More stories

  • in

    Epilogo amaro per Fabio Fognini a Barcellona: squalificato per “verbal abuse” nel secondo set contro Zapata Miralles

    Fabio Fognini nella foto

    Si è conclusa nel peggior modo possibile l’avventura di Fabio Fognini nel torneo ATP 500 di Barcellona. Il tennista italiano, numero 27 della classifica mondiale ed accreditato della nona testa di serie, è stato infatti squalificato dal giudice di sedia in seguito ad un “verbal abuse” nel corso del secondo set della sfida d’esordio sulla terra battuta spagnola contro il padrone di casa Bernabé Zapata Miralles, n.147 del mondo, sul punteggio di 6-0 4-4 in favore del tennista di Valencia.
    A Fognini, che si è ritrovato sotto per 6-0 3-0 riuscendo a sbloccarsi nello score solamente dopo 57 minuti di totale dominio da parte del suo avversario, è risultato fatale il servizio perso nell’ottavo gioco del secondo parziale: avanti 4-3 con break, il ligure ha ceduto malamente la battuta a trenta consentendo a Zapata Miralles di compiere il nuovo aggancio sul 4-4. In questa situazione, il nervosismo già manifestato in precedenza l’ha fatta da padrone con il giocatore di Arma di Taggia che si è lasciato andare a qualche parola di troppo nei confronti di un giudice di linea: l’arbitro, che pochi istanti prima aveva già punito Fognini con un warning, ha preso dunque la decisione di squalificare l’azzurro. Fognini si sarebbe rivolto al Giudice di linea dicendo: “Giudice di linea di merdx mi ha rotto il ‘cxxzo’ con questo fallo di piede”.
    Per Zapata Miralles, reduce dall’aver superato le qualificazioni (battendo nell’ordine Sandgren e Cachin) e il primo turno del main draw contro Kuznetsov, si spalancano dunque le porte degli ottavi di finale del torneo di Barcellona, dove affronterà in un derby spagnolo il connazionale Pablo Carreno Busta.
    ATP ATP Barcelona Fognini F.004 Zapata Miralles B.• 064 Vincitore: Zapata Miralles per squalifica ServizioSvolgimentoSet 2Zapata Miralles B.Fognini F. 0-15 0-30 0-40 15-40 30-404-3 → 4-4Zapata Miralles B. 0-15 15-15 30-30 30-403-3 → 4-3Fognini F. 0-15 15-15 30-15 40-15 40-302-3 → 3-3Zapata Miralles B. 15-0 15-15 15-30 15-401-3 → 2-3Fognini F. 15-0 15-15 15-30 30-30 40-300-3 → 1-3Zapata Miralles B. 15-0 30-0 30-15 30-30 30-40 40-40 A-400-2 → 0-3Fognini F. 0-15 15-15 15-30 15-400-1 → 0-2Zapata Miralles B. 0-15 15-15 30-15 40-15 40-30 40-40 40-A 40-40 A-40 40-40 40-A 40-40 A-40 40-40 40-A 40-40 A-40 40-40 A-400-0 → 0-1ServizioSvolgimentoSet 1Fognini F. 0-15 0-30 0-40 15-40 30-40 40-40 40-A0-5 → 0-6Zapata Miralles B. 0-15 15-15 30-15 40-150-4 → 0-5Fognini F. 0-15 0-30 15-30 15-40 30-40 40-40 40-A0-3 → 0-4Zapata Miralles B. 15-0 30-0 40-00-2 → 0-3Fognini F. 0-15 15-15 30-15 30-30 30-40 40-40 40-A 40-40 40-A0-1 → 0-2Zapata Miralles B. 15-0 30-0 30-15 30-30 40-30 40-40 A-400-0 → 0-1 LEGGI TUTTO

  • in

    ATP Barcellona: Musetti cede al terzo set ad Auger Aliassime, problema per l’azzurro a metà del secondo set

    Lorenzo Musetti

    Che sfortuna Musetti. L’azzurro gioca una buonissima partita contro Auger Aliassime, vince il primo set e quando il secondo parziale è in equilibrio qualcosa fa “crack” alla sua schiena. Resta in campo fino alla fine, ma dal sesto gioco non riesce più a produrre il suo tennis e cede di schianto. Aspettiamo le sue dichiarazioni per capire cosa sia successo, ma è stato palese il crollo fisico e quindi agonistico del toscano.
    È davvero difficile commentare una partita che stava raccontando molto, assai in positivo per Lorenzo, e che all’improvviso si è spaccata per colpa di un evidente problema fisico. Non abbiamo individuato un momento preciso in cui ha avvertito il fastidio alla schiena (il trainer lavorava sulla parte bassa, quella lombare), ma di sicuro il match dell’azzurro si è interrotto a metà del secondo set. Il match in quella fase era in totale lotta, con game piuttosto complicati da entrambe le parti. Dopo un primo set giocato in modo quasi perfetto da Musetti sul piano tattico, nel secondo stava sbagliando un po’ di più, forse trascinato anche dal tennis a dir poco disordinato di Felix, tra break e contro break arrivati dal forcing e quindi black out del canadese.
    Di sicuro Musetti ultimamente ha giocato molto, forse il suo fisico ha pagato anche gli sforzi dell’ultimo periodo, ma sarà lui a spiegarci cosa sia accaduto. Resta l’amaro in bocca per come sia arrivata questa sconfitta, in una giornata in cui stava producendo un ottimo tennis, nonostante condizioni non facili in assoluto.
    Fino al problema fisico (quindi a metà del secondo set), Musetti ha giocato una partita molto intelligente sul piano tattico. Sostenuto dalla prima di servizio, è riuscito a governare il tempo del match, imponendo la sua qualità tecnica superiore e le sue moltissime variazioni. In pratica i continui tagli, cambi di ritmo, smorzate e discese a rete di Lorenzo hanno creato molti problemi a Felix, che non eccelle in difesa e non è particolarmente sensibile nel gestire situazioni improvvise e diverse dal tennis “corri e tira” in progressione; questo perché Auger Aliassime non riusciva a travolgere col ritmo l’azzurro, sbagliando anche diverse palle in scambio. Lasciando tempo a Musetti per “creare”, Felix è andato spesso in difficoltà, davvero poco flessibile sul piano tattico il canadese, “aiutato” nel mostrare questa lacuna importante dalla mano fatata di Lorenzo, che oggi finché ha potuto ha creato diverse meraviglie, soprattutto nel primo ottimo set. La condizioni di campo pesante hanno forse leggermente aiutato l’azzurro nel produrre variazioni, quella fantasia (smorzate e tagli) e cambi di ritmo che sono la sua qualità principale. Invece il tennis in spinta del canadese è stato come “spuntato” da un campo che frenava le sue accelerazioni, regalando più tempo a Musetti per impattare e creare. Grazie ad una buona lunghezza di palla nello scambio e soprattutto in risposta, l’azzurro non ha permesso al canadese di spingere con i piedi vicini alla riga di fondo. Da quella posizione più arretrata, il pressing di Felix era gestibile ed i suoi vincenti sporadici.
    Il break operato da Musetti nel quinto game del primo set è stato uno spettacolo, quattro meraviglie una dietro l’altra, tra tocchi, risposte fulminanti, smorzata e tocco di volo. Un campionario della straordinaria qualità tecnica dell’azzurro.
    FAA oggi ha portato a casa una vittoria, ma non può essere affatto contento della sua prestazione. Ha giocato una partita ricca di alti e bassi, con errori gravi in momenti importanti per poca accuratezza e controllo. Osservandolo sembra che non riesca ad imbrigliare la sua vivacità atletica in un gioco preciso ed efficace. Di sicuro la tensione non riesce a gestirla bene, perché non è un caso che gli errori più gravi arrivino sempre sui vantaggi o situazioni tipo i 15-30, dove la pressione è alta. Avrà molto da lavorare “Zio” Toni sul piano mentale, oltre che tecnico, perché da tempo il tennis del classe 2000 sembra fermo, senza evoluzioni. Inoltre Felix oggi (come nel recente passato) ha mostrato un problema tecnico non indifferente: tende a spingere tanto con discreta rotazione col diritto, ma la sua palla non fa così “male” a meno che non riesca ad imporre il suo forcing con 3, 4 e poi 5 pallate una dietro l’altra, in progressione e comandando. Sul rosso questo non è facile, ancor più contro un rivale che non te lo consente perché cambia ritmo, taglia, alza la parabola, ti sposta con angoli stretti. Quando non riesce nel suo pressing o lo opera con i piedi ben dietro la riga (come spesso oggi gli capitava per la lunghezza di palla di Musetti), Felix finisce per entrare a tutta ma sbagliando il tempo e la palla spesso gli scappa via… Trovare il giusto compromesso tra accelerazione e rotazione sarà decisivo per un salto di qualità. Il break orrendo regalato a Musetti nel terzo game del secondo set è la foto dei problemi tecnici e mentali di Felix.
    Questo è un commento “bloccato” a metà del secondo set, con Musetti avanti nel match e più efficace del rivale. Purtroppo la partita ha preso una piega inaspettata, con Lorenzo crollato dal 3 pari. Coraggioso a restare in campo, ma non riusciva più a contenere il pressing del rivale, a servire bene (aveva tenuto un’ottima percentuale di prime), a governare il tempo del match e creare tennis con tante variazioni.
    Che peccato, l’augurio è che non sia stato niente di grave a bloccare Lorenzo, in modo che possa continuare il suo percorso di crescita nei prossimi appuntamenti sul rosso.

    La cronaca della partita.

    Il match inizia con una buona mezz’ora di ritardo per permettere al campo di asciugarsi un po’, con Auger Aliassime alla battuta, sotto gli occhi di “Zio” Toni, nuovo coach per la stagione su terra battuta. Non trova la prima di servizio Felix, ma soprattutto non trova il campo col diritto. Due errori e 0-30. Il canadese entra nel match spingendo forte dal centro. Si vai ai vantaggi. Il campo è pesante, la palla non schizza via ma rallenta. Una schermaglia sotto rete porta Musetti a palla break, ma si salva FAA con un’accelerazione col diritto profonda e precisa. Chiude il game Felix con un buon tocco sotto rete. 1-0. Musetti al servizio. Molto aggressivo Auger Aliassime in risposta, spinge forte sui piedi dell’azzurro, Lorenzo va in difficoltà, 0-30. Con la prima smorzata (in uscita dal servizio) Musetti sorprende il rivale, segue un attacco col diritto e volée eccellente in allungo, gran tocco. 1 pari. Solo due giochi, ma è evidente la differenza tra i due: il tennis ricco di variazioni e cambi di ritmo del toscano, contro la spinta in progressione del canadese. Due doppi falli costano a Felix la seconda palla break del match nel terzo game, sul 30-40. Prova una risposta profonda e con molta rotazione Lorenzo, ma la palla gli esce di poco. Segue un classico unforced di rovescio di Auger Aliassime, e seconda chance nel game per Musetti. Niente, bella prima di Felix, che si porta avanti 2-1. L’azzurro cerca continuamente di variare colpi e schemi, cerca anche un elegante serve and volley, ma la volée gli scappa via. Un rovescio di scambio largo, sotto il pressing del rivale, costa a Musetti la prima palla break da difendere. Sbaglia Auger Aliassime, il diritto è totalmente fuori controllo perché fuori equilibrio. C’è lotta, si battaglia tra il forcing di Felix e le variazioni e tocchi (splendidi) di Lorenzo. Con un paio di servizi eccellenti (Ace più una parabola molto esterna da sinistra) Musetti impatta 2 pari. Ogni game è una lotta, e ogni game ci regala qualche perla tecnica di Lorenzo, come il tocco sotto rete nel quinto e game e la risposta di rovescio a tutto braccio che pizzica la riga. Corre avanti l’azzurro sul 40 pari, tocca di volo e strappa un’altra palla break. BELLISSIMO punto di Musetti!!! Si scambia, smorzata improvvisa e via avanti a toccare al volo di rovescio per un lob perfetto. Che BREAK per Lorenzo, avanti 3-2 e servizio, con quattro punti uno più bello dell’altro. È il primo strappo del match, ma l’equilibrio generale resta, come la lotta punto su punto. Ai vantaggi, Musetti consolida il vantaggio salendo 4-2. Il set avanza sui turni di servizio, bravo Lorenzo a trovare qualche punto importante col servizio in situazioni “scomode”. 5-4, Musetti va a servire per il primo set. Comanda un lungo scambio l’azzurro, ma sbaglia un diritto banale con i piedi dentro al campo. 0-15. Ottima prima al T, non così potente ma sulla riga, 15 pari. Servizio e diritto bello carico inside out, Felix non contiene la palla molto profonda, 30-15. Appena largo un diritto di scambio del canadese, 40-15 e due Set Point Musetti. Altro erroraccio di FAA in scambio, 6-4 MUSETTI. Un set equilibrato, ma più preciso Lorenzo, bravo a servire meglio e giocare tatticamente un tennis che dà molto fastidio al rivale, che invece col suo pressing di diritto non è riuscito togliere tempo all’azzurro. 3 prime su 4 in campo per Musetti, anche il servizio l’ha sostenuto nel primo set.
    Secondo set, inizia FAA alla battuta. Tiene il suo game di servizio e alla risposta prova ad essere aggressivo. Musetti commette un brutto errore che gli costa lo 0-30. Con una bordata lunga linea Felix si porta 15-40, due palle break immediate. Spinge il canadese, Musetti è un filo lento nell’uscita del servizio e spara di poco in corridoio. Break Auger Aliassime, avanti 2-0 e servizio. Quando l’inerzia pareva dalla parte del nativo di Toronto, va improvvisamente fuori giri, sparacchiando tre palle una più brutta dell’altra. Crolla 15-40, due palle del contro break per Musetti. Doppio fallo! Black out totale, Musetti ringrazia, strappa il game al rivale praticamente senza far niente, va servire sull’1-2. Felix è rabbioso, cerca di imporre il suo ritmo in progressione, ma il suo palleggio non è così lungo, Musetti controlla bene e apre l’angolo, portando il canadese all’errore. Disordine nel tennis di Auger Aliassime, molto più centrato sul piano tattico Musetti, nonostante tra i due ci sia un gap di esperienza notevole. Con un ottima prima al centro e quindi un affondo in contro piede Lorenzi impatta 2 pari. Focus dell’azzurro notevole, pronto a giocare con attenzioni nei momenti importanti. Quinto game, FAA continua a navigare nelle sue incertezze, tra doppio fallo e scelte tatticamente errate sulle palle da spingere. Con un diritto cross a metà corridoio, Auger Aliassime regala una palla break a Musetti. Si ferma sul nastro la risposta di Lorenzo, buona prima di Felix, al centro. Si aggrappa al servizio il canadese, a fatica si porta avanti 3-2. La lotta continua, un diritto steccato sul 30 pari costa una palla break a Lorenzo (molti errori nel match in questo secondo parziale). Tenta una palla corta Felix, ma la palla arriva a mala pena a rete, esecuzione pessima. Si salva Musetti, 3 pari. Nel fatidico settimo game, il match si spacca. Auger Aliassime spinge col diritto, con potenza e precisione, inchiodando Lorenzo nell’angolo sinistro. 0-30 e 0-40, bene Felix nel difendersi e poi venire avanti a chiudere. Tre palle break per scappare nel set. Difende le prime due l’azzurro, ma niente può sul forcing del rivale sulla terza, troppo dietro Musetti per ribaltare il pressing del canadese. Break Auger Aliassime, avanti 5-3 alla battuta per chiudere il secondo set. Ha aumentato la velocità il canadese, Musetti ha perso campo e la sua difesa è più flebile, con l’impossibilità di cambiare ritmo e tagliare da così dietro. Serve anche bene Felix, a zero chiude il game (il secondo di fila) e vince 6-3 il secondo set, con un parziale importante di 12 punti a 2. Dopo l’inizio caotico, Auger Aliassime ha cambiato marcia, più potente la spinta e con una pozione più avanzata. Musetti non ha trovato la contro mossa per reagire, ma forse qualcosa alla schiena non va, dopo il trattamento subito a metà del set.
    Terzo set, Musetti inizia al servizio, ma il canovaccio non pare mutato dal finale del set precedente. Auger Aliassime spinge tanto, con parabole arrotate e molto lunghe, Musetti non trova più il tempo per le sue variazioni. 0-30 e un diritto di Lorenzo vola via malamente. 0-40. L’azzurro prova a togliere ritmo col rovescio in back, ma Auger Aliassime è velocissimo coi piedi, anticipa e spinge a tutta. Break Auger Aliassime, a zero, col parziale che diventa 16-2 a sua favore. Calo evidente per l’azzurro, crollato in difesa senza riuscire a reagire alla spinta del canadese. Qualcosa non va, probabilmente la schiena è andata KO. Musetti fa fatica a tenere lo scambio, taglia ma non riesce ad arginare il pressing del rivale, ora molto preciso in spinta. Anche le sue gambe sono più lente, gioca di braccio colpi più estemporanei, non riesce a giocare il suo tennis. L’emorragia di punti continua, il parziale diventa un impietoso 23-2, con lo score che segna 0-40 nel terzo game. Alla terza palla break Auger Aliassime strappa il servizio per la seconda volta a Lorenzo, avanti 3-0 e servizio. Il match purtroppo non c’è più. Al cambio di campo il trainer lavora sulla parte bassa della schiena di Musetti, sdraiato per terra. Lorenzo resta in campo, ma ormai non c’è più partita, cede purtroppo di schianto 6-0. Un’amara conclusione di una partita che fino a metà del secondo set era più che in equilibrio, anzi, più dalla parte dell’azzurro. Tanta sfortuna per Lorenzo, che peccato!

    Marco Mazzoni

    [WC] Lorenzo Musetti vs [10] Felix Auger-Aliassime ATP ATP Barcelona Musetti L.630 Auger-Aliassime F.466 Vincitore: Auger-Aliassime F. ServizioSvolgimentoSet 3Auger-Aliassime F. 15-0 15-15 30-15 40-150-5 → 0-6Musetti L. 0-15 0-30 0-40 15-400-4 → 0-5Auger-Aliassime F. 15-0 15-15 30-15 30-30 40-300-3 → 0-4Musetti L. 0-15 0-30 0-40 15-40 30-400-2 → 0-3Auger-Aliassime F. 15-0 30-0 40-00-1 → 0-2Musetti L. 0-15 0-30 0-400-0 → 0-1ServizioSvolgimentoSet 2Auger-Aliassime F. 15-0 30-0 40-03-5 → 3-6Musetti L. 0-15 0-30 0-40 15-40 30-403-4 → 3-5Auger-Aliassime F. 15-0 30-0 40-03-3 → 3-4Musetti L. 0-15 15-15 15-30 30-30 30-40 40-40 A-402-3 → 3-3Auger-Aliassime F. 15-0 15-15 15-30 30-30 30-40 40-40 A-402-2 → 2-3Musetti L. 0-15 15-15 15-30 30-30 40-301-2 → 2-2Auger-Aliassime F. 15-0 15-15 15-30 15-400-2 → 1-2Musetti L. 0-15 0-30 15-30 15-400-1 → 0-2Auger-Aliassime F. 0-15 15-15 15-30 15-40 30-40 40-40 A-400-0 → 0-1ServizioSvolgimentoSet 1Musetti L. 0-15 15-15 30-15 40-155-4 → 6-4Auger-Aliassime F. 15-0 15-15 30-15 30-30 40-305-3 → 5-4Musetti L. 15-0 30-0 30-15 30-30 40-304-3 → 5-3Auger-Aliassime F. 15-0 30-0 40-04-2 → 4-3Musetti L. 0-15 15-15 15-30 30-30 40-30 40-40 A-403-2 → 4-2Auger-Aliassime F. 15-0 30-0 30-15 40-15 40-30 40-40 40-A2-2 → 3-2Musetti L. 0-15 15-15 15-30 30-30 30-40 40-40 A-40 40-40 A-40 40-40 A-401-2 → 2-2Auger-Aliassime F. 0-15 15-15 30-15 30-30 30-40 40-40 40-A 40-40 A-401-1 → 1-2Musetti L. 0-15 0-30 15-30 30-30 40-300-1 → 1-1Auger-Aliassime F. 0-15 0-30 15-30 30-30 40-30 40-40 40-A 40-40 A-400-0 → 0-1
    2 Aces 50 Double Faults 473% (56/77) 1st Serve 68% (56/82)57% (32/56) 1st Serve Points Won 75% (42/56)33% (7/21) 2nd Serve Points Won 46% (12/26)58% (7/12) Break Points Saved 75% (6/8)12 Service Games Played 1325% (14/56) 1st Serve Return Points Won 43% (24/56)54% (14/26) 2nd Serve Return Points Won 67% (14/21)25% (2/8) Break Points Converted 42% (5/12)13 Return Games Played 1251% (39/77) Service Points Won 66% (54/82)34% (28/82) Return Points Won 49% (38/77)42% (67/159) Total Points Won 58% (92/159) LEGGI TUTTO

  • in

    Jannik Sinner: “La classifica al momento è solo un numero, importante sì ma c’è tanto altro”

    Jannik Sinner ITA, 2001.08.16

    Jannik Sinner ha parlato al sito dell’ATP dopo la vittoria di ieri contro Gerasimov nel torneo di Barcellona.
    “La classifica al momento è solo un numero, importante sì ma c’è tanto altro. A 19 anni sto molto più focalizzato sul mio percorso di miglioramento, insieme al mio team con cui lavoro a stretto contatto. Ad oggi l’aspetto più importante, che più mi interessa è capire come uscire dalle situazioni difficili e migliorare. Ovviamente mi fa piacere essere numero 20, ma la strada è lunga e devo ancora migliorare molto sia tecnicamente che fisicamente. L’aspetto più importante è che, nel mio team, ognuno sa quello che deve fare, a partire da Riccardo a tutti i ragazzi del mio team che sono fantastici. Per me loro sono fondamentali.Riccardo conosce molto bene Djokovic e il suo team. Novak è stato gentile a darci il suo punto di vista e a dirci come poter migliorare. Lo ringrazio dei consigli che abbiamo seguito e dal quale abbiamo preso spunto per iniziare subito dopo a lavorare.”
    “Con Bautista Agut abbiamo giocato due partite durissime a Miami e Dubai, tre set per ognuna. Qui sarà molto dura e sono curioso di vederlo giocare sulla terra. Lui è un tennista molto solido, vedremo come gioca e come andrà. Mi aspetta sicuramente un match molto duro”. LEGGI TUTTO

  • in

    Challenger Roma 2, Ostrava e Salinas 2: La situazione aggiornata Md e Qualificazioni

    Gianluca Mager nella foto

    Settimana 26 Aprile-02 Maggio 2021ROME 2 , Italy (CL) /80 (€) 32 Draw, 16D, 16QOSTRAVA , Czech Republic (CL) /80 (€) 32 Draw, 16D, 16QSALINAS 2 , Ecuador (H) /50 ($) 32 Draw, 16D, 16Q

    (Clicca per vedere l’entry list) Rome (ATP) Inizio torneo: 26/04/2021 | Ultimo agg.: 21/04/2021 10:40Main Draw (cut off: 198 – Data entry list: 21/04/21 – Special Exempts: 0/0)

    #entrylist_box .reset3037 {
    margin-top: -192px;
    }

    91. Mager103. Balazs121. Dellien126. Dzumhur137. Gaio146. Zapata Miralles153. Lorenzi155. Mayer158. Gaston159. Varillas161. Petrovic166. Giannessi169. Giustino176. Cerundolo177. Diez184. Escobedo185. Bolt186. Couacaud187. Kokkinakis191. Marcora194. Ramanathan195. Muller198. Maden Alternates

    #entrylist_box .resetAlternates3037 {
    margin-top: -24px;
    }

    1. Bemelmans (199)2. Andreozzi (203)3. Clarke (205) LEGGI TUTTO

  • in

    Italiane nei tornei ITF: I risultati di Mercoledì 21 Aprile 2021

    Giulia Gatto Monticone nella foto

    W15 Cairo 15000 – 1st RoundSilvia Ambrosio vs [8] Melania Delai ore 10:00ITF Cairo S. Ambrosio• 04 M. Delai03ServizioSvolgimentoSet 1S. AmbrosioM. Delai 0-15 0-30 15-30 30-30 30-403-3 → 4-3S. Ambrosio 0-15 15-15 30-15 40-15 40-302-3 → 3-3M. Delai 15-0 30-0 30-15 30-30 30-40 df1-3 → 2-3S. Ambrosio 0-15 15-15 15-30 15-40 30-401-2 → 1-3M. Delai 15-0 30-0 40-01-1 → 1-2S. Ambrosio 0-15 df 15-15 15-30 30-30 40-30 40-40 A-40 40-40 40-A df1-0 → 1-1M. Delai 15-0 30-0 30-15 30-30 30-400-0 → 1-0

    W15 Antalya 15000 – 1st RoundFranziska Sziedat vs Federica Bilardo 2 incontro dalle 11:00Il match deve ancora iniziare
    Nuria Brancaccio vs Margaux Rouvroy Non prima delle 13:00Il match deve ancora iniziare

    W25 Oeiras 25000 – 2nd RoundLucia Bronzetti vs [2] Kurumi Nara Non prima delle 14:00Il match deve ancora iniziare
    Su Jeong Jang vs [4] Giulia Gatto-monticone 2 incontro dalle 14:00Il match deve ancora iniziare

    W15 Monastir 15000 – 1st RoundEva Vedder vs Anita Bertoloni Non prima delle 11:30Il match deve ancora iniziare
    [6] Dasha Ivanova vs Giulia Carbonaro Non prima delle 11:30Il match deve ancora iniziare LEGGI TUTTO