da 96 dei 100 esperti che hanno partecipato alla votazione.Sullo stesso argomentoNBAPlayoff Nba: i Celtics raggiungono i Bucks, Morant trascina Memphis LEGGI TUTTO

  • in

    Playoff Nba: Hawks di Gallinari ko, vincono Miami e Memphis

    TORINO – Notte di sorprese e conferme ai playoff Nba. Miami, trascinata da un sontuoso Jimmy Butler – 45 punti a referto, conditi da 5 rimbalzi e 5 assist – vince gara-2 115-110 e porta la serie sul 2-0 contro gli Atlanta Hawks di un Danilo Gallinari abulico. Lontano parente di gara-1, l’ala italiana chiude il suo match con un misero bottino: 2 punti, 6 minuti e 1 assist in 22 minuti di gioco. Agli Hawks non sono bastati nemmeno i 29 punti di Bogdan Bogdanovic e le buone prove di Trae Young (25 punti) e Hunter (16). Tra gli Heat, doppia cifra per Herro con 15 punti, 11 per Vincent e 14 per Max Strus in 22 minuti. Ora la serie si sposta ad Atlanta: gli Hawks non possono più permettersi passi falsi. Il rischio Sweep è dietro l’angolo.
    Playoff Nba: acuti Grizzlies e Pelicans
    Memphis porta invece la serie sull’1-1 battendo tra le mura amiche Minnesota con un netto 124-96. Vittoria di squadra per i Grizzlies che portano sette giocatori in doppia cifra: prestazione di sostanza per Ja Morant, vicino alla tripla doppia con 23 punti (11 dei quali nel terzo periodo), 10 assist e 9 rimbalzi. Sugli scudi, tra i padroni di casa, anche Jaren Jackson Jr e Desmond Bane. Tra i Timberwolves da segnalare la prova da 20 punti di Anthony Edwards e l’inutile doppia doppia di Karl-Anthony Towns (15 punti e 11 rimbalzi).
    Il risultato più sorprendente della notte arriva però dall’Arizona: i Phoenix Suns cadono in casa con i New Orleans Pelicans. Il 125-114, che riporta la serie sull’1-1, porta la firma di Brandon Ingram. L’ex Lakers trascina i suoi con una magistrale prova da 37 punti, 11 rimbalzi e 9 assist. Bene anche McCollum con 23 punti all’attivo, Valanciunas (10 punti e 13 rimbalzi) e Jones (14 punti). Tra i Suns da segnalare i 31 punti di Booker e la doppia doppia dell’eterno Chris Paul (17 punti e ben 14 assist). Bene anche Bridges, Johnson, Ayton e McGee tutti in doppia cifra ma non basta. La serie ora si sposta in Louisiana. LEGGI TUTTO